Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
113931 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Nulla la nomina dell'amministratore di condominio senza maggioranza di almeno metà del valore del fabbricato
Inviaci un quesito

Nulla la nomina dell'amministratore di condominio senza maggioranza di almeno metà del valore del fabbricato

Che sia nomina o conferma, attenti al quorum

Avv. Fabrizio Plagenza  

Nel caso sottoposto al giudizio del Tribunale romano, una condomina, nella sua qualità di proprietaria di un'unità facente parte di uno stabile condominiale, conveniva in giudizio il Condominio ed alcuni condomini, esponendo che l'assemblea aveva approvato la nomina dell'amministratore con una delibera che, tuttavia, era da ritenersi viziata per una serie di motivi: omessa convocazione di tutti i partecipanti e segnatamente del conduttore e, per quanto di nostro interesse, mancato raggiungimento dei quorum deliberativi di cui all'art. 1136 cc previsti per la nomina dell'amministratore.

La conferma dell'amministratore di condominio: tesi a confronto

L'attrice, dunque, chiedeva che il Tribunale adito si pronunciasse al fine di dichiarare la nullità e/o l'annullabilità della delibera di nomina dell'amministratore impugnata. Resisteva in giudizio il condominio così come i condomini convenuti.

Occorre rammentare che la norma sopra richiamata (art. 1136 c.c.) dispone in merito alla costituzione dell'assemblea ed alla validità delle deliberazioni.

Ciò detto, il Tribunale di Roma ha ritenuto fondato il motivo di impugnativa posto alla base (tra gli altri) dell'atto di citazione, relativo al quorum necessario per la nomina dell'amministratore, accogliendo la tesi dell'attrice la quale aveva lamentato il vizio della delibera dovuto al fatto che non era stato raggiunto il più elevato quorum di cui al secondo comma dell'art. 1136 cc previsto per delibere aventi ad oggetto la nomina dell'amministratore.

La sentenza n. 14039/2019 ribadisce la necessità che per la valida nomina dell'amministratore venga raggiunta una maggioranza che abbia rappresentato almeno la metà del valore dell'edificio.

Peraltro, che tale quorum non fosse stato raggiunto era emerso anche all'esito di una CTU disposta in corso di causa (non validamente contestata dalla parte convenuta costituita) che "che ha ricostruito correttamente il valore della partecipazione dei singoli condomini".

Di conseguenza, per il Tribunale di Roma, l'impugnata delibera deve essere annullata (Cass. SSUU 4806/05).

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Sentenza inedita
Scarica Tribunale di Roma Sentenza n. 14039 del 03/07/2019

Cerca: nomina amministratore assemblea

Commenta la notizia, interagisci...
Camillo50
Camillo50 25-07-2019 18:27:16

Non è chiaro se si tratta di nomina o riconferma, almeno per quanto leggo io.

rispondi
Alessandro
Alessandro 28-07-2019 17:48:04

Si parla di nomina (anche la revoca) quindi occorre 501 mill
mentre per la conferma dell'amministratore basta 1/3 cioe 334 mill

rispondi
Giovanni
Giovanni 01-08-2019 14:15:59

Condivido lo scritto del sig Alessandro. I sigg. Luigi M. e Giorgio David potrebbero autocondursi in barbagia alla ricerca dei somarelli.

rispondi
Annulla

    in evidenza

Dello stesso argomento