Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
110272 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Vuoi risparmiare sulla tassa rifiuti? Vai a piedi
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Vuoi risparmiare sulla tassa rifiuti? Vai a piedi

Chi va a piedi paga meno tasse. Ecco come funziona il progetto Pedibus

Redazione Condominioweb 

La tassa sui rifiuti. La Tari è uno dei tre tributi di cui si compone la Iuc (imposta unica comunale), insieme all'Imu (imposta municipale) e alla Tasi (tributo sui servizi indivisibili).

Si tratta di una tassa comunale destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti a carico dell'utilizzatore, istituita dall'art. 1 c. 639 L. n. 147/2013 (cd. legge di stabilità per l'anno 2014), che ha sostituito le precedenti Tia (tariffa di igiene ambientale), Tarsu (tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani) e Tares (tributo comunale sui rifiuti e sui servizi).

Quanto ai presupposti, ai sensi dell'art. 1 c. 641 L. n. 147/2013, il presupposto della Tari è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.

Sono escluse dalla Tari le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali di cui all'articolo 1117 del codice civile (cd. aree comuni quali, ad esempio, scale e androne) che non siano detenute o occupate in via esclusiva.

La Tari, pertanto, deve essere corrisposta da chiunque possiede o detiene un immobile idoneo a produrre rifiuti urbani, ne sia o meno proprietario, con la precisazione che, in caso di pluralità di possessori o detentori, gli stessi rispondono in solido del pagamento dell'unica obbligazione tributaria ex art. 1 c. 641 L. n. 147/2013.

=> La Tari nella bolletta della luce sarà solo su scelta del Comune

Il caso dell'auto. Da quanto appreso dagli organi di stampa, vi è stata la proposta dello sconto sulla Tari per chi lascia la macchina a casa, presentata dal Comune di Isnello (piccolo paese delle Madonie in Provincia di Palermo) Per incentivarne l'abbandono delle auto, le famiglie, al posto di accompagnare i bambini a scuola con i mezzi, queste vengono incentivate a utilizzare il sistema "Pedibus'.

In pratica si utilizza una corda per andare tutti insieme a scuola, i bimbi ci si aggrappano sotto la vigilanza di un gruppo di volontari e dei vigili urbani, che fanno anche educazione stradale.

Per questo utilizzo è stato pensato di applicare uno sconto del 15% sulla Tari con fondi pubblici sia alle famiglie che partecipano, mandando i bimbi, sia a chi aiuta nella gestione del servizio.

L'idea è di allargarla a breve anche a chi nel tempo libero aiuta nella cura del verde, la pulizia o altre attività a tutti gli abitanti secondo il principio che "se dai qualcosa ricevi".

Il caso delle galline. Con l'approvazione in Consiglio Comunale del progetto denominato "Adotta una Cocca", il Comune di Latronico (Potenza) ha concesso uno sconto del 10%sulla componente variabile del tributo TAR Ia tutti coloro in possesso di galline.

Ed ancora, anche nel Consiglio Comunale del Comune di Guardistallo (Pisa, Toscana), è stata approvata la modifica del comma 3 dell'Art. 28 (Disposizioni riguardanti gli animali da allevamento e da stalla e da cortile).

In pratica, le modifiche introdotte prevedono il passaggio da 2 a 4 del numero di esemplari di animali "da cortile" che possono essere allevati nell'ambito urbano dei centri abitati (variazione finalizzata anche a rendere accessibile alle famiglie ubicate nel centro urbano la riduzione del 10% sulla quota variabile della TARI così come previsto dal progetto "adotta una cocca".

=> Tari: chi alleva polli in casa paga meno tasse

Cerca: rifiuti tassa tari

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento