Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
chiara78

Valutazione e riparto compenso amministratore

Sono stati presentati in condominio due proposte di gestione condominiale ognuna delle quali e'equivalente ad euro 150 piu'iva e cassa.

Tale importo deve essere moltiplicato per il numero delle unita'condominiali e ripartito in funzione dei millesimi di proprieta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Dipende da cosa dice l'offerta. Quanti condomini siete ? In ogni caso il totale dell'amministratore deve essere ripartito su Tab.Gen. Proprietà

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie...volevo capire come riuscire a discernere,all'atto dell'insediamento del nuovo amministratore,i costi di gestione che intende proporre.Generalmente viene offerta una proposta di compenso amministratore ma riferisce riguardo i costi che mensilmente vengono caricati sui condomini(o inquilini)il cd.condominio che generalmente e'intorno ai 30-35 euro mensili.Pertanto vorrei ben capire come tutelarmi per avere chiari sin dal principio quanto spetti a titolo di compenso e quanto a titolo di manutenzione ordinaria(pulizia scale,assicurazione,utenze..etc)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

c'è un po' di confusione... un conto è l'onorario dell'amministratore , un conto sono le spese ordinarie che indichi e che non devono essere comprese nell'onorario ... Dovresti spiegarti meglio

 

http://www.diritto.it/docs/24236-l-onorario-dell-amministratore-condominiale

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2013-10-14/amministratori-parcella-chiaro-064741.shtml?uuid=AbW6s5tI

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il punto di domanda e':le spese periodiche (il cd.condominio) e'oggetto di contrattazione con chi si offre di amministrare il condominio?Es.Amministratore Tizio si propone offrendosi di amministratare un condominio richiedendo 150 +iva e 400 di manutenzione ordinaria

Comunque mi pare di aver letto che molto spesso nell'onorario del condominio si possono introdurre anche voci relative alla gestione ordinaria

 

- - - Aggiornato - - -

 

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2013-10-14/amministratori-parcella-chiaro-064741.shtml?uuid=AbW6s5tI

 

a riprova del post ''Di norma, si ritiene che il compenso stabilito forfettariamente in occasione dell'assunzione o del rinnovo dell'incarico sia limitato alla gestione ordinaria (che include, ad esempio, spese amministrative, servizi condominiali, piccola manutenzione, energia, acqua) ma non comprenda la gestione di lavori straordinari («lavori di rilevante entità» per il Codice civile), da liquidare a parte, in genere in percentuale sul costo dei lavori.''

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
''Di norma, si ritiene che il compenso stabilito forfettariamente in occasione dell'assunzione o del rinnovo dell'incarico sia limitato alla gestione ordinaria (che include, ad esempio, spese amministrative, servizi condominiali, piccola manutenzione, energia, acqua) ma non comprenda la gestione di lavori straordinari («lavori di rilevante entità» per il Codice civile), da liquidare a parte, in genere in percentuale sul costo dei lavori.''

L'amministratore prende il compenso per l'AMMINISTRAZIONE e non per la MANUTENZIONE che può solo essere ipotizzata.

L'amministratore, generalmente, presenta un preventivo di compenso per l'AMMINISTRAZIONE ORDINARIA ed altri compensi extra per l'AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA.

 

Il link del sole24ore dice soltanto che l'amministratore a volte include nel compenso di AMMINISTRAZIONE ORDINARIA anche il compenso di AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA per i lavori straordinari di lieve entità.

 

AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA di lieve entità è ripartire la spesa di una riparazione straordinaria del motore dell'autoclave (poche centinaia di euro da ripartire).

 

AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA di notevole entità è ripartire la spesa del rifacimento della facciata con certificazione per le detrazioni (diverse decine di migliaia di euro da ripartire).

In caso di amministrazione straordinaria di notevole entità, gli amministratori generalmente richiedono un compenso extra del 2-3 % sull'ammontare dei lavori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Gent.Leonardo,

grazie per il chiarimento ma il punto di domanda che non sono riuscita ad intendere e'capire come scegliere un amministratore piuttosto che un altro in virtu'degli oneri condominiali richiesti mensilmente.

Intendo sapere cioe'se insieme al compenso un amministratore presenti un idea seppur generica degli oneri condominiali(manutenzione ordinaria)che mensilmente andranno richiesti(la cd.quota condominiale fissa).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'amministratore presenta la sua offerta solo per le prestazioni che ti ha elencato leonardo. .

