Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
105707 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
L'isolamento acustico del solaio
Problema condominiale? Inviaci un quesito

L'isolamento acustico del solaio

Isolamento acustico del solaio

Angelo Pesce  

Per definizione l'isolamento acustico è pari alla differenza tra i valori medi dei livelli di pressione sonora che si hanno in due ambienti adiacenti, quello sorgente (in cui viene ha origine la fonte rumorosa) e quello ricevente (ove è presente il soggetto che percepisce il rumore).

Ricordiamo in breve come si propaga il rumore all'interno degli edifici; per diffondersi nell'ambiente ed essere quindi percepito dall'individuo, il rumore ha bisogno di un mezzo elastico (gas, liquido o solido) che ne consenta la trasmissione. In particolare, questa si suddivide in:

  • trasmissione per via aerea, quando il rumore si propaga liberamente nell'aria senza incontrare ostacoli solidi (ad esempio condotte d'aria o aperture) e sono quelli rivenienti da conversazioni, televisori, hi-fi, ecc.; in questo caso, a ridurne la diffusione contribuisce adeguatamente la massa del solaio a soletta piena;
  • trasmissione per via strutturale: il c.d. rumore impattivo, quando il rumore si propaga attraverso le strutture solide tramite vibrazioni elastiche (appartiene a questa categoria il rumore da calpestio, quelli generati dagli urti diretti sulla struttura edile, dalla caduta di oggetti o al loro trascinamento sul pavimento); la trasmissione strutturale termina quando la vibrazione arriva ad una struttura che, vibrando a contatto con l'aria, dà origine alla propagazione per via aerea; questa è la tipologia di rumore che si ripete con maggior frequenza e interessa di continuo i solai dell'edificio; in questo caso.

=> La festa è finita. E' reato violare i limiti dell'inquinamento acustico

Il solaio fra due unità immobiliari contigue rappresenta un importante elemento separatore e dunque, il suo appropriato isolamento, ha la principale funzione di garantire un elevato confort acustico (isolamento acustico).

Appare quindi evidente che una possibile soluzione a questo problema può essere quella di interporre tra i vari strati del solaio, un materiale fonoassorbente che attutisca i rumori e isoli i vari piani dell'edificio l'uno dall'altro. Il materiale isolante può essere posto in diversi punti del solaio:

  • tra la struttura portante e il massetto;
  • tra il massetto e la pavimentazione;
  • direttamente sotto la struttura portante, sottoforma di controsoffitto.

Quest'ultima soluzione è spesso impiegata nei casi di luoghi di lavoro in edifici già esistenti, dove ovviamente è più difficile intervenire direttamente sulle strutture; tuttavia, non risulta la migliore perché non impedisce la trasmissione laterale del rumore e quindi che esso possa propagarsi attraverso le pareti dell'edificio.

Per questo motivo la soluzione migliore è rappresentata dalla realizzazione di un massetto galleggiante fonoisolante, che si ottiene posizionando del materiale elastico, come detto, tra la struttura e il massetto.

Questa soluzione è attuabile, ovviamente, nei casi di costruzione di nuovi edifici, o in caso di interventi di ristrutturazione di una certa entità, dove è previsto anche il rifacimento del massetto.

Negli edifici esistenti, però, può risultare eccessivamente dispendioso smantellare completamente il massetto, per cui una soluzione alternativa può essere rappresentata dall'adozione di un materassino fonoisolante sottopavimento.

=> L'omissione del materassino fonoassorbente può considerarsi un grave vizio?

Materiale isolante

Il prodotto è disponibile in commercio in comodi rotoli o pannelli, che permettono di realizzare dei massetti galleggianti perfettamente isolati dal supporto e in grado di raggiungere le classi di efficienza acustica più performanti previste dalla normativa vigente. Sono comunque membrane adatte per l'isolamento non solo acustico, ma anche termico dei solai.

Ci sono membrane fonoisolanti a basso spessore in gomma e sughero applicabili su sottofondi cementizi, prima della posa in opera del pavimento, oppure su vecchie pavimentazioni in ceramica o pietra naturale, prima dell'applicazione di un nuovo pavimento sovrastante.

=> L'isolamento acustico del solaio

C'è anche la membrana bitume polimero elastoplastomerica con armatura in poliestere, accoppiata ad uno strato resiliente in fibra di poliestere e rivestita in superficie da un tessuto non tessuto in polipropilene.

L'accoppiamento della membrana bitume polimero alla fibra in poliestere, permette di assorbire e smorzare i rumori e consente a varie tipologie di solaio di rientrare nei parametri previsti dalla normativa.

Si applicano anche materassini isolanti sottopavimento in polietilene espanso accoppiati a tessuto serigrafato antilacerazione e tessuto agugliato per migliorare l'abbattimento acustico.

Questi sono adatti in tutti i casi in cui si necessiti di elevato confort acustico e di resistenza alla pedonabilità ed alla lacerazione, ma non sia possibile il rifacimento del massetto. È necessario, però, che il massetto abbia almeno 6 cm di spessore. Per spessori inferiori si dovrebbero armare i massetti con idonea rete o con fibre.

=> Tutto sui problemi dei rumori e delle immissioni. Ecco come fare...

Cerca: acustico rumore solaio

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento