Vai al contenuto
gugu

Validità decisioni prese senza assemblea

Negli ultimi mesi (ma è prassi consolidata nel tempo) l'amministratore ha sottoposto mediante la bacheca condominiale una serie di preventivi inerenti: installazione addolcitore, cambio fornitore luce comune, modifiche ai cancelli, richiedendo il parere tutti (proprietari ed inquilini sempre), ma senza indire alcuna assemblea in merito.

 

Per quanto riguarda l'addolcitore non è passato, ma la votazione è avvenuta solo ed esclusivamente "per corrispondenza".

 

Non ho visionato alcunchè in merito pertanto non so come è stato verbalizzato il tutto, anche se ho fatto presente la questione (per l'ennesima volta) all'amministratore (che ovviamente nicchia e insiste diversamente).

 

Per gli altri due argomenti ho ribadito nuovamente che occorre un'assemblea, ma non ho ricevuto risposta.

 

L'amministratore continua per questa strada forte tra l'altro dell'essere costruttore e ancora proprietario di 5 alloggi che sono locati.

 

Gli inquilini vengono direttamente coinvolti alla stregua dei proprietari, per cui, si è venuta a creare una convinzione fra di essi, di avere, in quanto paganti, i medesimi diritti decisionali e voce in capitolo di un proprietario.

 

Regna pertanto una gran confusione ovviamente voluta da questo amministratore.

 

In ogni caso, poichè l'amministratore persevera con questo tipo di gestione, come devo regolarmi sui pagamenti? mi spiego: se passa un preventivo con queste modalità, che succede se non pago la relativa spesa? ha qualche escamotage per pretendere legalmente il relativo pagamento??

 

grazie...

Puoi non pagare, appunto perchè non c'è un preventivo approvato dall'assemblea.

Può agire solo in caso di urgenza, cioè quando non c'è tempo per convocare l'assemblea.

Quantomeno è necessaria un'assemblea per la ratifica delle spese, prassi vorrebbe che l'assemblea deliberi prima scegliendo tra più preventivi,, secondo me l'amministratore rischia perchè non può effettuare spese straordinarie salvo non siano urgenti e se continua su questa strada potrebbe essere revocato su ricorso.

Comunque sino a delibera di approvazione o ratifica, nessuno è obbligato a pagare, tra l'altro senza delibera l'amministratore non potrebbe neppure richiedere il Decreto ingiuntivo.

Infatti, ma gli argomenti in questione non sono urgenti nel senso non vi è danno o pericolo...

 

La cantilena che mi propina è sempre la stessa: fare un'assemblea costa.

 

Inoltre si consulta con gli inquilini (quasi tutti suoi) gli addebita ogni sorta di spesa e di conseguenza questi premono per non fare assemblee ecc. ecc.

Infatti, ma gli argomenti in questione non sono urgenti nel senso non vi è danno o pericolo...

 

La cantilena che mi propina è sempre la stessa: fare un'assemblea costa.

 

Inoltre si consulta con gli inquilini (quasi tutti suoi) gli addebita ogni sorta di spesa e di conseguenza questi premono per non fare assemblee ecc. ecc.

L'assemblea costa si sa, ma non la paga mica l'amministratore?

Se continua in questa maniera si può benissimo nominare un altro, e non raggiungendo la maggioranza perchè vedo ha diversi fans, si ricorre al Giudice per gravi anormalità.

Costa più un'assemblea (come quota parte) o un addolcitore (come quota parte)? ...oltre alle altre spese che hai elencato (..come quota parte)

L'assemblea annuale è già prevista e non si paga, quella straordinaria è a richiesta dell'amministratore per costo, d'accordo con l'assemblea al momento della nomina, la spesa per un addolcitore dipende sia per portata che per qualità, non è possibile indicare esattamente.

l'assemblea annuale ordinaria dopo tanta insistenza, l'abbiamo fatta nei mesi scorsi e ci addebita 150. Per l'addolcitore ne avevamo parlato nell'assemblea, con due preventivi alla mano, ma ci siamo riservati di decidere ulteriormente perchè mancavano i costi per la manutenzione. Successivamente ha inviato una comunicazione e ci ha fatto votare per corrispondenza. Non ha voluto considerare valido il mio voto (ahimè ho accettato in quell'occasione la votazione epistolare) perchè contestavo la sua suddivisione della spesa per teste anzichè per millesimi (come asserivo io).

 

Il risultato di tale strana votazione di cui ad oggi non ho riscontro su cosa hanno votato gli altri è stato negativo, pertanto al momento l'addolcitore non viene installato. Mi ha anche riferito che si è esonerato dalla votazione ma ha lasciato decidere ai suoi inquilini in merito.

 

Come dicevo quando conviene demanda agli inquilini ogni decisione, alla faccia di ogni normativa. Se contraddico ha sempre una risposta del cavolo in merito, come l'insistenza sulla suddivisione delle spese per teste.

 

Il caos insomma.

Infatti è un caos, a cominciare dal farvi pagare l'assemblea ordinaria che è compresa nel compenso annuo.

Hai tutte le carte in regola per farlo revocare su ricorso, parlando non si conclude nulla.

Non avete colto l'ironia.... Secondo me ci guadagnate di più a fare un'assemblea.

Buon giorno a tutti, il nostro amministratore si è permesso di sostituire il fornitore del gas metano da riscaldamento senza chiedere o mostrare il preventivo del nuovo fornitore durante l'ultima assemblea di ottobre,. (consuntivo di giugno 2017 - firma nuovo contratto fornitore 25/07/17) sono venuto per caso a conoscenza dopo l'assemblea di ottobre scorso che l'amministratore ha sostituito il precedente gestore, con una nuova società, senza alcun risparmio come vuole far credere. Dopo averlo messo alle strette, gli abbiamo chiesto immediatamente di fare assemblea straordinaria , a sue spese per informarci di quanto accaduto visto che non è stato scelto dall'assemblea il nuovo fornitore. Ha mandato la convoca ma con 'ratifica scelta nuovo fornitore gas metano da parte dell'amministrazione'. In poche parole chiede di farci approvare il nuovo fornitore per riparare il suo danno, cosa che non intendiamo di fare, ma chiederemo di riavere il nostro precedente fornitore, molto più affidabile. Essendo poi da 3 anni in prorogatio, chiedo se comunque è una cosa che lui poteva fare, se è giusto chiedere le sue spontanee dimissioni, vista l'impossibilità di avere un nuovo amministratore in quanto parte del condominio malgrado il cattivo operato di questo amministratore ,vogliono continuare ad averlo. Inoltre a chiunque gli stia chiedendo informazioni su quanto accaduto, ricatta tutti dicendo che non teniamo quello ad lui scelto ci farà stare al freddo fino a gennaio che si ricolleghi il vecchio fornitore. Quali ulteriori provvedimento potremmo prendere nei confronti di questo amministratore che vuol comandare nel nostro condominio? grazie

Buon giorno a tutti, il nostro amministratore si è permesso di sostituire il fornitore del gas metano da riscaldamento senza chiedere o mostrare il preventivo del nuovo fornitore durante l'ultima assemblea di ottobre,. (consuntivo di giugno 2017 - firma nuovo contratto fornitore 25/07/17) sono venuto per caso a conoscenza dopo l'assemblea di ottobre scorso che l'amministratore ha sostituito il precedente gestore, con una nuova società, senza alcun risparmio come vuole far credere. Dopo averlo messo alle strette, gli abbiamo chiesto immediatamente di fare assemblea straordinaria , a sue spese per informarci di quanto accaduto visto che non è stato scelto dall'assemblea il nuovo fornitore. Ha mandato la convoca ma con 'ratifica scelta nuovo fornitore gas metano da parte dell'amministrazione'. In poche parole chiede di farci approvare il nuovo fornitore per riparare il suo danno, cosa che non intendiamo di fare, ma chiederemo di riavere il nostro precedente fornitore, molto più affidabile. Essendo poi da 3 anni in prorogatio, chiedo se comunque è una cosa che lui poteva fare, se è giusto chiedere le sue spontanee dimissioni, vista l'impossibilità di avere un nuovo amministratore in quanto parte del condominio malgrado il cattivo operato di questo amministratore ,vogliono continuare ad averlo. Inoltre a chiunque gli stia chiedendo informazioni su quanto accaduto, ricatta tutti dicendo che non teniamo quello ad lui scelto ci farà stare al freddo fino a gennaio che si ricolleghi il vecchio fornitore. Quali ulteriori provvedimento potremmo prendere nei confronti di questo amministratore che vuol comandare nel nostro condominio? grazie
Sarebbe il caso che tu apra un topic nuovo in quanto questo è di quattro anni fa
×