Gli oneri condominiali sono altra cosa.. il loro ammontare scaturisce da un insieme di fattori e cioè dalle spese preventivate oppure dalle spese a consuntivo mensile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Gent.Leonardo,

grazie per il chiarimento ma il punto di domanda che non sono riuscita ad intendere e'capire come scegliere un amministratore piuttosto che un altro in virtu'degli oneri condominiali richiesti mensilmente.

Intendo sapere cioe'se insieme al compenso un amministratore presenti un idea seppur generica degli oneri condominiali(manutenzione ordinaria)che mensilmente andranno richiesti(la cd.quota condominiale fissa).

l'amministratore deve fare un preventivo dettagliato indicando quali spese sono previste nel suo compenso e quali no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Gent.Leonardo,

grazie per il chiarimento ma il punto di domanda che non sono riuscita ad intendere e'capire come scegliere un amministratore piuttosto che un altro in virtu'degli oneri condominiali richiesti mensilmente.

Intendo sapere cioe'se insieme al compenso un amministratore presenti un idea seppur generica degli oneri condominiali(manutenzione ordinaria)che mensilmente andranno richiesti(la cd.quota condominiale fissa).

Quello che tu vuoi sapere è se qualche amministratore è in gradi di dirti quanto pgaherai mensilmente, "tutto compreso".

Nessuno te lo saprà dire prima che sia stilato un "PREVENTIVO SPESE" del condominio.

 

Per fare un preventivo spese occorre "preventivare" tutte le spese che si pensa siano necessarie durante l'anno e ripartile tra i condòmini.

 

ESEMPIO:

Se tutte le spese fossero ripartite in parti uguali tra 10 condòmini

€. 1.000,00 Compenso annuale amministratore

€. 100,00 Spese di cancelleria annuale

€. 1.500,00 Spese pulizia annuale

€. 1.000,00 Consumo annuale ENEL

€. 800,00 Canone manutenzione ascensore

-------------

€. 3.400, 00 TOTALE SPESE ANNUALI

 

3.400,00 diviso 10 condòmini = €. 340,00 annuali a condòmino

 

€.340,00 diviso 12 mesi = €. 28,33 mensili per ciascun condòmino.

 

A fine anno (A CONSUNTIVO) se sono stati spesi meno di €. 3400,00 si restituisce l'avanzo di cassa tra i 10 condòmini.

Se sono stati spesi più di €. 3.400,00 e ci sono dei debiti ancora da pagare, si ripartisce il debito tra i 10 condòmini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie per il chiarimento.Ma le spese in preventivo non vengono suddivise in virtu'dei millesimi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Era un esempio per semplificare il ragionamento.. è logico che le spese vadano ripartite con le relative tabelle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie!Generalmente il compenso richiesto dal candidato amministratore(esempio 150 piu iva e cassa)viene moltiplicato per il numero dei condomini e successivamente suddiviso in virtu'dei millesimi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ipotizzando che il compenso dell'amministratore sia 150 euro mensili..

 

Condomino A=200 millesimi

Condomino b=230 millesimi

Condomino C=250 millesimi

Condomino D=200 millesimi

Condomino E=120 millesimi

 

Il condomino A pagherà (per il solo compenso mensile dell'amministratore): (150/1000)*200=30

Il condomino B pagherà (per il solo compenso mensile dell'amministratore): (150/1000)*230=34,5

Il condomino C pagherà (per il solo compenso mensile dell'amministratore): (150/1000)*250=37,5

Il condomino D pagherà (per il solo compenso mensile dell'amministratore): (150/1000)*200=30

Il condomino E pagherà (per il solo compenso mensile dell'amministratore): (150/1000)*120=18

 

Dopo di chè, cedo le armi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie,chiarissimo!🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie per il chiarimento.Ma le spese in preventivo non vengono suddivise in virtu'dei millesimi?

Ho fatto un ragionamento elementare per farti capire il meccanismo del preventivo, poichè mi era sembrato fossi completamente a digiuno della materia.

 

Volendo approfondire, non solo ci sono millesimi, ma ci sono diversi tipi di millesimi per cui vanno totalizzate tutte le spese di ciascuna tabella (proprietà, scale, ascensore...) e poi ogni totale tabella va ripartito per i rispettivi millesimi di ciascun condòmino.

 

Dopodichè, se vuoi approfondire l'argomento nel dettaglio dovresti fare almeno un corso propedeutico di amministrazione e contabilità o quanto meno portare i bilanci preventivi e consuntivi del tuo condominio ad un amministratore di condominio per farteli spiegare passo passo..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×