Vai al contenuto
domenico50

Valvole Termostatiche oppure valvole Elettrotermiche

Condominio di n 8 unità abitative di circa 90mq ogni unità, nel 2012 sono stati sostituiti i radiatori in ghisa con quelli di acciaio e sono state installate le termovalvole o valvole termostatiche ed i ripartitori su ogni termosifone..

Devo ristrutturare il mio alloggio e volevo predisporre la linea elettrica su ogni termosifone in modo che possa sostituire le termovalvole con le valvole Elettrotermiche della caleffi serie 656 comandate da 2 cronotermostati.

In questo modo nella zona notte, camera da letto e cameretta, installerei 1 cronotermostato in camera da letto, impostato a 18.5 gradi che mi comanda i termosifoni delle due camere con l'accortenza di tenere le relative porte chiuse durante il giorno, ed installerei un secondo cronotermostato con 20 gradi nella zona giorno che mi comanda le valvole elettrotermiche dei relativi termosifoni collocati nella zona giorno.

In questo modo oltre ad avere una gestione di calore delle due zone in modo più appropriato dovrei anche avere un leggere ritorno economico o mi sbaglio?

Il conta calorie o meglio il ripartitore come reagisce quando le valvole elettrotermiche verranno chiuse dal cronotermostato?

In pratica quando il calore dei termosifoni incomincierà a scendere dato che il cronotermostato ha chiuso le valvole e nella stanza ci saranno i 20 gradi, il contacalorie tiene conto di questa diversità?

Attualmente, se chiudo manualmente le termovalvole ho i termosifoni freddi, e nella stanza ci sono 10 gradi, come si comporta il contacalorie mi segnerà zero consumo?

I contacalorie hanno una soglia di innesco che è intorno ai 30 gradi. In pratica se il radiatore è sotto questa soglia non segna nulla. Sono comodi i cronotermostati me devi valutare i costi e avendo tu già le termovalvole valuta se ti conviene economicamente tieni presente che se in camera abbassi le termovalvole alla mattina e le alzi alla sera ottieni lo stesso risultato. Secondo me erano meglio i termosifini in ghisa che hanno una inerzia termica maggiore.

Come scrivevo nel post devo ristrutturare casa, quindi avrei bassi costi per la realizzazione direi "gratis", ho mio cognato elettricista, i miei dubbi erano sul fatto che Il settaggio delle valvole termostatiche installate mi permette si di avere la temperatura desiderata, ma forse ho un consumo/costo maggiore rispetto alle valvole elettrotermiche On/Off che vorrei installare per il seguente motivo:

All'accensione della caldaia, al mattino, i radiatori sono tutti caldi, dopo circa 2/3 ore la metà inferiore del radiatore e fredda mentre la metà superiore rimane calda.

Ho parlato con il tecnico il quale mi diceva che è normale questo funzionamento dato che la valvola "strozza" l'ingresso dell'acqua in entrata pian piano che la temperatura nella stanza si stabilizza a quella presettata dalla Termovalvola (circa 20 gradi).

Raggiunta questa isteresi la valvola apre/chiude di quel poco per mantenere la temperatura raggiunta.

Visto che "L'apparecchio che conta" è attaccato a 30cm in alto questo rileva sempre il calore del termosifone, inoltre la stanza impiegherà più tempo a raggiungere la temperatura dato che la superficie radiante del termosifone si è ridotta per il fatto che la parte bassa è fredda.

 

Utilizzando le valvole Elettrotermiche On/Off queste saranno tutte aperte e quindi, non avendo una "strozzatura" in ingresso dell'acqua il termosifone sarà caldo anche nella parte bassa, quindi più superficie radiante calda, più rapidamente si raggiunge la temperatura nella stanza e con l'intervento del termostato le valvole si chiuderanno, in questo modo avrò dei momenti in cui il termosifone sarà interamente caldo e quindi maggiore superficie radiante e momenti in cui le Valvole saranno chiuse, i termosifoni "Tiepidi" e quindi minore conteggio da parte di quell'aggeggio, "il ripartitore.

E' corretto questo mio "ragionamento"?

Installando le valvole Elettrotermiche avrò un ritorno economico anche se di poco?

Come scrivevo nel post devo ristrutturare casa, quindi avrei bassi costi per la realizzazione direi "gratis", ho mio cognato elettricista, i miei dubbi erano sul fatto che Il settaggio delle valvole termostatiche installate mi permette si di avere la temperatura desiderata, ma forse ho un consumo/costo maggiore rispetto alle valvole elettrotermiche On/Off che vorrei installare per il seguente motivo:

All'accensione della caldaia, al mattino, i radiatori sono tutti caldi, dopo circa 2/3 ore la metà inferiore del radiatore e fredda mentre la metà superiore rimane calda.

Ho parlato con il tecnico il quale mi diceva che è normale questo funzionamento dato che la valvola "strozza" l'ingresso dell'acqua in entrata pian piano che la temperatura nella stanza si stabilizza a quella presettata dalla Termovalvola (circa 20 gradi).

Raggiunta questa isteresi la valvola apre/chiude di quel poco per mantenere la temperatura raggiunta.

Visto che "L'apparecchio che conta" è attaccato a 30cm in alto questo rileva sempre il calore del termosifone, inoltre la stanza impiegherà più tempo a raggiungere la temperatura dato che la superficie radiante del termosifone si è ridotta per il fatto che la parte bassa è fredda.

 

Utilizzando le valvole Elettrotermiche On/Off queste saranno tutte aperte e quindi, non avendo una "strozzatura" in ingresso dell'acqua il termosifone sarà caldo anche nella parte bassa, quindi più superficie radiante calda, più rapidamente si raggiunge la temperatura nella stanza e con l'intervento del termostato le valvole si chiuderanno, in questo modo avrò dei momenti in cui il termosifone sarà interamente caldo e quindi maggiore superficie radiante e momenti in cui le Valvole saranno chiuse, i termosifoni "Tiepidi" e quindi minore conteggio da parte di quell'aggeggio, "il ripartitore.

E' corretto questo mio "ragionamento"?

Installando le valvole Elettrotermiche avrò un ritorno economico anche se di poco?

Il calorifero freddo nella parte inferiore è sintomo del corretto funzionamento della termovalvola (farlo capire ai condomini è dura). Anche le termovalvole alla mattina sono tutte aperte anche se tu le metti su un numero basso ma si chiuderanno con una temperatura in stanza più bassa. Come ti dicevo le elettrotermiche sono comode solo perchè non devi smanettare sulle valvole ma il risultato è uguale e non credo che generi risparmio. Qualcuno sostiene che una temperatura uniforme in tutta la casa permetta risparmi maggiori rispetto alle due zone termiche perchè il volume di aria maggiore evita il repentino raffreddamento.

Ci sono valvole termostatiche che assolvono già al compito di gestire e differenziare le temperature in diversi ambienti della medesima abitazione.

La valvola elettrotermica è solo un doppione della valvola termostatica ed inoltre l'installazione della versione elettrotermica deve esser approvata da chi gestisce la contabilizzazione dei consumi.

 

Comunque il risparmio economico finale non è figlio della valvola installata, bensì dei settaggi del contabilizzatore, del suo posizionamento sui radiatori, e della correttezza del metodo di contabilizzazione applicato da chi ha tale onere da assolvere.

×