Vai al contenuto
Brenda33

Validità corso di formazione del nostro amministratore

Nell'ultima assemblea svolta giorni fa, abbiamo chiesto al nostro amministratore di fornirci la prova che lui sia a norma e abbia svolto il corso di formazioni iniziale e che svolga periodicamente (ogni anno almeno 15 ore) corsi di aggiornamento.

Lui ci ha fatto vedere un attestato di un corso svolto nel 2009 quando non c'era l'obbligatorietà del corso di formazione. Lui ha iniziato a svolgere la professione nel Novembre 2012.

Noi condomini ci siamo documentanti e abbiamo visto che la normativa vigente dice che non c'è l'obbligatorietà del corso di formazione per gli amministratori che hanno svolto la professione per almeno un anno nei tre anni precedenti all'entrate in vigore della nuova legge. Ma lui non rientra in questa ipotesi avendo iniziato a svolgere la professione nel novembre 2012 Giusto?

Quindi chiedo secondo voi il corso svolto al 2009 con tanto di attestazione in cui appunto si attesta che ha frequentato il corso e che ha superato l'esame finale, è ritenuto valido?

Ritengo di rispondere Si-

Se poi sa fare bene il lavoro per cui lo avete nominato...

Ma quando è entrate in vigore la disposizione che regolamenta chi può fare l'amministratore e i requisiti, intendo la data?

Lui svolge la professione dal Novembre 2012.

La nuova disposizione detta che non c'è l'obbligatorietà del corso per coloro che hanno svolto la professione per almeno un anno nel corso dei 3 anni precedenti all'entrata in vigore della disposizione. Quando è entrata in vigore questa disposizione?

Quindi chiedo secondo voi il corso svolto al 2009 con tanto di attestazione in cui appunto si attesta che ha frequentato il corso e che ha superato l'esame finale, è ritenuto valido?

 

Ritengo di rispondere Si-

Se poi sa fare bene il lavoro per cui lo avete nominato...

Salve,

attenzione che non è così.

 

La legge prevede che sia stato svolto un incarico non che si sia frequentato un corso nei precedenti 3 anni. L'attestato del 2009 attesta solo la frequenza del corso. Per attestare un vero e proprio esercizio effettivo serve una delibera che attesti la sua nomina.

La legge è del dicembre del 2012 ma ha avuto una vacatio legis di 6 mesi. Quindi è entrata in vigore a tutti gli effetti nel giugno 2013.

Questo significa che bisogna aver amministrato un condominio tra il 18 giugno 2010 ed il 18 giugno 2013.

 

Cordiali saluti.

Quindi l'Art. 71 Bis è in vigore dal 18 Giugno 2013.

Lui ha iniziato la professione con l'acquisizione del primo condominio nel Novembre 2012. Però se la data in entrata in vigore dell'Art. 71 Bis è 18/06/13, correggimi se sbaglio, ma non ha svolto almeno un anno di professione, Sbaglio?

Ma il corso svolto nel 2009, prima della riforma è ritenuta valida?

Non è valido, anche perchè con la riforma del condominio sono cambiate parecchie cose rispetto al 2009.

Inoltre nel 2009 non erano previste molte caratteristiche dei corsi attuali, a partire dalla piattaforma di ore fino alla certificazione del responsabile scientifico del corso, caratteristiche individuate nel Decreto ministeriale n°140 del 13 agosto 2014 – Ministero della Giustizia

Si ma il Decreto Ministeriale n°140 è entrato in vigore il 13 agosto 2014. Pertanto se l'Amministratore svolgeva la professione dal Novembre 2012, ha svolgo di conseguenza almeno 1 anno di professione.

Corretto?

L'Anno di professione si deve calcolare tenendo presente quale data?

18/6/2013

 

( LEGGE 11 dicembre 2012, n. 220

Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici. (12G0241) (GU Serie Generale n.293 del 17-12-2012)

note: Entrata in vigore del provvedimento: 18/06/2013)

Ma se ritenete che non ha i requisiti previsti dalla legge, quando e perché lo avete nominato? E ancora:ha lavorato bene o male? Se per una differenza da calendario di tre mesi di attività, hai però un professionista serio e preparato te lo devi tenere. Se viceversa hai il nome di grido con tutti i corsi previsti dalla legge ma non è all'altezza delle vostre attese, che te ne fai?

Di conseguenza lui avendo acquisito il suo primo condominio nel Novembre 2012, facendo due calcoli tenendo presente la data del 18/06/13 dell'entrata in vigore della riforma, ha svolto 7 mesi di professione. Quindi non è a norma dato che ha fatto soli 7 mesi e non 12 mesi previsti dall'Art. 72 Bis, Giusto?

 

Lui è professionale e bravo per il momento. Naturalmente noi vorremmo un amministratore a norma.

Se cercate una scusa per liberarvene, ok, non è a norma.

Ma se vi trovate bene...assicuratevi che faccia l'aggiornamento annuale di 15 ore, chiudete un occhio e tenetevelo!!

