Vai al contenuto
mr.alledor

Videosorveglianza "privata" in aree comuni

Buongiorno,

da alcune settimane, ancorate ad un balcone del condominio, sono "apparse" due telecamere puntate su delle aree comuni.

 

L'unica cosa nota è che l'inquilino le abbia installate a fronte di atti vandalici subiti alla propria auto che, per inciso, non potrebbe stare nemmeno lì dov'è!

 

So benissimo che è illegale anche non si sa se siano vere o finte, ma il punto della questione non è questo.

A me, come ad altri, la cosa non tocca se non per la "prepotenza" con cui le abbia messe senza neppure chiedere.

 

Sono venuto a conoscenza (voci di corridoio) del fatto che una vicina, il giorno stesso, abbia allertato mezzo mondo, amministratore compreso, e che siano passati alle vie legali.

 

Mi chiedo... non dovremmo essere tutti al corrente di una denuncia se fatta a nome e per conto del condominio?

E poi... è possibile defilarsi in qualche modo da questa azione, visto che non sono d'accordo sulla strada intrapresa?

Chi paga l'avvocato?

 

Grazie

Se il condomino ha agito da privato contro un altro condomino, gli altri condomini possono rimanere all'oscuro del fatto, infatti le beghe private tra condomini non interessano neppure all'amministratore.

Grazie della risposta...

 

Credo che il condomino "XYZ" abbia agito con l'amministratore o quantomeno l'abbia segnalato all'amministratore il quale abbia/no intrapreso le vie legali.

 

Alla domanda "ma chi paga?" fatta a "XYZ" da una vicina, la risposta è stata "tanto ensom noalter, el paga tot chel là" (tradotto dal bresciano all'italiano, "tanto vinciamo noialtri e paga tutto quello là" intendendo quello che ha messo le telecamere).

 

Riferitami questa affermazione mi è venuta la curiosità di sapere come stanno legalmente le cose.

 

Grazie ancora...

Starà al Giudice decidere come saranno ripartite le spese legali, potrebbe stabilire che ognuno dei contendenti pagheranno le proprie.

1131. Rappresentanza

Nei limiti delle attribuzioni stabilite dall'articolo 1130 o dei maggiori poteri conferitigli dal

regolamento di condominio o dall'assemblea, l'amministratore ha la rappresentanza dei partecipanti

e può agire in giudizio sia contro i condomini sia contro i terzi. (7)

Può essere convenuto in giudizio per qualunque azione concernente le parti comuni dell'edificio; a

lui sono notificati i provvedimenti dell'autorità amministrativa che si riferiscono allo stesso oggetto.

Qualora la citazione o il provvedimento abbia un contenuto che esorbita dalle attribuzioni

dell'amministratore, questi è tenuto a darne senza indugio notizia all'assemblea dei condomini.

L'amministratore che non adempie a quest'obbligo può essere revocato ed è tenuto al risarcimento

dei danni.

1132. Dissenso dei condomini rispetto alle liti

Qualora l’assemblea dei condomini abbia deliberato di promuo

vere una lite o di resistere a una

domanda, il condomino dissenziente, co

n atto notificato all’amministratore, può separare la propria

responsabilità in ordine alle conseguenze della lite per il caso di soccombenza. L’atto deve essere

notificato entro trenta giorni da quello in cui il condomino ha avuto notizia della deliberazio

ne.

Il condomino dissenziente ha diritto di rivalsa per ciò che abbia dovuto pagare alla parte vittoriosa.

Se l’esito della lite è stato favorevole al condominio, il condomi

no dissenziente che ne abbia tratto

vantaggio è tenuto a concorrere nelle spese del giudizio che non sia stato possibile ripetere dalla

parte soccombente.

per cui, se l'amministratore ha adito alle vie legali, deve essere autorizzato dall'assemblea

Io pensavo che avessimo il diritto di esserne a conoscenza, invece mi pare di capire che avremmo dovuto dare il via libera.

 

Siamo messi bene!

 

Quindi l'amministratore si è preso la libertà di denunciare un condomino senza che l'assemblea gli abbia dato il consenso?

 

Ciao, grazie

Se così fosse tanto meglio, io non sono affatto contrario.

 

Nel nostro caso il condomino che le ha installate, riprende la propria auto, posta vicino alla porta d'ingresso ma quello non è un parcheggio.

E' di fatto un largo passaggio che porta ai box in cui si è ricavato un posto auto per non lasciarla all'esterno.

 

Se non erro l'art 1132 mi consente, non appena l'amministratore mi metterà a conoscenza della questione, di defilarmi da questa storia.

Sbaglio???

 

Grazie

Se la causa sarà condominiale non è possibile esimersi con l'art. 1132 cc in quanto è inapplicabile;

 

La giurisprudenza (Cassazione, 25/03/1970, n. 801, Cassazione, 15/05/2006, n. 11126) ha stabilito che in caso di lite fra condominio e condomino non è applicabile l’art. 1132. Nel caso di liti “interne” al condominio, il condominio si dividerà in due compagini i/il condomini/o che promuovono o subiscono una domanda ed il resto del condominio, inoltre non è ammissibile imputare le spese di difesa del condominio anche ai condomini che risultano essere la controparte, tanto meno le spese imputate al condominio in caso di esito sfavorevole della lite.

Fatemi capire perchè sono un po' tardo...

 

Il condomino X mette delle telecamere, il condomino Y si lamenta, l'amministratore prende provvedimenti legali senza dire niente a nessuno.

 

Quando, presumo in assemblea, avrà la grazia di dire qualcosa, si giocherà un derby in cui devo schierarmi o con l'accusatore (che detesto) o con l'accusato, che preferisco a livello personale comprendendo le motivazioni dell'installazione delle telecamere, ma che ha compiuto questa azione nei modi che chiaramente non sono democratici (quindi secondo me nel torto).

 

E' così???

Salve, non so se sono nella discussione giusta ma vorrei sapere come potrei risolvere un problema che forse nella prima parte non è nuovo per nessuno. Il piano superiore che getta mozziconi, carta, pacchetti vuoti ecc nel giardino privato. In particolare c'è una famiglia con due figlie piccole, avranno 13-14 anni, che fanno dispetti a piacimento. A me gettano spazzatura e mi rubano le piante del giardino a cui arrivano e quelle che sono appese al muretto e poi una parte gettano per le scale di un altro palazzo e in giro rendendole irrecuperabili e una parte le tengono in casa come trofeo per sfidare, ad altri gettano sassi nelle finestre. So che sono loro perché sono state viste dall'altro condominio. Nel mio condominio sono circondata da vicini di una certa età che pur di stare in pace con il mondo non vedrebbero nemmeno un asteroide che cade di fronte a casa loro, e allora si limitano ad incassare i dispetti e di fronte agli altri continuano a sorridere come se niente fosse, mentre altri condomini si lamentano del comportamento di queste ragazzine. La loro madre? Non fa nulla. Anzi urla contro tutti quelli che provano a dire qualcosa. Ora vorrei sapere come fare per risolvere questo problema. Un sistema di video sorveglianza potrebbe funzionare? Purtroppo so che la fotocamera non si può puntare verso l'alto per cogliere sul fatto queste ragazze che poi si comportano così anche in presenza della loro madre, però queste ragazzine sfidano me e mia madre gettando mozziconi mentre siamo nel giardino e poi dicono che loro non fumano, inoltre a mia madre a volte (perché si guardano che non ci siano vicini affacciati ai balconi vicini) quando annaffia le piante gettano secchiate d'acqua verso di lei. Una semplice denuncia non basta penso. Per andare sul sicuro voglio portare prove concrete. Inoltre come faccio a sorvegliare il giardino? Non posso puntare verso la porta di casa perché non mi serve, se invece punto verso il giardino prendo automaticamente anche la parte comune e più avanti la strada (sia se la metto su un muro laterale e sia su quello dell'ingresso). Anche perché il recinto è a rete e molto basso e il giardino e molto piccolo. Se devo chiedere il permesso del condominio andiamo male perché difficilmente otterrò l'approvazione per i motivi che ho spiegato prima. Però in qualche modo devo proteggere il giardino perché mia madre ci mette anche l'anima in quelle piante. Un giorno abbiamo trovato un mozzicone ancora acceso di fronte alla porta di casa e per buttarlo li potevano farlo solo se venivano di fronte a casa nostra. Che poi il piano terra ha anche ingresso separato rispetto al loro e non avevano motivi per passare in questa zona. Ci sono altre possibilità o idee per venirne fuori? Grazie in anticipo per le risposte.

Ah altra cosa che mi interessa. Di sopra, loro non fumano in casa o nella propria terrazza ma in una terrazza comune a tutto il piano superiore. Essendo una parte comune di una struttura non si potrebbe far riferimento al divieto di fumo in luogo pubblico o all'aperto?

E' fuori tema, comunque il divieto di fumo vale solamente per i locali chiusi, luoghi di lavoro e locali pubblici, ora se ben ricordo questo divieto è stato integrato anche nei giardini pubblici dove ci sono dei bambini ma sembra sia una norma comunale.

Si ma oltre a questo mi interessa come videosorvegliare il giardino privato e soprattutto l'ingresso del giardino perché non voglio permettere che queste si sporgano sul recinto e mi prendano fiori dal giardino. Non è già violazione di proprietà privata? E se un giorno incendiano la porta di casa? Mi hanno già gettato volontariamente un mozzicone acceso sul tappeto di casa, dico volontariamente perché essendo una zona parzialmente coperta se fosse stato gettato dalla strada o dall'alto non sarebbe arrivato là. Mi sono appena iscritta in questo forum proprio per chiedere consigli però non ho trovato la discussione al riguardo.

Certo che se trovi qualcuno sulla tua proprietà privata è violazione di domicilio e furto dei fiori, puoi installare la videosorveglianza rispettando tutte le norme le quali prevedono la messa in opera dei cartelli tipo questo riprendendo esclusivamente le parti di tua proprietà;

 

--img_rimossa--

 

non dimenticando questi cartelli;

 

--img_rimossa--

Fatemi capire perchè sono un po' tardo...

 

Il condomino X mette delle telecamere, il condomino Y si lamenta, l'amministratore prende provvedimenti legali senza dire niente a nessuno.

 

Quando, presumo in assemblea, avrà la grazia di dire qualcosa, si giocherà un derby in cui devo schierarmi o con l'accusatore (che detesto) o con l'accusato, che preferisco a livello personale comprendendo le motivazioni dell'installazione delle telecamere, ma che ha compiuto questa azione nei modi che chiaramente non sono democratici (quindi secondo me nel torto).

 

E' così???

 

Qualcuno mi illumina? Abbiamo perso un po' il filo del discorso...

×