Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
114040 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Revoca amministratore, impugnazione delibera e passaggio di consegne
Inviaci un quesito

Revoca amministratore, impugnazione delibera e passaggio di consegne

Può la contestazione della delibera di revoca bloccare il passaggio di consegne?

Avv. Alessandro Gallucci  

Revoca amministratore e passaggio di consegne, il caso

La deliberazione sulla revoca dell'amministratore di condominio è validamente assunta se riporta il voto favorevole della maggioranza dei presenti all'assemblea che rappresenti almeno la metà del valore dell'edificio.

Il rispetto dei quorum deliberativi è fondamentale, ma non sufficiente. Com'è noto, infatti, l'assemblea dev'essere regolarmente convocata, la decisione correttamente verbalizzata, ecc.

Che cosa succede se manca uno di questi requisiti? Com'è noto la delibera può essere invalidata: errori in relazione agli aspetti citati comportano l'annullabilità della decisione. Vizi più gravi possono portare fino alla nullità.

Delibera condominiale annullata e adempimenti dell'amministratore

Che ne è in quel caso della decisione di revoca, o meglio quale la sorte di quella delibera nelle more del giudizio che deve vagliarne la regolarità.

Questo quanto ci domanda un nostro lettore: «Buongiorno amici di Condominioweb! Nel condominio in cui vivo è stata deliberata la revoca dell'amministratore. Qualche giorno dopo uno dei condòmini ha detto di non essere stato convocato, che avrebbe impugnato la delibera e quindi ha detto all'amministratore di non procedere col passaggio di consegne.

Gli altri condòmini hanno specificato che le delibere sono valide fino a loro annullamento e quindi il passaggio deve avvenire. Davvero potrebbe avere senso un passaggio e poi un ritorno delle carte? Che ne pensate?»

A ben vedere non è detto che il cerchio revoca, passaggio di consegne, impugnazione della delibera e suo annullamento venga chiuso dalla riconsegna delle carte all'amministratore revocato. Questo è sicuramente uno degli effetti probabili, ma non l'unico.

Partiamo comunque dal da farsi.

Revoca amministratore e impugnazione delibera, fondamentale l'immediata richiesta di sospensiva

Se un amministratore viene revocato, allora cessa il suo incarico e deve consegnare i documenti al suo successore per consentirgli d'insediarsi nella gestione. La logica segue il percorso disegnato dalla norma.

Le delibere assembleari sono valide e obbligatorie per tutti i condòmini, l'amministratore, ivi compreso quello dimesso deve eseguirle, ergo: decisa la sostituzione le carte devono passare al successore.

V'è di più: la nomina che segue la revoca e che sia accettata dal nominato rende quella persona già mandatario e quindi legittimato a richiedere i documenti anche eventualmente in sede giudiziale.

Questo fin qui descritto è il quadro delineato da una lettura combinata degli artt. 1129 - 1137 c.c. nonché dalle disposizioni in materia di conclusione del contratto e contratto di mandato.

Proprio l'art. 1137 c.c. specifica un aspetto che, quanto meno in termini pratici, non può non essere considerato: «l'azione di annullamento non sospende l'esecuzione della deliberazione, salvo che la sospensione sia ordinata dall'autorità giudiziaria».

La sospensione può essere chiesta in via cautelare ovvero contestualmente alla proposizione dell'azione.

Nella prima ipotesi, ad avviso di chi scrive, è bene valutare con attenzione, in relazione ai tempi, l'opportunità di un passaggio di consegne.

Se la delibera prim'ancora dell'inizio della causa di merito (magari anche nelle more della procedura di mediazione) venisse sospesa, che senso avrebbe effettuare un passaggio di consegne che dovrebbe prendere la strada in senso opposto?

Revoca amministratore e passaggio di consegne, eseguirlo non vuol dire riconoscere nulla

Diversamente, cioè se la sospensione non viene concessa o richiesta (dubitiamo non sia richiesta), è sempre consigliabile eseguire il passaggio di consegne con la norma tempistica prevista per quell'atto.

Tempi non normati, ma che seguono la sua complessità (un passaggio a inizio anno è sempre diverso da uno a metà o addirittura alla fine).

Passaggio di consegne, lockdown e provvedimento di urgenza

Eseguire un passaggio di consegne che sulla scorta di una revoca contestata non vuol dire riconoscere la legittimità di quella decisione, ma semplicemente dare esecuzione ad una delibera che l'amministratore, sia esso entrate o uscente, è tenuto ad eseguire in ragione di quanto disposto dagli artt. 1130 n.1 c.c. e 1137, primo comma, c.c.

L'eventuale dichiarazione d'illegittimità della revoca (e della nuova nomina) fa sì che la situazione torni al punto di partenza, cioè alla prosecuzione del mandato del precedente amministratore, sempre che questi venuto nel frattempo a cessare il vincolo contrattuale, abbia intenzione di riassumere la gestione del condominio.

In casi del genere è sempre consigliabile un pronto passaggio in assemblea, per evitare problematiche situazioni d'impasse o peggio ulteriori contenziosi.

Nomina nuovo amministratore, tra dimissioni giudizio di legittimità e sostituzione della delibera

Un caso nel quale sicuramente l'amministratore uscente non deve nemmeno ipotizzare di riassumere la gestione del condominio è quello in cui è contestata la delibera di nuova nomina successiva alle sue dimissioni.

In tal caso egli, formalizzando la propria volontà (icasticamente con l'avviso di convocazione), cessa di essere amministratore ed è tenuto a compiere gli atti urgenti fino al passaggio di consegne. Passaggio che, salvo sospensione della delibera, potrà avvenire normalmente.

All'esito del giudizio di legittimità della nomina, ove questa fosse considerata illegittima, allora non si porrebbe fin da subito il problema di effettuare un passaggio di consegne "di ritorno", ma solamente quello di una celere convocazione dell'assemblea per decidere in merito alla nomina dell'amministratore, in questo caso regolarmente.

Perchè non è (ancora) possibile il 'passaggio di consegne' 3.0

Cerca: revoca amministratore impugnazione passaggio

Commenta la notizia, interagisci...
Annulla

    in evidenza

Dello stesso argomento


Come contestare un passaggio di consegne incompleto?

Che cosa fare se ci si accorge che la documentazione consegnata dal precedente amministratore è incompleta?. Il passaggio di consegne è quell'adempimento che l'amministratore uscente è tenuto ad approntare