Vai al contenuto
8690

Verbale senza la firma del presidente

L' Amministratore invia ai Condomini verbale dell'assemblea senza la firma del presidente che, avendo riscontrato carenze e imprecisioni su alcuni punti all'o.d.g. rimanda verbale di rettifica con la richiesta di apporre firma olografa e preghiera di invio del verbale corretto ai condomini. L'amministratore non risponde. Resta valido il verbale redatto dall'amministratore senza firma del presidente? Può rifiutare la rettifica e non inviarlo ai condomini?

Il problema non è la validità del verbale di approvazione dell'assemblea.

 

Il problema è la bontà della copia spedita, che è priva di garanzia di autentica.

Una sentenza del tribunale di genova dell'8 febbraio 2012,ha respinto il ricorso di un condomino attinente la mancanza della firma del presidente .

Secondo il gudice le delibere dell'assemblea dei condomini devono essere sempre verbalizzate e sottoscritte dal segretario e presidente.: .

Ma quindi se il presidente non firma il verbale ed il segretario si e' comunque valido oppure occorrono le firme di altri condomini presenti in assemblea per comprovarne la veridicita'?

La veridicità è sempre tale in modo "presupposto", si potrebbe falsificare anche con tutte le firme del mondo.

 

Quando si ha la delibera in mano, basta fare una telefonata all'amministratore, lui deve avere apposito registro, quindi è facile capire la situazione.

 

La firma del presidente sarebbe opportuna ma di per se non è invalidante, di per se.

×