Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
117584 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Che cosa fare se l'ex inquilino non cambia residenza?
Inviaci un quesito

Che cosa fare se l'ex inquilino non cambia residenza?

L'inquilino se ne va ma non cambia la residenza, come comportarsi?

Avv. Alessandro Gallucci  

Residenza, dimora, domicilio, siamo abituati a sentirne parlare spesso e altrettanto spesso riteniamo che siano sinonimi.

Se nel linguaggio comune grosso modo, come si suol dire, non andiamo lontani dalla verità, a livello giuridico le differenze esistono e non solo di poco conto.

Ciò cambia anche in relazione ad eventuali inadempimenti delle parti interessate in relazione a queste tre differenti categorie.

Un esempio chiaro ci viene posto da un nostro lettore con il seguente quesito. Vediamo di cosa si tratta

Che cosa fare se l'ex inquilino non cambia residenza?

Buongiorno amici di Condominioweb; mi trovo in una situazione un po' paradossale.

Vi spiego: qualche mese fa il conduttore di un appartamento di mia proprietà ha cambiato casa. Tutto bene per la consegna delle chiavi e della caparra, ma dopo è avvenuto qualcosa di inaspettato. Facendo delle ricerche presso il Comune ho scoperto che l'ex inquilino non aveva ancora cambiato residenza.

Cambio di residenza senza avvisare l'amministratore?

Insomma non abita li ma risulta ufficialmente residente. L'ho chiamato ed ha glissato seccato con un vago: "Me ne occuperò quanto prima!" Che cosa posso fare per ottenere il cambio di residenza d'ufficio?

La questione non è di poco conto e spesso può portare con sé conseguenze sgradevoli. Si pensi ai tentativi di pignoramento (presso la residenza), ma anche semplicemente alle seccature che ne discendono per la consegna della corrispondenza.

Residenza, le norme che la disciplinano

Partiamo dal dato certo che impone ad ogni persona di segnalare al Comune competente il cambio di residenza. Si tratta dell'art. 2, primo comma, legge n. 1228 del 1954 che recita:

È fatto obbligo ad ognuno di chiedere per sé e per le persone sulle quali esercita la patria potestà o la tutela, la iscrizione nell'anagrafe del Comune di dimora abituale e di dichiarare alla stessa i fatti determinanti mutazione di posizioni anagrafiche, a norma del regolamento, fermo restando, agli effetti dell'art. 44 del Codice civile, l'obbligo di denuncia del trasferimento anche all'anagrafe del Comune di precedente residenza.

Residenza anagrafica e dimora abituale: quali differenze?

Il d.p.r. n. 223 del 1989 - che della legge n. 1128 rappresenta regolamento di attuazione - specifica che tra le dichiarazioni che le persone sono tenute ad effettuare all'ufficiale dello stato civile v'è anche quella inerente il cambiamento di abitazione (cfr. art. 13 d.p.r. n. 223/89).

A differenza della residenza, che è ufficiale e soggetta alla procedura indicata dalla legge, dimora e domicilio sono concetti che s'identificano per lo più con situazioni di fatto (la dimora) e meramente limitate a specifiche questioni (es. il domicilio lavorativo).

Residenza, gli obblighi in caso di variazione

Ai sensi del secondo comma del predetto art. 13 le dichiarazioni anagrafiche, tra le quali rientra quella del cambio di residenza, devono essere rese «nel termine di venti giorni dalla data in cui si sono verificati i fatti». Tali dichiarazioni, prosegue la norma«sono rese mediante una modulistica conforme a quella predisposta dal Ministero dell'interno, d'intesa con l'Istituto nazionale di statistica, e pubblicata sul sito istituzionale del Ministero dell'interno».

Questi gli obblighi della parte interessata, nel nostro caso l'ex inquilino.

Che cosa accade se esso non adempie a quanto prescritto dalla legge?

Come si suole dire in casi simili, al proprietario dell'appartamento non resta che rivolgersi alle autorità competenti, nel caso di specie il Comune e più nello specifico l'ufficio anagrafe.

Cambio di residenza senza avvisare l'amministratore?

