Vai al contenuto
Tabata74

Voucher per la gestione del verde condominiale

Buongiorno a tutti, chiedo se è possibile assegnare la gestione del verde condominiale ad un giardiniere (preciso che è una persona in pensione che già fa lo stesso lavoro in un altro condominio speculare la ns, quindi con le stesse esigenze), pagandolo con i voucher.

Attualmente stiamo pagando un sacco per la manutenzione del verde, circa 1300€ all'anno complessivamente, per avere (da una ditta specializzata), 5 sfalci/anno del verde comune (non c'è un gran verde che necessiti di tanti sfalci), più 2 tagli della siepe all'anno e pulizia della scarpata 1 volta l'anno (ci troviamo in zona di montagna, ma la scarpata non è irta o pericolosa).

Ho provato in assemblea a proporre questa idea, ma l'amm.re preferisce ditte specializzate perchè "se succede qualcosa siamo fuori da ogni responsabilità..".... ma credo che anche i voucher assicurino un minimo di quota inail, quindi non vedo quale possa essere il problema...

Voi cosa ne pensate?

Grazie per le discussioni a seguire.

Tabata.

Buongiorno a tutti, chiedo se è possibile assegnare la gestione del verde condominiale ad un giardiniere (preciso che è una persona in pensione che già fa lo stesso lavoro in un altro condominio speculare la ns, quindi con le stesse esigenze), pagandolo con i voucher.

Attualmente stiamo pagando un sacco per la manutenzione del verde, circa 1300€ all'anno complessivamente, per avere (da una ditta specializzata), 5 sfalci/anno del verde comune (non c'è un gran verde che necessiti di tanti sfalci), più 2 tagli della siepe all'anno e pulizia della scarpata 1 volta l'anno (ci troviamo in zona di montagna, ma la scarpata non è irta o pericolosa).

Ho provato in assemblea a proporre questa idea, ma l'amm.re preferisce ditte specializzate perchè "se succede qualcosa siamo fuori da ogni responsabilità..".... ma credo che anche i voucher assicurino un minimo di quota inail, quindi non vedo quale possa essere il problema...

Voi cosa ne pensate?

Grazie per le discussioni a seguire.

Tabata.

il voucher è una particolare modalità di prestazione lavorativa riconducibile a lavori svolti in modo saltuario, se prevedi che per tutto l'anno 2016 la persona in pensione farà la manutenzione del verde per il condominio la prestazione non ha più carattere saltuario. Quindi il condominio diventa datore di lavoro e dovrai rispettare tutte le normative del caso. In pratica non assumi una persona ma ti configuri come "datore di lavoro", anche se per lavoro occasionale, e prima che questa persona cominci a lavorare devi comunicare a Inps che la tal persona il giorno x farà un lavoro e tu la pagherai con voucher.

....il condominio diventa datore di lavoro e dovrai rispettare tutte le normative del caso. In pratica non assumi una persona ma ti configuri come "datore di lavoro", anche se per lavoro occasionale, e prima che questa persona cominci a lavorare devi comunicare a Inps che la tal persona il giorno x farà un lavoro e tu la pagherai con voucher.

5 sfalci, 2 tagli ed una pulizia annuali...

saranno 8 giorni di lavoro in tutto l'anno.

A parte il fatto che non ci sarà problema ad indicare i giorni in cui il prestatore d'opera farà il lavoro, ti consiglio di vedere la trasmissione "report" su questo argomento.

C'è stato un lavoratore edile che prima è andato a lavorare, poi si è infortunato e poi è stato dichiarato l'inizio lavoro.

L'operaio è stato risarcito dall'INAIL, tutto nella perfetta legalità perchè siamo in Italia.

 

Utilizzare i voucher per 8 giornate lavorative in un anno è perfettamente legale.

L'amministratore può consigliare ma non spetta a lui dover decidere.

Se non vuole eseguire la delibera può anche dimettersi.

5 sfalci, 2 tagli ed una pulizia annuali...

Utilizzare i voucher per 8 giornate lavorative in un anno è perfettamente legale.

L'amministratore può consigliare ma non spetta a lui dover decidere.

Se non vuole eseguire la delibera può anche dimettersi.

 

... Infatti dovremo poi deliberare il tutto in assemblea, e con questo far presente il rapporto costi/benefici.... Ma la cosa che mi mette un pò di dubbi è il fatto che la persona che farebbe il lavoro è un pensionato... non è più "in età lavorativa"... si può fare lo stesso?

Grazie.

... Infatti dovremo poi deliberare il tutto in assemblea, e con questo far presente il rapporto costi/benefici.... Ma la cosa che mi mette un pò di dubbi è il fatto che la persona che farebbe il lavoro è un pensionato... non è più "in età lavorativa"... si può fare lo stesso?

Grazie.

Il pensionato dovrà lavorare in un condominio e non in Ente Pubblico.

