Vai al contenuto
Deryn

Vivere nell�ansia costante a causa di un vicino molesto

Ormai da quasi un anno la mia vita in condominio è fatta di minacce, insulti, molestie da parte del vicino del piano di sotto. Avevo già scritto su questo forum sempre per lo stesso vicino, ma più passa il tempo, più la situazione peggiora.

Lui lavora di notte e pretende massimo silenzio di giorno perché deve dormire, quindi io non posso neanche pulire casa se non voglio ritrovarmelo dietro la porta.
Ormai, praticamente un giorno si e uno no, viene a suonare insistentemente alla porta, anche per 15/20 minuti continui, con tanto di urla, insulti e pugni sulla porta, l’ultima volta ha anche sputato sulla mia porta, ogni volta che io faccio un movimento in casa: sposto una sedia (hanno i gommini sotto), mi cade un oggetto a terra, passo l’aspirapolvere, faccio la lavatrice, cammino, i miei cani camminano, tutto questo sempre in orari consentiti dal nostro condominio (8:00-20:00) lui sembra sempre attento ai miei spostamenti e pronto a venire a suonarmi. Ovviamente presto la massima attenzione a fare il minor rumore possibile, mi ritengo una persona silenziosa e nessuno si è mai lamentato oltre lui, ma a lui questo non basta.

A causa sua ho anche continui attacchi di panico e ansia, ogni volta che è dietro la mia porta mi blocco, inizio a tremare e non riesco più a muovermi, in più ho paura di uscire di casa anche solo per portare i cani a fare una passeggiata perché ho paura di incontrarlo o a lasciare i cani da soli per paura che mi entri in casa e gli faccia qualcosa. Tutto questo è il risultato di un anno di molestie e minacce (ha detto al mio fidanzato di stare attento e che stiamo facendo un gioco pericoloso). Avevo pensato di denunciarlo, ma essendo lui una testa calda sono sicura che le cose sarebbero solo peggiorate, quindi mi ritrovo qui a non sapere più dove sbattere la testa e in cerca di vostri consigli sul da farsi, perché purtroppo non posso cambiare casa perché ho perso il lavoro e ormai non sto più vivendo.

 

Grazie in anticipo a chi risponderà

Deryn dice:

A causa sua ho anche continui attacchi di panico e ansia

Sono sincero: in altre occassioni non son stato tenero con chi fa rumori, ma nel tuo caso non è così e un colloquio con i carabinieri io lo farei e se le minacce scontinuano a potrarsi contatterei anche un avvocato per vedere cosa fare.

Deryn dice:

Avevo pensato di denunciarlo, ma essendo lui una testa calda sono sicura che le cose sarebbero solo peggiorate,

Un dialogo con la  locale caserma dei carabinieri potrà esserle utile.

Sono situazioni che conoscono bene e sanno come fare per "calmare" anche i più "cattivi"...

Fossi in lei perderei mezz'ora per andare a chiedere consiglio in caserma......

Mi sembra impossibile anche a me, ma devo darti ragione e metterti sull'avviso.

 

So per esperienza diretta, purtroppo, che chi è sensibilizzato dai rumori, soffre per ogni cosa, ma questo è un caso paradossale. 

Anche a noi, da fastidio l'aspirapolvere passato ogni giorno per due ore nel primo pomeriggio, ma solo perché gli stessi vicini non ci fanno dormire la notte.

 

Tra l'altro, tornando dal lavoro, dovrebbe essere stanco e non avvertire in modo così pesante i rumori prodotti dalla vita domestica in orari diurni, quando gli stessi sono attutiti dal rumore di fondo della vita quotidiana.

 

Sembrerebbe un signore oltremodo stressato e, forse, qualcosa di più.

 

In questo caso, visto che nei casi contrari non lo fanno, le forze dell'ordine dovrebbero intervenire. Recatevi insieme e fate un esposto, esponendo le minacce (sono l'unica cosa che conta) e l'atteggiamento da stalker (le continue scampanellate) chiedendo che il signore venga convocato con urgenza.

Vi auguro di trovare graduati che vi prendano sul serio e lo ammoniscano in modo incisivo (noi non abbiamo avuto la stessa fortuna).

 

Intanto, per quanto possibile, prova ad andargli ulteriormente incontro facendo attenzione con i rumori più pesanti, anche se, da quanto ho capito, si inalbera per qualsiasi cosa.

I condomini sono un inferno in terra.

 

Ah, potreste anche chiamarli mentre lui vi scampanella, mostrando paura e chiedendo un intervento. 

