Vai al contenuto
michecri

Verde "condominiale"

Buongiorno, scrivo per avere un parere in merito al verde condominiale.

Nella mia palazzina si trovano alcune piante messe dalla dalla Comunità Montana quando è stata costruita, quindi circa 15 anni fa e sono sottoposte a vincolo per cui non si possono tagliare.

Le piante si trovano all'interno dei giardini degli appartamenti del piano terra e solo dai suddetti giardini si può accedere alle piante. Cioè l'ombra della pianta ricade tutta all'interno dei giardini privati.

Fino ad ora i proprietari dei due appartamenti hanno provveduto personalmente alla potatura, adesso uno dei due proprietari ha chiesto che tutto il condominio partecipi trattandosi appunto di piante condominiali. Ha anche detto che ha chiesto di tagliare le piante per non doverle potare però non può farlo perchè tutelate.

La mia domanda é:

come possono essere considerate condominiali se si trovano interamente all'interno di un'area privata? In questo modo i due proprietari del piano terra avrebbero gli oneri ma anche i benefici delle piante, che offrono una bella ombra all'interno dei giardini, mentre tutti gli altri condomini soltanto gli oneri.

Se è necessario sicuramente pagherò la mia parte però non riesco a capire come funziona questa cosa.

Qualcuno mi sa dire se c'è un regolamento legislativo in merito? Forse si potrebbe suddividere la quota in aliquote diverse fra chi ha soltanto gli oneri e chi anche i benefici dal momento che le piante fanno una bella ombra all'interno dei giardini privati.

Grazie

Maria Cristina

Vi è una Sentenza di Cass.civ., sez.II n° 3666 del 18 aprile 1994, secondo la quale

Alle spese di potatura degli alberi che insistono su suolo oggetto di proprietà esclusiva di un solo condòmino sono tenuti a contribuire tutti i condòmini allorché si tratti di piante funzionali al decoro dell'intero edificio e la potatura stessa avvenga per soddisfare le relative esigenze di cura del decoro stesso.

 

Quindi, se le piante svolgono una funzione decorativa nei confronti dell'intero stabile, alle spese di manutenzione saranno tenuti a contribuire tutti i condòmini.

 

Saluti

dolly

Scritto da dolores il 09 Giu 2012 - 17:09:41: Vi è una Sentenza di Cass.civ., sez.II n° 3666 del 18 aprile 1994, secondo la quale

Alle spese di potatura degli alberi che insistono su suolo oggetto di proprietà esclusiva di un solo condòmino sono tenuti a contribuire tutti i condòmini allorché si tratti di piante funzionali al decoro dell'intero edificio e la potatura stessa avvenga per soddisfare le relative esigenze di cura del decoro stesso.

 

Quindi, se le piante svolgono una funzione decorativa nei confronti dell'intero [...]

 

Condivido.

Trattandosi di piante esistenti sin dall'inizio della costruzione dell'edificio, sottoposte a vincolo e messe a dimora dalla comunità montana, contribuiscono senza dubbio alcuno, ad abbellire e valorizzare il decoro dell'intero condominio.

Pertanto, alle spese della potatura degli alberi, nonostante insistono su suolo di proprietà esclusiva, devono partecipare tutti condomini per i rispettivi millesimi di proprietà.

 

Saluti.

Scritto da Carlo il 09 Giu 2012 - 17:11:23:

Condivido.

Trattandosi di piante esistenti sin dall'inizio della costruzione dell'edificio, sottoposte a vincolo e messe a dimora dalla comunità montana, contribuiscono senza dubbio alcuno, ad abbellire e valorizzare il decoro dell'intero condominio.

Pertanto, alle spese della potatura degli alberi, nonostante insistono su suolo di proprietà esclusiva, devono partecipare tutti condomini per i rispettivi millesimi di proprietà.

 

Saluti.

 

Saluti

dolly

×