Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
114270 utenti
Registrati
chiudi
Inviaci un quesito

Riaperture: dal 1° luglio possibile tenere corsi di formazione per amministratori in presenza

Con la graduale abolizione del coprifuoco disposta anche la ripresa dell'attività formativa di persona nelle zone gialle
Redazione Condominioweb Redazione 

I corsi di formazione periodica per amministratori condominiali, quelli di aggiornamento e quelli iniziali, potranno essere svolti in presenza a partire dal 1° luglio prossimo.

Le riaperture hanno riguardato anche questa particolare attività, come possiamo desumere dal sito del Governo.

Si badi: il decreto è in fase di pubblicazione, le modalità dei corsi di formazione in presenza sicuramente troveranno particolari specificazioni nel testo di legge, ma la sicurezza c'è data dal fatto che è stato lo stesso Esecutivo a darne chiara notizia unitamente alle altre misure di riapertura delle attività.

L'Assemblea ai tempi del coprifuoco

Gradualità, è stata la parola che abbiamo sentito ripetere incessantemente da qualche mese a questa parte.

Così col decreto legge approvato ieri e che ha riguardato anche i corsi di formazione in presenza, quelli per amministratori di condominio oramai sostanzialmente fermi - salvo una breve parentesi - dal marzo del 2020 potranno tornare vis a vis da quella data.

Formazioni periodica amministratori e crediti formativi professionali, facciamo chiarezza

Corsi di formazione in presenza, il comunicato stampa del Governo

"Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti relative all'emergenza epidemiologica da COVID-19.
In considerazione dell'andamento della curva epidemiologica e dello stato di attuazione del piano vaccinale, il testo modifica i parametri di ingresso nelle "zone colorate", secondo criteri proposti dal Ministero della salute, in modo che assumano principale rilievo l'incidenza dei contagi rispetto alla popolazione complessiva nonché il tasso di occupazione dei posti letto in area medica e in terapia intensiva.
Inoltre, nelle "zone gialle" si prevedono rilevanti, ancorché graduali, modifiche. Di seguito le principali:

  • dal 1° luglio sarà nuovamente possibile tenere corsi di formazione pubblici e privati in presenza".

Questo l'ultimo punto dell'elenco, quello di maggiore interesse per chi opera nell'ambito della formazione condominiale.

Come di accennava in precedenza, il testo del decreto, che verrà pubblicato in giornata nella Gazzetta Ufficiale ci dirà limiti e condizioni eventuali per lo svolgimento dell'attività formativa in presenza.

Corsi di formazione periodica, le scadenze

In relazione alla formazione degli amministratori condominiali la norma potrebbe avere particolare impatto guardando alla formazione periodica annuale per l'aggiornamento.

Scadenza formazione iniziale amministratore condominiale

Com'è noto, infatti, ogni 8 ottobre dell'anno scade il termine annuale di aggiornamento periodico. Da luglio e ancor più intensamente dopo la pausa estiva associazioni ed enti di formazione di vario livello dedicano una parte della loro attività e offerta formativa ai corsi che permettono l'assunzione di incarichi ed il mantenimento di quelli in essere.

Lo scorso anno la maggior parte di quest'attività su svolta a distanza, eccezion fatta per l'esame finale che il d.m. n. 140 del 2014 - forse anacronisticamente - impone ancora in presenza.

Dal 1° luglio, nelle zone gialle (e chiaramente in quelle bianche) e salvo repentini cambi, ci si potrà riunire in presenza per svolgere questi corsi.

Sarà l'occasione per valutare quanto l'anno e mezzo trascorso abbia modificato le abitudini del settore o quanto, invece, sarà ri-sfruttata la possibilità della formazione in presenza.

I condòmini possono chiedere all'amministratore l'attestato di formazione periodica?

Commenta la notizia, interagisci...
Annulla

  1. in evidenza

Dello stesso argomento