Lui sembra bravo, sempre reperibile, preparato e disponibile. Un salto di qualità rispetto alle brutte esperienze che abbiamo avuto in passato. Però sapete io sono per il rispetto della legge e vorremmo un amministratore a norma e in regola. Anche perchè ho letto su internet che la delibera che nomina un amministratore che non è a norma, è una delibera nulla/annullabile.

Eh si mancano 5 mesi ! Non è a norma. Naturalmente.

Di conseguenza lui avendo acquisito il suo primo condominio nel Novembre 2012, facendo due calcoli tenendo presente la data del 18/06/13 dell'entrata in vigore della riforma, ha svolto 7 mesi di professione. Quindi non è a norma dato che ha fatto soli 7 mesi e non 12 mesi previsti dall'Art. 72 Bis, Giusto?

 

Lui è professionale e bravo per il momento. Naturalmente noi vorremmo un amministratore a norma.

Salve,

si esattamente! Ora se lui è bravo l'unico problema è formale. In tal senso potete chiedere che sostenga un corso e che si aggiorni per mantenere il posto. Alla fine sarà il male minore, lui manterrà l'incarico e voi avrete un Amministratore "formalmente" formato.

 

Cordiali saluti.

Aggiornamento: io ho chiesto più volte l'attestato all'amministratore del mio condominio, ma lui ignora perché, secondo me, e' inadempiente. Cosa posso fare? Non ditemi rimuoverlo, lo vorrei davvero ma la missione e' impossibile per le amicizie che ha nel condominio

Io ragionerei in questo modo: l'amministratore per svolgere tale funzione deve essere presente nell'albo professionale di categoria. In virtù di ciò, se tu sei in possesso di una documentazione specifica con cui hai richiesto al tuo amministratore di fornirti l'attestato comprovante i suoi requisiti; con tale documentazione specifica di presentazione dell'attestato da te avanzata si potrebbe inoltrare una richiesta all'albo a cui il tuo amministratore è iscritto per una normalissima verifica dei requisiti posseduti.

Io ragionerei in questo modo: l'amministratore per svolgere tale funzione deve essere presente nell'albo professionale di categoria. In virtù di ciò, se tu sei in possesso di una documentazione specifica con cui hai richiesto al tuo amministratore di fornirti l'attestato comprovante i suoi requisiti; con tale documentazione specifica di presentazione dell'attestato da te avanzata si potrebbe inoltrare una richiesta all'albo a cui il tuo amministratore è iscritto per una normalissima verifica dei requisiti posseduti.

 

ragioni male : non esiste nessun albo di categoria .

 

quindi non puoi controllare una cosa che non esiste .😜

Si procedesse quindi con le associazioni quali Anaci, Anammi, Anapi, che seppur essendo associazioni e non albi professionali dovrebbero garantire per i requisiti dei professionisti che rappresentano. Infine, si potrebbe chiedere verifica al registro comunale competente per territorio.

Concordo con Peppe: non esiste album professionale per gli amministratori. Inoltre quello a cui mi riferisco non fa parte di nessuna associazione, es ANACI. E' un somaro indipendente. Gli ho chiesto l'attestato perché regolarmente sbaglia i conti, fa copia incolla dei bilanci precedenti, suddivide le spese pulizia luce scale per unità e non altezza piano ecc ecc ma è inamovibile. Non fa i corsi e non ha voglia di lavorare. Se qualcuno non paga, dice: Cara i soldi me li darai quando li avrai. Vivi serena. Da lui non aspettatevi decreti ingiuntivi, chi glielo fa fare di lavorare cosi tanto, andare dall'avvocato, preparare la documentazione ecc Avete presente Ciccio di Nonna Papera? Ecco questo amministratore. Fare il corso di aggiornamento sarebbe troppo faticoso!!!

Mamma mia che situazione. Ma questo amministratore oltre alla gestione condominiale svolge qualche altra professione?

No Ascensore, non c'è modo. L'unico sarebbe destituirlo (impossibile nel mio caso) o ricorrere a vie legali. Ho letto altri forum al riguardo: e' stato detto che, se cerchi di incastrare un amministratore sul corso di aggiornamento, rimani fregato perche' prima che si metta in moto il meccanismo, lui si è procurato un coro con attestato in rete. Tu rimani fregato e paghi l'avvocato.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Il nulla facente ricco di famiglia. Fa giusto l'amministratore di pochi condomini di amici, a tariffe molto competitive, giusto per dire faccio qualcosa

Sei sola a volerlo sostituire? Quanti altri condomini sarebbero dalla tua parte per un cambiamento?

Questo amministratore è dotato di assicurazione professionale? Se ne fosse sprovvisto si potrebbe trovare il modo di sollevarlo dall'incarico forse.

Ti ho detto che non c'è modo o forse si..

L'assicurazione ce l'ha, su certe cose e' molto attento.

Forse si... la prossima assemblea do la delega ad un giovane avvocato. Vediamo come risponde alle obiezioni. Certo che le soddisfazioni costano

×