Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
107041 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Garante, le regole sulla tutela della privacy in condominio
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Garante, le regole sulla tutela della privacy in condominio

Informazioni condominiali e privacy

 

E’ il garante che detta le regole sulla tutela della privacy in condominio. Con i suoi provvedimenti, non ultimo quello del 11.05.2006, l'Authority ha raccolto la summa delle norme sulla riservatezza nel trattamento di dati .

Il provvedimento, che raccoglie anche il dettato di precedenti orientamenti, si rivolge agli amministratori e costituisce un riferimento sui comportamenti da adottare, innanzitutto quelli che riguardano le informazioni oggetto di trattamento.

Informazioni e loro trattamento che riguardano solo i beni comuni e le attività di gestione tra cui anche i dati relativi a ciascun partecipante il condominio.Si tratta di dati anagrafici, indirizzi, valori millesimali.

Ogni condomino ha diritto di conoscere della situazione contabile degli altri condomini e l’amministratore ha il dovere di informare la totalità dei partecipanti al condominio sia in sede di rendicontazione annuale, sia quando un condomino gli facesse esplicita, seppur non motivata, richiesta.

La diffusione dei cosiddetti dati sensibili può avvenire solo con l’esplicito consenso dei soggetti interessati : si pensi ai dati per atti giudiziari, a quelli per la tenuta dei libri paga dei dipendenti, a quelli sanitari quando si tratta di delibere per l’eliminazione delle barriere architettoniche utili ai disabili.

Sarebbe quindi buona abitudine non invitare estranei alle assemblee condominiali, se non per i casi in cui risulti indispensabile la presenza di tecnici o di consulenti e sempre, in queste circostanze, con il consenso delle persone interessate.

Tra i divieti di diffusione di dati personali, restano quelli riguardanti l’affissione in bacheca condominiale di notizie riguardanti le morosità di alcuni proprietari o la videoregistrazione delle riunioni in assenza del consenso dei condomini riuniti.

Per quanto riguarda il diritto di accesso ai dati, è l'amministratore, che, in quanto rappresentante del condominio, ha diritto di accedere a dati riferibili ai componenti lo stabile e relativi contratti di fornitura o dati sul consumo di acqua o energia e ai contratti d’appalto. Resta al singolo proprietario la possibilità di ricevere copia dei documenti contabili.

Cerca: privacy regole garante

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento