Vai al contenuto
abacoamministrazioni

Verbalizzazione prorogatio imperii

Buongiorno a tutti,

mi servirebbe un'informazione.

In un condominio, il precedente amministratore verbalizzava che per mancanza di millesimi, il quorum costitutivo e deliberativo dell'assemblea non poteva costituire l'assemblea. Quindi per quanto riguarda il bilancio consuntivo e preventivo e la riconferma dell'amministratore si procedeva in prorogatio imperii.

Successivamente però continua nel verbale inserendo che l'assemblea all'unanimità votava a favore del bilancio e dell'amministratore. La domanda è: essendo già accettata per causa di forza maggiore l'approvazione dei bilanci e la riconferma dell'amministratore in regime di prorogatio, è nulla la verbalizzazione che attesta comunque all'unanimità l'approvazione?? oppure è giusto specificare che non si è raggiunto il quorum, che tutto viene approvato in prorogazio e specificato punto per punto che l'assemblea approva comunque all'unanimità i bilanci e la conferma dell'amministratore?? grazie mille.

Mi domando come si possa dichiarare sul verbale l'assemblea non costituita, quindi non atta a nessuna delibera e poi deliberare all'unanimità?

In questo caso era necessario andare alla 2° convocazione se quella era la prima, oppure convocare un'altra assemblea per deliberare il consuntivo, preventivo e conferma dell'amministratore.

Buongiorno a tutti,

mi servirebbe un'informazione.

In un condominio, il precedente amministratore verbalizzava che per mancanza di millesimi, il quorum costitutivo e deliberativo dell'assemblea non poteva costituire l'assemblea. Quindi per quanto riguarda il bilancio consuntivo e preventivo e la riconferma dell'amministratore si procedeva in prorogatio imperii.

Successivamente però continua nel verbale inserendo che l'assemblea all'unanimità votava a favore del bilancio e dell'amministratore. La domanda è: essendo già accettata per causa di forza maggiore l'approvazione dei bilanci e la riconferma dell'amministratore in regime di prorogatio, è nulla la verbalizzazione che attesta comunque all'unanimità l'approvazione?? oppure è giusto specificare che non si è raggiunto il quorum, che tutto viene approvato in prorogazio e specificato punto per punto che l'assemblea approva comunque all'unanimità i bilanci e la conferma dell'amministratore?? grazie mille.

Occorre leggere bene il verbale e verificare le presenze.

Se manca il quorum costitutivo deve essere dichiarata l'assemblea deserta e niente può essere deliberato.

 

Se si trattava di seconda convocazione potrebbe essere stato raggiunto il quorum costitutivo e quello deliberativo del 3° comma art. 1136 per l'approvazione a maggioranza semplice di preventivo e consuntivo, ma potrebbe essere mancato il quorum deliberativo del 2° comma art. 1136 per la revoca/nomina dell'amministratore.

 

Senza vedere il dettaglio del verbale con teste e millesimi presenti non si può azzardare una risposta precisa.

L'assemblea era in seconda convocazione, su un totale di 8 condomini erano presenti in 5 per totale 210,70 millesimi. Le persone quindi bastavano mai i millesimi no. E' stato quindi verbalizzato che in mancanza dei millesimi l'assemblea in fase costitutiva e deliberativa non era regolarmente costituita, tuttavia i condomini esaminano tutte le voci all'ordine del giorno. All'interno di ogni voce è stato verbalizzato che venivano approvate all'unanimità i bilanci e la nomina dell'amministratore. Tutti questo anche se considerato in prorogatio imperii.

Il verbale quindi è da ritenersi nullo??

L'assemblea era in seconda convocazione, su un totale di 8 condomini erano presenti in 5 per totale 210,70 millesimi. Le persone quindi bastavano mai i millesimi no. E' stato quindi verbalizzato che in mancanza dei millesimi l'assemblea in fase costitutiva e deliberativa non era regolarmente costituita, tuttavia i condomini esaminano tutte le voci all'ordine del giorno. All'interno di ogni voce è stato verbalizzato che venivano approvate all'unanimità i bilanci e la nomina dell'amministratore. Tutti questo anche se considerato in prorogatio imperii.

Il verbale quindi è da ritenersi nullo??

Le delibere sono annullabili nei tempi e modi previsti dall'art. 1137 cc nel termine perentorio di trenta giorni, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti, non sono nulle, errore madornale del Presidente il quale non essendoci il quorum costitutivo doveva dichiarare l'assemblea non costituita come giustamente ha fatto e verbalizzato ma doveva chiudere l'assemblea, e tutti a casa, NON doveva procedere oltre.
L'assemblea era in seconda convocazione, su un totale di 8 condomini erano presenti in 5 per totale 210,70 millesimi. Le persone quindi bastavano mai i millesimi no. E' stato quindi verbalizzato che in mancanza dei millesimi l'assemblea in fase costitutiva e deliberativa non era regolarmente costituita, tuttavia i condomini esaminano tutte le voci all'ordine del giorno. All'interno di ogni voce è stato verbalizzato che venivano approvate all'unanimità i bilanci e la nomina dell'amministratore. Tutti questo anche se considerato in prorogatio imperii.

Il verbale quindi è da ritenersi nullo??

SI, assemblea deserta.

L'amministratore ha forzato la mano lasciando ai condomini l'onere di impugnare la delibera entro i 30 giorni.

L'amministratore ha forzato la mano lasciando ai condomini l'onere di impugnare la delibera entro i 30 giorni.
Non è l'amministratore che dirige l'assemblea, ed il presidente DOVEVA chiudere l'assemblea e non lasciasi forzare la mano.
×