L'Ufficiale di Stato Civile, lo ricorda l'art. 4, secondo e terzo comma, l. n. 1128/54 "può disporre le indagini per accertare le contravvenzioni alle disposizioni della presente legge e del regolamento per la sua esecuzione" ed può invitare "le persone aventi obblighi anagrafici a presentarsi all'ufficio per fornire le notizie ed i chiarimenti necessari alla regolare tenuta dell'anagrafe.

Può interpellare, allo stesso fine, gli enti, amministrazioni ed uffici pubblici e privati".

In relazione alle modalità pratiche, disciplinate dall'art. 15 del d.p.r. n. 223/89 è specificato che:

«Qualora l'ufficiale di anagrafe accerti, a seguito delle indagini di cui all'art. 4 della legge 24 dicembre 1954, n. 1228, che non siano state rese, per fatti che comportino l'istituzione o la mutazione di posizioni anagrafiche, le prescritte dichiarazioni di cui all'art. 13 del presente regolamento, deve invitare gli interessati a renderle.

Nel caso di mancata dichiarazione, l'ufficiale di anagrafe provvede ai conseguenti adempimenti e li notifica agli interessati entro dieci giorni».

Ad oggi, comunque, risultare inadempimenti rispetto ai propri obblighi anagrafici comporta, se il fatto non costituisce reato più grave, la sanzione amministrativa da lire 50.000 a lire 250.000 (cfr. art. 11 l. n. 1128/1954).

Il medesimo articolo prevede un pagamento della sanzione in misura ridotta se è effettuato entro dieci giorni dalla contestazione o notificazione della contravvenzione salvo il caso di dichiarazioni connesse a trasferimenti all'estero.

Al nostro lettore, dunque, vista il ritardo dell'ex conduttore nell'adempimento degli obblighi di legge consigliamo di rivolgersi al comune, ufficio anagrafe, per protocollare una richiesta che consenta l'avvio di un procedimento amministrativo volto al cambio di residenza della persona che aveva occupato l'abitazione.

Nessun consenso per comunicare dati catastali e residenza

Cerca: residenza inquilino

Commenta la notizia, interagisci...
Francesco Zerbato
Francesco Zerbato 03-07-2019 20:30:37

Buonasera,
A breve cambierò residenza. Vorrei sapere se la persona con cui al momento condivido la casa verrà a conoscenza della mia nuova residenza nel momento del cambio.
Grazie
Francesco

rispondi
Marcello
Marcello 30-03-2020 15:19:43

In pratica ho affittato un appartamento totalmente arredato a Catania
a degli extracomunitari (SRI LANKA) con regolare contratto di affitto 3+2 canone concordato,quest'ultimi mi comunicano senza preavviso prima della scadenza di contratto che lasciano l'appartamento per trasferirsi in un altro immobile sito nello stesso comune dove sono per il momento ospiti ,io di conseguenza mi faccio consegnare le chiavi e riprendo il possesso dell' immobile. Dopo un paio di giorni mi metto in contatto con loro facendogli presente di provvedere al cambio di residenza ma a tutt oggi risultano ancora residenti nell 'immobile in questione e per giunta non mi rispondono piu al cellulare...la domanda e' ...cosa posso fare? a chi mi devo rivolgere?.....

rispondi
Melania Macron
Melania Macron 25-12-2020 00:34:21

Mi chiamo Melania macron ho 35 anni. anni mi sono sposato all'età di 31 anni ho solo un figlio e vivevo felicemente. Dopo un anno dal mio matrimonio il comportamento di mio marito è diventato così strano e non capisco davvero cosa stesse succedendo, ha fatto le valigie fuori di casa per un'altra donna lo amo così tanto che non mi sogno mai di perderlo, cerco il mio possibile meglio assicurarmi che mio marito torni da me ma tutto inutilmente, piango e piango in cerca di aiuto, ne ho discusso con la sua famiglia ma non ho avuto risposta. quindi la mia migliore amica Cynthia e lei promettono di aiutarmi . Mi ha detto di un uomo chiamato Drosagiede, mi ha detto che è un uomo molto grande e un vero uomo di cui ci si può fidare e non c'è nulla riguardo ai problemi d'amore che non può risolvere e mi ha detto come ha aiutato un numero infinito di persone in ripristinare la loro relazione. Ne ero davvero convinto, ho subito contattato il suo indirizzo email doctorosagiede75@gmail.com o il suo WhatsApp e viber al +33753154980. Gli spiego tutto il mio problema, mi ha detto che non dovevo preoccuparmi che tutti i miei problemi vengano risolti immediatamente. Mi ha detto cosa fare per riavere mio marito e l'ho fatto, ha detto che dopo 3 giorni mio marito tornerà da me e inizierà a chiedere l'elemosina, ed è successo davvero come ha detto, sono rimasto molto sorpreso, è così sorprendente. A Dio sia la gloria il nostro rapporto è ora molto stretto e viviamo entrambi di nuovo felici. Se hai un problema simile, contattalo subito e chiedi che il tuo problema venga risolto una volta per tutte. sono una testimonianza vivente di

rispondi
Violetta
Violetta 20-01-2021 21:48:00

Mi chiamo Violetta, vengo da Firenze ... ho appena saputo di mio marito che mi tradiva con un collega! Siamo sposati da cinque anni con 2 bambini con tanti momenti fantastici insieme, volevo andarmene, ma lo amo così tanto. siamo entrambi ancora giovani e molto attraenti. ma voglio mio marito, il mio amico e il padre dei miei bellissimi figli. come faccio a superare il pensiero che un'altra donna abbia mio marito? Non il mio fidanzato, non il mio ragazzo, ma mio marito! Lo amo ancora anche se pensa che voglio andarmene, voglio davvero che faccia di meglio e mi fermi prima che me ne vada! mio marito mi ha detto che non si sente più amato, solo a causa di questo collega con cui mi sta tradendo, che vuole il divorzio, ero devastato, il cuore spezzato l'ho pregato di ascoltarmi che possiamo risolverlo come facciamo sempre, ma lui non ha ascoltato, mi ha detto che ha incontrato qualcuno che lo ama e lo capisce, l'ho pregato di considerare i nostri figli ma non ha ascoltato. se n'è andato ed ero frustrato, ho iniziato a cercare aiuto e risposte, poi ho sentito parlare di un uomo che può lanciare un incantesimo per ricordargli tutte le cose che abbiamo passato insieme e riportarlo da me, all'inizio ero spaventato poi ho deciso di fare un tentativo, e come per magia mio marito è tornato, si è scusato e ha chiesto perdono, grazie al dottor Anthony, sto postando questo per aiutare le persone con problemi simili. Puoi contattarlo tramite la sua email dr.anthony1010@gmail.com o WhatsApp + 2348143279478 anche per chiedere aiuto.

rispondi
Romano Giuseppe
Romano Giuseppe 30-03-2021 11:43:51

Ero molto confuso quando mia moglie, che ho sposato per 11 anni, mi ha detto che aveva bisogno di un divorzio semplicemente perché si era innamorata di un ragazzo che aveva incontrato in banca. Ha preso tutte le sue cose e ha lasciato la nostra casa anche quando l'ho supplicata di non andare, ma lei ha insistito e se n'è andata. Non è stato affatto facile per me perché soffrivo e non potevo andare al lavoro o nemmeno mangiare, ho fatto molte ricerche su Internet, poi mi sono imbattuto in alcune bellissime testimonianze che le persone hanno condiviso sul dottor ADELEKE, quindi ho subito l'ho contattato e gli ho raccontato la mia storia Non ho mai saputo che il dottor ADELEKE potesse essere così gentile, mi ha detto che dovevo solo pagare gli articoli necessari per il mio lavoro e dopo che ha finito mia moglie tornerà da me entro 4 giorni e tutto è accaduto proprio come aveva detto e poi ho concluso che ho trovato un Dio sulla Terra e continuerò a testimoniare su di lui fino alla venuta di Cristo. Ecco i dettagli di contatto del Dr.ADELEKE (indirizzo e-mail; aoba5019@gmail.com numero Whatsapp; +27740386124)

rispondi
Annulla

    in evidenza

Dello stesso argomento


Canone Rai, lo paga l'inquilino o il proprietario

Canone Rai, lo paga l'inquilino o il proprietario. Lo scorso anno sono entrato a vivere in un appartamento in affitto completamento ammobiliato, pensate che non ho dovuto comprare nemmeno le posate: quest'anno