I limiti di lavoro privato li mettono i committenti privati.

Se il lavoratore si sente idoneo ed a voi sta bene, può lavorare anche fino a 90 anni.

Fatti un giro per le campagne e scoprirai quanti agricoltori che coltivano la propria terra fanno lavori ben più pesanti del giardinaggio pur avendo superato l'età pensionabile.

Quando usi i voucher il condominio diventa 'datore di lavoro' con tutte le problematiche connesse vedi il d.gls 81/2008.

Quando usi i voucher il condominio diventa 'datore di lavoro' con tutte le problematiche connesse vedi il d.gls 81/2008.

Per questo il condominio nomina un amministratore, per risolvere tutte le problematiche (compilerà il DVR o lo farà compilare una volta per tutte).

Si trattasse solo di pagare le bollette e ripartire le spese, potrebbe farlo un qualsiasi condòmino che abbia fatto la scuola d'obbligo.

 

Se l'attuale amministratore non se la sente di gestire un lavoratore occasionale mediante voucher, nulla vieta di fare una ricerca di mercato tra gli amministratori, magari laureati e nuovi di corso.

Si potrebbe scoprire che ci sono tanti amministratori preparati, con tanta voglia di far bene e magari in regime fiscale forfettario faranno risparmiare anche il 22% perchè non dovendo versare l'IVA allo Stato, la scaleranno dal compenso lordo.

Più semplice trovare una ditta che voglia meno dei 1300 euro anno dichiarati nel post iniziale.

Più semplice trovare una ditta che voglia meno dei 1300 euro anno dichiarati nel post iniziale.

Bisognerebbe capire quante ore di lavoro effettua la ditta in quegli 8 giorni e di quanto "si accontenta" il pensionato.

Bisognerebbe capire quante ore di lavoro effettua la ditta in quegli 8 giorni e di quanto "si accontenta" il pensionato.

 

quelli della ditta in un'ora fanno il taglio ordinario dell'erba intorno a tutto il condominio con il "frustino", e passano poi con i soffioni ad aria, per liberare le paladiane in modo molto sbrigativo, ma intasando le griglie di deflusso delle acque piovane...sono sempre in due, quindi 2 ore per volta, altrettanto per la scarpatina (qui solo taglio ovviamente), idem per la siepe. Un giorno mi trovavo in condominio, e ho fatto presente loro che non potevano continuare a pulire in quel modo, andando ad intasare e creare un sacco di problemi in seguito... se ci credete, quel giorno sono rimasti a fare le cose per bene e hanno impiegato 2,5 ore... erano in due, ma se anche il pensionato mi fa il doppio del tempo (xchè è da solo), di sicuro lo fa con più cura, senza la velocità e la superficialità con cui mi stanno lavorando quelli della ditta. L'amm.re dice di aver sentito altre ditte, ma a quanto sembra lavorano tutti su quelle cifre...sinceramente comincio a dubitare di questo.. non sono residente in condominio, quindi mi risulta difficile controllare sempre tutto, ma non impossibile..... (tra l'altro sono tutte seconde case, di residenti c'è solo una signora anziana). A questo punto mi informerò personalmente.

...sono sempre in due, quindi 2 ore per volta, altrettanto per la scarpatina (qui solo taglio ovviamente), idem per la siepe....

Hai detto tutto.

8 ore lavorative di ciascun operaio = 16 ore totali per un costo di 1.300 euro.

Oltre 80 euro ad ora...

Il pensionato forse sarebbe strafelice con 10 euro ad ora.

Hai detto tutto.

8 ore lavorative di ciascun operaio = 16 ore totali per un costo di 1.300 euro.

Oltre 80 euro ad ora...

Il pensionato forse sarebbe strafelice con 10 euro ad ora.

I rifiuti come gli smaltisce il pensionato?

attualmente la ditta che esegue il lavoro lascia tutto il verde tagliato sul posto, non raccoglie nulla ma soffia solo sulla pavimentazione perchè mentre taglia col frustino sparge erba ovunque... per la siepe raccoglie la risulta che ricade verso il condominio sul furgoncino e lascia in scarpata il resto...

Il pensionato dall'altra parte raccoglie e porta il verde nel cassonetto del fogliame e arbusti che abbiamo vicinissimo a noi (tranne nella scarpata, lì lascia anche lui l'erba tagliata in modo da impedire la ricrescita immediata); la siepe è talmente corta (come lunghezza e altezza), che non dà un volume di materiale di risulta tale da dover smaltire per forza con un furgone, infatti anche quel fogliame con un paio di giri vien portato nel cassonetto del verde... E' proprio per questo motivo di "poco volume di lavoro" che non riesco a capire il perchè dare la gestione ad una ditta esterna... posso capire lo sfoltimento degli alberi per il quale serve una certa attrezzatura come il cestello ecc.., ma per il resto lo vedo piuttosto oneroso e inutile...

×