Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
107766 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Chi si sposa non paga la tassa sui rifiuti
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Chi si sposa non paga la tassa sui rifiuti

Riduzione del 100% per le sole utenze domestiche adibite ad abitazione principale di giovani coppie

Redazione Condominioweb 

La tassa sui rifiuti. La Tari è uno dei tre tributi di cui si compone la Iuc (imposta unica comunale), insieme all'Imu (imposta municipale) e alla Tasi (tributo sui servizi indivisibili).

Si tratta di una tassa comunale destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti a carico dell'utilizzatore, istituita dall'art. 1 c. 639 L. n. 147/2013 (cd. legge di stabilità per l'anno 2014), che ha sostituito le precedenti Tia (tariffa di igiene ambientale), Tarsu (tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani) e Tares (tributo comunale sui rifiuti e sui servizi).

Quanto ai presupposti, ai sensi dell'art. 1 c. 641 L. n. 147/2013, il presupposto della Tari è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.

Sono escluse dalla Tari le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali di cui all'articolo 1117 del codice civile (cd. aree comuni quali, ad esempio, scale e androne) che non siano detenute o occupate in via esclusiva.

La Tari, pertanto, deve essere corrisposta da chiunque possiede o detiene un immobile idoneo a produrre rifiuti urbani, ne sia o meno proprietario, con la precisazione che, in caso di pluralità di possessori o detentori, gli stessi rispondono in solido del pagamento dell'unica obbligazione tributaria ex art. 1 c. 641 L. n. 147/2013.

=> Tari: chi alleva polli in casa paga meno tasse

=> Vuoi risparmiare sulla tassa rifiuti? Vai a piedi

Le agevolazioni del comune di Guasila (provincia di Cagliari).È stata riconosciuta una riduzione del 100% per le sole utenze domestiche adibite ad abitazione principale di giovani coppie il cui matrimonio sia stato celebrato tra il 01.01.2018 al 31.12.2019, purché almeno uno degli sposi risulti contribuente Tari e la coppia costituisca un nucleo familiare autonomo residente nel territorio comunale.

In caso di matrimonio non concordatario, qualora alla celebrazione di una forma matrimoniale (es. civile) non consegua la formazione di un nucleo familiare autonomo, ma questo avvenga successivamente alla celebrazione in altra forma (es. religiosa), sarà considerata ai fini della presente agevolazione la data della seconda celebrazione (dietro presentazione di certificato qualora questo non fosse quello civile), o comunque con riferimento alla costituzione del nuovo nucleo.

Non sarà necessario presentare domanda se, a parità di condizioni e nel rispetto dei requisiti temporali del contributo per la presente annualità, il contribuente abbia usufruito della stessa agevolazione nell'anno precedente.

Inoltre, è riconosciuta un'agevolazione del 25% sulle sole utenze domestiche adibite ad abitazione principale se: dal 01.01.2018 al 31.12.2019 sia nato un bambino residente; il nucleo familiare in cui è avvenuta la nascita sia residente o, nel corso dell'anno in cui è presentata la domanda di agevolazione, trasferisca la residenza nel comune di Guasila e la mantenga per almeno sei mesi; almeno un adulto della famiglia partecipi all'incontro formativo-informativo sull'utilizzo dei pannolini lavabili qualora promosso dall'amministrazione comunale; l'agevolazione è elevata al 50 % per gli anni in cui si ha diritto alla stessa se, ne lperiodo indicato, sia stato effettuato un acquisto di pannolini ecologici, lavabili e riutilizzabili in quantità non inferiore a numero 10.

Gli acquisti devono essere dimostrati mediante presentazione di fattura, scontrino con bolla di consegna, ricevuta fiscale, altri documenti fiscalmente validi.

Per beneficiare dell'agevolazione deve essere presentata richiesta entro 60 giorni dalla celebrazione del matrimonio e comunque entro il 31 dicembre 2019.

Per approfondimenti Delibera n. 6 del 26-03-19

Cerca: rifiuti tassa tari

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento