Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
108363 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
ICI.Aliquota maggiorata per gli immobili sfitti
Problema condominiale? Inviaci un quesito

ICI.Aliquota maggiorata per gli immobili sfitti

Immobili non locati da almeno due anni, si applica l'aliquota maggiorata del 2 per mille

Redazione Condominioweb 

Trattandosi di una norma speciale espressamente derogatoria del limite massimo dell'aliquota ordinaria stabilito dalla normativa vigente, non sono consentite interpretazioni restrittive o estensive della stessa.

"Per gli immobili non locati, per i quali non risultino essere stati registrati contratti di locazione da almeno due anni e sempre che non siano utilizzati, da almeno due anni, dal proprietario come abitazione, in deroga al limite massimo di legge, si applica un'aliquota Ici maggiorata del 2 per mille" (Cassazione Civile n. 23052 del 17/09/2019).

La vicenda . Con separati ricorsi, proposti dinanzi alla Commissione tributaria provinciale, Tizio impugnava due avvisi di accertamento in rettifica notificatigli dal Comune per infedele, inesatta e/o incompleta dichiarazione ICI degli anni 2007 e 2008, in relazione ad un immobile al quale il Comune aveva applicato l'aliquota maggiorata del 2 per mille sulla aliquota ordinaria del 7 per mille (e così, complessivamente, l'aliquota del 9 per mille), trattandosi di immobile nel quale il contribuente non aveva la residenza.

Deduceva il ricorrente di aver avuto la residenza nell'immobile de quo sino al 20/3/2007, sicché detto immobile poteva essere tassato con un aumento del 2% ai fini ICI solo dopo due anni, se non locato con contratto registrato . La Ctp respingeva il ricorso con sentenza confermata anche in Ctr.

Il contribuente proponeva quindi ricorso per cassazione, deducendo la violazione dell'art. 2, comma 4, legge 431/98.

Il ragionamento della Cassazione. Secondo i giudici di legittimità il ricorso era fondato.

Difatti, la sentenza impugnata, aveva attribuito alla disciplina un significato erroneo,pervenendo a ritenere, in contrasto con il chiaro tenore della norma, che nel caso in esame, la maggiorazione del due per mille fosse immediatamente applicabile dalla data in cui il contribuente aveva lasciato la residenza.

Diversamente da ciò, secondo gli ermellini, trattandosi di una norma speciale, espressamente derogatoria del limite massimo dell'aliquota ordinaria, non erano consentite interpretazioni restrittive o estensive, laddove la ratio della previsione è quella di disincentivare situazioni di immobili lasciati sfitti e non utilizzati, riconoscendo comunque al proprietario,prima di dover subire l'applicazione dell'aliquota maggiorata, un lasso di tempo congruo (2 anni) per valutare le possibili opzioni di godimento e la convenienza di un eventuale contratto di locazione. A tali principi non si era quindi attenuta. Per tali motivi, il ricorso è stato accolto e la pronuncia cassata con rinvio.

Cerca: ici aliquota maggiorata

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento