Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
107995 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
L'ENEL non può ritenersi responsabile del black-out
Problema condominiale? Inviaci un quesito

L'ENEL non può ritenersi responsabile del black-out

L'enel è solo il distributore di energia elettrica agli utenti finali.

Avv. Leonarda Colucci 

Black-out nazionale verificatosi il 27 e 28 settembre 2003. Il Tribunale di Benevento riforma la sentenza emessa dal Giudice di Pace che aveva condannato l'Enel al risarcimento dei danni subiti da alcuni utenti in occasione del, giungendo a conclusioni opposte.

Il caso. Alcuni utenti citavano in giudizio, dinanzi al Giudice di Pace, l'Enel per ottenere il risarcimento dei danni patiti a causa del black-out verificatosi in data 27 e 28 settembre 2003, ribadendo:

  • di aver stipulato un contratto di fornitura con l'Enel,
  • di aver subito danni a fronte del black-out verificatosi in tale data;
  • che il danno era riconducibile a responsabilità dell'Enel che non aveva adottato tutte le misure necessarie per evitare il verificarsi del danno.

Il giudizio di primo grado, si conclude con la condanna dell'Enel al risarcimento dei danni subiti dagli attori in conseguenza dell'interruzione del servizio di fornitura di energia elettrica.

L'Enel impugna tale sentenza ribadendo che, in primo grado, non era stata fornita alcuna prova del danno patito dagli attori puntualizzando, ulteriormente, nel merito i termini della vicenda.

La decisione. Il Tribunale di Benevento, accoglie i motivi posti dall'Enel. In particolare ha osservato che in ragione di quanto stabilito dal Decreto legislativo 79/1999, il suo ambito di intervento nel campo energetico si esaurisce nella distribuzione e nella vendita ai clienti di energia.

In particolare in Italia, la produzione di energia elettrica è attività esercitata da vari soggetti che la conferiscono alla rete di trasmissione nazionale gestita (GRTN spa) che, a sua volta, provvede a consegnare l'energia ai vari distributori.

L'Enel ha precisato che nel breve arco temporale in questione (27 e 28 settembre 2003) non poteva provvedere alla distribuzione di energia per non averne ricevuta da parte del GRTN Spa, rilevando che nessuna responsabilità poteva essergli addebitata data l'impossibilità della prestazione derivante da causa non imputabile al debitore ex art. 1218 c.c..

Il Giudice ha verificato che la trasmissione di energia alle cabine Enel avviene tramite l'intervento del GRTN spa, soggetto completamente autonomo rispetto ai singoli distributori di energia elettrica.

In base a tale valutazione la sentenza ha estrapolato due importanti concetti:

  • che solo il GRTN spa provvede alla gestione della rete nazionale ed alla trasmissione di energia elettrica a tutti i distributori nazionali;
  • che l'Enel può procurarsi energia esclusivamente dalla rete nazionale e quindi dal GRTN spa che la gestisce.

In pratica il GRTN spa deve essere considerato non solo come un soggetto autonomo rispetto all'Enel, ma soprattutto come un soggetto che rispetto ai singoli distributori si trova in una posizione di assoluta supremazia.

Fra l'altro la stessa Cassazione, attraverso due ordinanze, ha già puntualizzato che al GRTN spa compete il controllo di tutti i flussi di energia immessa e prelevata sulla rete e l'Enel non ha alcun potere nei suoi confronti. (Cass. Sez. ord. 822/2012 e ord.17705/2010).

In considerazione dell'attività e del ruolo svolto dal GRTN spa lo stesso non può in alcun modo essere considerato, nel caso di specie, come un ausiliario del debitore (Enel) nell'adempimento dell'obbligazione.

Fra l'altro, l'Enel non aveva neanche il potere di scegliere altro soggetto per la trasmissione di energia elettrica dato che il GRTN spa, poiché unico soggetto che controlla i flussi di energia a livello nazionale, opera in regime di monopolio.

In base a tale ricostruzione il Tribunale di Benevento conclude che non avendo il GRTN spa provveduto a fornire energia elettrica all'Enel, quest'ultimo non può essere condannato al risarcimento dei danni patiti dagli utenti finali per la mancata fornitura di energia elettrica, poiché il mancato adempimento dell'obbligazione gravante sul distributore di energia è stato determinato da fatto ad esso non imputabile.


Scarica Tribunale di Benevento, II° sez. civ., 11.4.2014 n. 841

Cerca: energia enel spa

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento