Vai al contenuto
ed36

Verifica

In seguito all’affissione in bacheca avvenuto da alcuni giorni, ho appreso che è stato cambiato il fornitore elettrico e pertanto

sono nel diritto di chiedere all'amm.re come e quando è stata effettuata tale variazione e per quale motivo?

 Era nelle sue facoltà fare contratti con altro gestore?

Grazie

La fattispecie in questione non rientra tra i motivi per i quali l'amministratore possa essere revocato. 

Tutto dipende dalla volontà assembleare anche considerando altre decisioni adottate dall'amministratore senza consultare l'assemblea (quando obbligatorio). 

 

Giovanni scusami se insisto:

comunque i condomini una volta accertata che si è proceduto al cambio  senza autorizzazione e riscontra l'interesse dell'amministratore per tariffe più esose di che è passibile l'amministratore? e nel contempo ti chiedo di conoscere se noi condomini abbiamo il diritto di pretendere le copie del contratto e delle  bollette pagate in precedenza, previo pagamento delle spese.

Modificato da ed36
integrazione

L'assemblea può sempre decidere di revocare il mandato all'amministratore. 

Come detto, dipende dalla volontà dei condomini se continuare, mettendo però in chiaro che non saranno accettate decisioni unilaterali oppure chiudere questa parentesi. 

Ripeto.  Questa fattispecie non rientra tra i motivi di revoca così come previsto dall'art 1129 cc. 

 

ed36 dice:

chiedo di conoscere se noi condomini abbiamo il diritto di pretendere le copie del contratto e delle  bollette pagate in precedenza, previo pagamento delle spese.

si, è un diritto dei condòmini poichè è un documento condominiale (ancorchè ovviamente sottoscritto dall'amministratore ma come mandatario dei condòmini)

Per paul_cayard:

Senza minimanente scalfire quanto consigliato e detto dall'esperto Inga, mi piacerebbe conoscere le tue osservazioni in merito, e nel contempo di conoscere se il condominio deve fornire di diritto l'energia elettrica alla ditta che sta eseguendo lavori per il 110%.

Modificato da ed36
integrazione
ed36 dice:

Per paul_cayard:

Senza minimanente scalfire quanto consigliato e detto dall'esperto Inga, mi piacerebbe conoscere le tue osservazioni in merito.

come dice @Giovanni Inga questo tipo di azione non è tra quelle elencate dalla norma all'art. 1129 che prevede la revoca per gravi motivi però sembra che quell'elenco non sia esaustivo.

e anche io ritengo che si debba avere una delibera assembleare per cambiare fornitore.

 

https://www.prontoprofessionista.it/articoli/condominio-cambio-gestore-di-energia-elettrica-avvocati-civile-avv-antonio-de-stefano-viareggio-lucca-toscana-5401.html?author=f

 

https://www.condominioweb.com/il-cambio-del-gestore-di-energia-elettrica-deve-essere-sempre-deliberato-dallassemblea.1620

 

 

potete non confermarlo e quindi sostituirlo con un altro che vi dia maggiore fiducia nel rispetto delle decisioni assembleari o ratificare la cosa e fargli una bella lavata di capo intimandogli di attenersi ai sui compiti e a quanto decide l'assemblea.

 

 

 

ed36 dice:

Per paul_cayard:

Senza minimanente scalfire quanto consigliato e detto dall'esperto Inga, mi piacerebbe conoscere le tue osservazioni in merito, e nel contempo di conoscere se il condominio deve fornire di diritto l'energia elettrica alla ditta che sta eseguendo lavori per il 110%.

Per l'energia elettrica mi sembra corretto fornire alla ditta la forza motrice considerando che si tratta di lavori condominiali. 

Per le altre osservazioni, mi trovo perfettamente d'accordo con quanto detto da Sergio. 

 

ed36 dice:

conoscere se il condominio deve fornire di diritto l'energia elettrica alla ditta che sta eseguendo lavori per il 110%.

normalmente è così per tutti i lavori condominiali.

prociotta dice:

chi ti dice che il nuovo fornitore è pià esoso?

Non è una questione di esosità o di risparmio ma è una questione di trasparenze.

Credo che anche tu abbia letto sul forum che diversi amministratori professionisti hanno ammesso di essere stati contattati da rappresentanti di energia che a fronte di un diverso numero di passaggi alla loro compagnia offrivano gadget, cominciando dal telefonino per proseguire (in proporzione ai contratti) con tablet, notebook, viaggi vacanze...

Se l'obbiettivo dell'amministratore è quello di raggiungere il target per assicurarsi il gadget più consistente, di sicuro non sta a guardare se il fornitore è esoso o è più conveniente e, soprattutto, non lascia che a decidere sia l'assemblea.

Per Leonardo:

intanto grazie per il riscontro e ti notifico che un numero notevole di condomini hanno aderito a chiedere spiegazioni per iscritto nonchè tutta la documentazione inerente al nuovo contratto, come pure è stato   chiesto che  venga esibita la copia della delibera(!!)che lo autorizzava a fare simile passaggio; staremo a vedere ed a leggere tutta la documentazione e  dopo valuteremo il da farsi.

Che ne dici? 

ed36 dice:

e  dopo valuteremo il da farsi.

Che ne dici? 

Dico che spetta a voi valutare.

Se quello del contratto è l'unico problema, anche se non dovesse essefci delibera, deliberate il ritorno al vecchio gestore o ad un altro qualsiasi di vostro gradimento e vi tenete l'amministratore.

Se le giustificazioni dell'amministratore non vi convincono ed avete altri sospetti riguardanti anche altri fornitori, sostiuite l'amministratore cos' estirpate tutti i mali alla radice.

×