Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
111544 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Responsabile la società costruttrice per i fenomeni di condensa presenti nell'immobile appena costruito
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Responsabile la società costruttrice per i fenomeni di condensa presenti nell'immobile appena costruito

I gravi difetti consistono in quelle alterazioni che in modo apprezzabile riducono il godimento del bene nella sua globalità

Avv. Maurizio Tarantino 

I gravi difetti che ai sensi dell'art.1669 c.c. fanno sorgere la responsabilità dell'appaltatore nei confronti del committente e dei suoi aventi causa consistono in quelle alterazioni che in modo apprezzabile riducono il godimento del bene nella sua globalità.

La vicenda . Con atto di citazione, Tizio ha agito in giudizio affinché la società beta fosse dichiarata responsabile per i danni presenti nell'immobile di sua proprietà e fosse per tale ragione condannata a corrispondergli un congruo risarcimento, da lui quantificato in 20 mila euro.

Invero, successivamente alla compravendita, dopo aver preso possesso dell'immobile, l'attore avrebbe constatato alcuni difetti sul bene, in particolare relativi alla planarità(riscontrati sulla pavimentazione e la non perfetta verticalità delle murature) e della condensa, sollecitando la società costruttrice ad intervenire per risolverli.

In scrittura privata l'attore aveva riconosciuto il proprio debito nei confronti della società pari a 16.500 euro relativo al valore di materiali e posa in opera impiegati per lavori extra capitolato eseguiti dal costruttore e la convenuta a sua volta aveva riconosciuto che l'attore aveva rilevato alcuni vizi nell'esecuzione di lavori, contestandone però sia la sussistenza e sia la natura.

Le parti concordemente hanno deciso di adire la giustizia ordinaria al fine di dirimere le loro controversie.

L'attore, in particolare, ha chiesto dunque in applicazione degli artt. 1667 o art. 1669 c.c. la riduzione del prezzo dell'immobile di 20.000,00 euro, la condanna della convenuta alla restituzione della somma indicata ed al risarcimento del danno nella misura ritenuta di giustizia.

In via subordinata, ha chiesto in applicazione dell'art. 2043 c.c., con la condanna della società alla rifusione del danno conseguente alla presenza dei vizi nella misura di 20.000,00 euro, con vittoria di spese e competenze di lite.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Sentenza inedita
Scarica Tribunale di Brindisi del 10/01/2020 n. 39

Cerca: gravi difetti condensa

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento