Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
110815 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Istallazione di telecamere in condominio e tutela della privacy
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Istallazione di telecamere in condominio e tutela della privacy

La telecamera sul balcone senza il via del condominio

 

La Corte di Cassazione ha in due diverse occasioni, con sentenza n. 22602 del 5 giugno 2008 e n. 44156 del 26 novembre, risolto i problemi di privacy che si pongono nei casi in cui un condomino decide di istallare delle telecamere, a protezione della propria unità abitativa.

Per quanto riguarda il capo condomino, è una figura professionale che nella prima fase, ciò quella di istallazione degli impianti di videosorveglianza, non ha nessun compito e/o potere di ingerenza, non deve autorizzare o vietare l’istallazione, né tanto meno può chiedere all’assemblea di pronunciarsi.

Và precisato che il condomino, che prende l’iniziativa di istallare l’impianto, ne sosterrà integralmente le spese e potrà utilizzare le parti comuni, conformemente all’art.1102 del c.c., rimanendo obbligato al pagamento dei danni, eventualmente provocati nelle parti comuni.

In quest’ultimo caso, la figura del capo condomino avrà un generale potere-dovere di citare in giudizio il condomino che provoca danni e che in via amichevole non si è adoperato per il loro ristoro, in forza dei poteri a lui riconosciuti dall’at.1131 c.c.

Il problema maggiore che si pone, in questi casi, è quello del rispetto della privacy, a cui è onerato il condomino che istalla le telecamere, il quale potrebbe incorrere in responsabilità, anche penali, qualora non si adegui agli atti del Garante, decalogo del 29 novembre 2000 e il provvedimento generale del 29 aprile 2004, che regolano l’istallazione ed utilizzo nei condomini di telecamere.

L’unico onere che ha il soggetto-condomino che decide di istallare delle telecamere, è di informare gli altri condomini. Le scene di vita riprese, non devono, pero, interessare vita privata altrui, atteso che ciò può costituire reato ai sensi dell’art 615bis c.p.

La sentenza n. 44156/2008, ha avuto modo di specificare che, si integra il reato di «Interferenze illecite nella vita privata», solo se sussistono due elementi e cioè “violazione di domicilio” con strumenti di videosorveglianza nonché “l’attinenza delle notizie o immagini alla vita privata”.

Di tal ché, la ripresa del passaggio di persone dal portone di ingresso non può considerarsi alla stregua di momenti di vita privata, quindi non può integrare il reato de quo, tuttalpiù se le riprese non sono effettuate in modo clandestino e/o fraudolento.

Cerca: telecamere istallazione privacy

Commenta la notizia, interagisci...
Andrea
Andrea giovedì 17 ottobre 2019 alle ore 14:59

posso mettere una telecamera sul mio balcone che punta alle campane della spazzatura differenziata per cogliere le targhe di chi abbandona i rifiuti per terra, o commetto reato?
grazie per ogni info utile

ANDREA LENZI
ANDREA LENZI giovedì 17 ottobre 2019 alle ore 20:16

mi spiace, ma mi sono spiegato male!

Intendevo chiedere se posso inquadrare con la mia telecamera installata sul mio balcone la porzione di marciapiede pubblico sulla quale poggiano le campane della differenziata; non si tratta di un bene comune condominiale

Rita
Rita venerdì 10 luglio 2020 alle ore 12:31

La mia vicina è stata avvisata dall'amministratore di non sbattere i tappeti fuori dal balcone. Ma lei continua e cosi mi entra la polvere in casa. Posso installare una telecamera che dimostra che continua a sbatterli. Grazie

Luca
Luca domenica 12 luglio 2020 alle ore 16:17

Si può mettere una telecamera sul balcone (secondo piano)che prenda anche il balcone di fronte, senza che amministratore e condomini lo sappiano?

Gabriele
Gabriele giovedì 24 settembre 2020 alle ore 10:48

Il mio vicino del palazzo difronte ha installato una telecamera di quelle girevoli elettronicamente, che spesso punta direttamente sulle mie finestre e balconi. Posso denunciarlo?

    in evidenza

Dello stesso argomento