Condominio Web: Il portale N.1 sul condominio
108020 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Tari: chi alleva polli in casa paga meno tasse
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Tari: chi alleva polli in casa paga meno tasse

Progetto "adotta una cocca". Chi prende in casa quattro galline ha in cambio uno scontro sulla Tassa dei rifiuti. Ogni pennuto smaltisce infatti circa 150 kg di umido l'anno che non finiranno in discarica.

Redazione Condominioweb 

La tassa sui rifiuti. La Tari è uno dei tre tributi di cui si compone la Iuc (imposta unica comunale), insieme all'Imu (imposta municipale) e alla Tasi (tributo sui servizi indivisibili).

Si tratta di una tassa comunale destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti a carico dell'utilizzatore, istituita dall'art. 1 c. 639 L. n. 147/2013 (cd. legge di stabilità per l'anno 2014), che ha sostituito le precedenti Tia (tariffa di igiene ambientale), Tarsu (tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani) e Tares (tributo comunale sui rifiuti e sui servizi).

Quanto ai presupposti, ai sensi dell'art. 1 c. 641 L. n. 147/2013, il presupposto della Tari è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.

Sono escluse dalla Tari le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali di cui all'articolo 1117 del codice civile (cd. aree comuni quali, ad esempio, scale e androne) che non siano detenute o occupate in via esclusiva.

La Tari, pertanto, deve essere corrisposta da chiunque possiede o detiene un immobile idoneo a produrre rifiuti urbani, ne sia o meno proprietario, con la precisazione che, in caso di pluralità di possessori o detentori, gli stessi rispondono in solido del pagamento dell'unica obbligazione tributaria ex art. 1 c. 641 L. n. 147/2013.

I progetti comunali. Con l'approvazione in Consiglio Comunale del progetto denominato "Adotta una Cocca", il Comune di Latronico (Potenza, Basilicata) ha concesso uno sconto del 10% sulla componente variabile del tributo TARI a tutti coloro in possesso di galline.

Questi volatili, infatti, contribuiscono ad abbattere la componente organica del rifiuto (il cosiddetto umido) arrivando a smaltire fino a 150 kg dello stesso all'anno per singola gallina.

Per poter beneficiare dello sconto è necessario possedere un pollaio con almeno n. 4 unità dotato del codice stalla avicola rilasciato dall'ASP e rispettare quanto previsto nel regolamento di igiene urbana (il pollaio deve essere posizionato al di fuori del centro abitato); infine, essere in regola con il pagamento dei tributi comunali. Le eco-galline di Guardistallo sono state premiate al Senato.

Ed ancora, anche nel Consiglio Comunale del Comune di Guardistallo (Pisa, Toscana), è stata approvata la modifica del comma 3 dell'Art. 28 (Disposizioni riguardanti gli animali da allevamento e da stalla e da cortile).

In pratica, le modifiche introdotte prevedono il passaggio da 2 a 4 del numero di esemplari di animali "da cortile" che possono essere allevati nell'ambito urbano dei centri abitati (variazione finalizzata anche a rendere accessibile alle famiglie ubicate nel centro urbano la riduzione del 10% sulla quota variabile della TARI così come previsto dal progetto "adotta una cocca".

=> Vuoi risparmiare sulla tassa rifiuti? Adotta un cane

L'importanza del progetto. Il progetto oltre ad essere senza dubbio "al di fuori degli schemi" è sicuramente innovativo ed ha una valenza anche educativa in quanto aiuta a comprendere come ogni aspetto della realtà sia connesso con l'altro e possa condizionarlo.

Difatti, la volontà di rendere accessibile a tutti i cittadini del Comune (anche quelli che risiedono in ambito urbano) il Progetto "adotta una cocca", con il quale si riconosce ai cittadini uno sconto sulla TARI a chi adotta 4 galline, comporta benefici ambientali ed educativi che vanno dalla riduzione della quantità di rifiuti vegetali (scarti delle mense familiari) e dei rifiuti di plastica e cartone degli imballaggi (porta-uova confezionate).

In conclusione, con tali iniziative, l'obbiettivo della Pubblica Amministrazione è quello di abbattere il costo dello smaltimento dell'umido e di sensibilizzare la cittadinanza sulla necessità di contribuire ad effettuare una raccolta differenziata sempre più attenta e migliore.

=> Animali in condominio. Il pony è da compagnia

Cerca: galline in casa riduzione tari

Commenta la notizia, interagisci...
Maria Silvia
Maria Silvia mercoledì 13 febbraio 2019 alle ore 11:47

io di galline ne o 12 cosa devo fare

    in evidenza

Dello stesso argomento