Vai al contenuto
LadyLilia

Validità votazioni in assemblea

Buongiorno. Vi chiedo cortesemente un aiuto. L'ultima Assemblea è stata costituita (in seconda convocazione) con la presenza di 8 proprietari su 23. Le votazioni invece con la presenza di 7 proprietari su 23. Il valore di 1/3 dei millesimi è stato sempre riscontrato ma non quello (matematico) di 1/3 dei proprietari. L'amministratore ha detto che va considerato solo l'intero e non i decimali nel determinare il valore di 1/3 dei proprietari. Non sono molto convinta. Voi che ne dite? Grazie e buona giornata.

Oggi, dopo la riforma del 18.6.13 per le delibere per le spese ordinarie in seconda convocazione è sufficiente la maggioranza delle teste presenti in assemblea rappresentanti almeno 1/3 del valore del fabbricato, cioè 333.33P mlm e non più anche il 1/3 dei partecipanti, ossia questo limite vale solo per il quorum costitutivo ma non deliberativo.

A quanto pare l'assemblea era regolarmente convocata raggiungendo il quorum costitutivo 1/3 dei partecipanti al condominio che su 23 sono sufficienti almeno 8 teste e almeno 1/3 del valore del fabbricato e le relative delibere con la maggioranza delle teste e più di 1/3 del valore millesimale, hanno soddisfatto ambedue i parametri.

Per cui raggiungendo tali quorum le delibere richiedenti tale limite minimo sono state regolarmente approvate.

Grazie Tullio Ts,

Se non ho inteso male le delibere approvate con 7(!!) proprietari su 23 non soddisfano il quorum di 1/3 delle teste presenti e quindi sono nulle??

 

- - - Aggiornato - - -

 

Sorry! Avevo letto male la risposta.....tutto ok. Per deliberare non serve 1/3 delle teste

Sorry! Avevo letto male la risposta.....tutto ok. Per deliberare non serve 1/3 delle teste
Infatti, se l'assemblea è regolarmente costituita, per le spese ordinarie è sufficiente la maggioranza delle teste presenti rappresentanti almeno 1/3 dei mlm 🙂
×