Sul fatto di peggiorare la situazione se lo denuncerai purtroppo devo darti ragione. Il tuo vicino mi sembra la classica testa calda e probabilmente lo stress che ha accumulato ha acuito la sua nevrosi. I carabinieri in questi casi possono fare ben poco, se non intrattenerlo con una chiaccherata che servirà a calmare le acque per un pò. Ma si tratterà di un tempo limitato. Bisognerebbe anche capire come è strutturato il vostro caseggiato, perchè se è stato costruito male anche un banale rumore domestico rimbomba e può dare un tremendo fastidio. In caso di ulteriori dissidi, fossi in te proverei a parlarci con calma e a ragionarci e a capire l' eventuale fonte originaria del problema. Se anche questo tuo ultimo tentativo fallisse miseramente, temo che non ti resti che cercare di ignorarlo e di non dargli spago e se dovesse di nuovo minacciarvi pesantemente o aggredirvi moralmente ( con insulti, pugni contro la porta di casa vostra, ecc... ) chiedete aiuto alle autorità locali o a qualche associazione che si occupa di casi simili. Purtroppo la vita nei condomini è sempre più difficile e gli stati d' ansia a causa di un vicinato molesto sono diventati un fatto molto diffuso.

Se ti va tienici aggiornati. Ciao

 

Paola74 dice:

Sul fatto di peggiorare la situazione se lo denuncerai purtroppo devo darti ragione.

non sono d'accordo.

Il colloquio-segnalazione alla competenti autorità  pone l'individuo sotto controllo.

Lui lo sa molto bene.

Quindi l'effetto non  può che essere positivo per Deryn.

Modificato da Nanojoule
  • Mi piace 1
Nanojoule dice:

non sono d'accordo.

Il colloquio-segnalazione alla competenti autorità  pone l'individuo sotto controllo.

Lui lo sa molto bene.

Quindi l'effetto non  può che essere positivo per Deryn.

A livello pratico non cambia nulla, nessuno viene posto sotto controllo giudiziario perchè litiga con un vicino. E inoltre un individuo violento potrebbe compiere delle ritorsioni. Sono sempre situazioni da valutare attentamente, ma se Deryn trarrà giovamento da questa azione tanto meglio! Sarebbe una notizia incoraggiante. 

Secondo me, la cosa migliore è rivolgersi a un legale per mandargli una diffida. Magari prima potresti chiedere un intervento amichevole da parte dell'amministratore condominiale. Non bisogna subire, se si ha ragione.

  • Mi piace 1

Cinny io infatti non parlavo di subire, assolutamente no. Ma di valutare bene la situazione. Deryn è una donna che vive sola e questo tizio è un pericoloso energumeno. Se non si è in pericolo di vita ( magari per un' aggressione incombente ) la polizia non può intervenire, e quindi non può prevenire ritorsioni. La realtà concreta è questa. Quindi occorre adottare misure "psicologiche" di sopravvivenza al fine di proteggersi. E' una cosa diversa dal subire passivamente.

la prima cosa che consiglio è Denunciare chiaramente eventuali minacce alla forza pubblica cosi da poter essere tranquilli qualsiasi cosa accada portando alla luce del sole la situazione.
 

Punto secondo lo stalking condominiale è riconosciuto ormai dalla legge, molte situazioni in tribunale trattano la tematica, dunque è importante valutare la via legale senza sentirsi vittime di chi ci sta facendo del male.
 

Terza cosa, sicuramente il vivere una situazione del genere non è salutare, se pensi che le cose possano degenerare o ti senti in pericolo, valuta seriamente di cambiare aria. Comprendo che la situazione lavorativa sia un grosso limite, ma la salute viene prima di tutto... in altre parole meglio una mansarda fredda dove dormi tranquilla, che una villa dove devi guardarti le spalle (ciò non esclude di denunciare il fatto, anzi probabilmente potrà in qualche modo inibire l'eventuale aggressore ad avere atteggiamenti molesti in futuro verso il prossimo).

Modificato da Cervoni
  • Mi piace 1
Cervoni dice:

la prima cosa che consiglio è Denunciare chiaramente eventuali minacce alla forza pubblica cosi da poter essere tranquilli qualsiasi cosa accada portando alla luce del sole la situazione.

anziché una denuncia in prima fase basterebbe anche un semplice colloquio con la locale stazione Carabinieri.

La posizione che occupano li pone come esperti per per questi problemi, potranno sicuramente dare ottimi consigli e procedure di attivazione.

Ritengo che la competenza di queste persone sia più che autorevole.

 

  • Mi piace 1

Finora non ho letto o sentito di una sola persona ( dico UNA ) che abbia tratto un reale e concreto beneficio dall' intervento della forza pubblica o degli organi legislativi. E per beneficio intendo il risarcimento per i danni materiali e morali subìti o anche solo il ravvedimento della parte colpevole, e quindi la conseguente cessazione DEFINITIVA dei comportamenti molesti. Senza contare i soldi, il tempo e le energie che si spendono andando per tribunali ( dove gli esiti per la parte lesa sono sempre molto incerti ).

 

Il fatto che un comportamento illecito sia riconosciuto dalla legge non significa che possa essere punito facilmente, anche perchè - e lo dico per esperienza personale - procurarsi le prove dello stalking condominiale è tutt' altro che semplice. E alla fine sono quelle - insieme forse a qualche testimonianza favorevole - a determinare l' esito della procedura. 

 

Piaccia o no, per una risoluzione rapida e immediata del problema ( cioè per evitare il più possibile fastidi ), escludendo il cambiare casa - e non tutti possiamo farlo - non resta che attuare una serie di strategie "furbe" che vanno ad influire sul piano psicologico, riservandosi di ricorrere alle forze dell' ordine solo in casi estremi ( pericolo imminente, aggressione, minacce esplicite ). In quest' ultimo caso si, è utile l' intervento dei carabinieri. Ma solo appunto in quest' ultimo caso. 

 

Suggerisco anche di fotografare, registrare o filmare qualsiasi cosa possa essere utile ai fini di un esposto: atti vandalici, minacce vocali o scritte, condotte moleste di vario tipo, ecc.. Fatelo ogni volta che se ne presenta l' occasione e poi conservate tutto in uno specifico archivio. Se possibile, cercate anche di avvalervi delle testimonianze di persone a voi solidali e che conoscono i fatti. 

io vorrei aggiungere che legali specializzati in queste cose così come le forze dell'ordine servono anche a dare suggerimenti pratici e utili su come comportarsi con questi soggetti, in particolare le forze dell'ordine, a me è capitato di chiamarle per alcune cose e mi hanno dato delle dritte utilissime

visto che si parla di una donna  non so se possono tornare utili anche le associazioni per le donne, potresti provare a sentire anche loro

Aggiornamento 4 mesi dopo: oggi.

 

La situazione, purtroppo peggiora sempre di più. Adesso oltre le minacce, siamo arrivati ai fatti.
Pugni sulla porta alle 7 del mattino mentre dormiamo, martellate sulla porta, spioncino distrutto più un buco nella porta blindata, tutto questo solo perché gli andava di farlo, in quanto noi eravamo ancora a letto e non stavamo facendo nessun tipo di rumore.

In più adesso, di sicuro lo fa apposta, urla fortissimo dall’una alle quattro di notte circa, impedendomi in ogni modo di dormire, oltre che a causarmi un nervoso ed uno stress inverosimile.
Siamo arrivati alla conclusione che sia, oltre che violento, ignorante e incivile, anche pazzo, perché se no non si spiega.

Inutile dire che non sto vivendo più, cammino sulle uova anche durante il giorno per non fare rumore, l’aspirapolvere l’ho rimessa nella scatola visto che non posso usarla a nessuna ora del giorno e ho dovuto rifiutare una proposta di lavoro perché ho letteralmente il terrore di uscire e lasciare i cani da soli per paura che me li uccida.

I Carabinieri non posso intervenire perché “non abbiamo prove che sia stato lui”, beh magari forse, interverranno quando ci scapperà il morto? Boh.
Ho parlato della situazione ai proprietari del mio appartamento in affitto, che a loro volta hanno contattato l’amministratore di condominio, il quale non sembra interessarsi molto alla situazione. Hanno sporto denuncia contro ignoti per la porta e consigliatomi di fare denuncia a mia volta contro di lui, ma io davvero non ho il coraggio, perché sono SICURA che peggiorerebbe solo la situazione, ora che è diventato ancora più violento più che mai.

Io davvero non mi capacito di come possano esistere dei parassiti del genere, capaci di distruggere la vita delle persone solo per puro piacimento.

 

Se ci dovesse essere qualche svolta vi aggiorno.

Sei in affitto e per te è una gran fortuna: cosa aspetti a cambiare casa?

  • Mi piace 2
madly dice:

Sei in affitto e per te è una gran fortuna: cosa aspetti a cambiare casa?

Perché come penso saprai, se non hai un lavoro stabile e mille referenze non ti affittano neanche uno sgabuzzino.

Fosse per me me ne sarei andata già molto tempo fa, ma purtroppo ad ogni chiamata che faccio per degli appartamenti ricevo solo risposte negative

Paola74 dice:

A livello pratico non cambia nulla, nessuno viene posto sotto controllo giudiziario perchè litiga con un vicino. E inoltre un individuo violento potrebbe compiere delle ritorsioni. Sono sempre situazioni da valutare attentamente, ma se Deryn trarrà giovamento da questa azione tanto meglio! Sarebbe una notizia incoraggiante. 

Devo dare ragione a Paola io gli ho chiamati dopo 8 anni e non hanno fatto nulla e non sono neanche venuti... È noi siamo indifesi contro le chiacchiere del condominio... Qualche ebete si trova sempre... 

Deryn dice:

Perché come penso saprai, se non hai un lavoro stabile e mille referenze non ti affittano neanche uno sgabuzzino.

Fosse per me me ne sarei andata già molto tempo fa, ma purtroppo ad ogni chiamata che faccio per degli appartamenti ricevo solo risposte negative

Non arrenderti... Affidati ad una agenzia se il cliente è più tranquillo... Prendi qualcosa di più piccolo meno spese... Qualcosa che è fuori centro prendi più autobus... Non importa se devi camminare di più o in un posto che non avresti mai pensato.... Devi andare via... Tu vali di più. 

In agenzia dimostra che hai sempre pagato farti fare la referenza da parte del tuo ex futuro inquilino...tutto aiuta. 

×