Vai al contenuto
Marina alessandria

Validità assemblea straordinaria x rifacimento tetto e rimozione amianto

buongiorno,

abbiamo fatto una assemblea straordinaria x rifacimento tetto e rimozione amianto, con visione di vari preventivi. la maggioranza si è opposta e allora l'amministratore, dopo aver minacciato di denunciare lo stato del tetto al Comune, è passato ad un "ma allora nn volete fare nessun lavoro"? al che un paio di condomini hanno proposo di far fare due preventivi aggiuntivi a quelli già presentati in assemblea.

 

è una cosa che si puo fare?

e mi sapreste dire se la figura del direttore dei lavori e del responsabile della sicurezza in un cantiere sono obbligatori, o a discrezione?

 

l'aministratore e la maggioranza dei condomini nn li vogliono x poter risparmiare.

grazie x ogni info; sono un po confusa....

E' sempre possibile esaminare altri preventivi in una successiva assemblea, visto anche la mancata approvazione di quelli presentati, per quanto riguarda il direttore lavori e sicurezza ti allego questo;

 

Si deve procedere ai lavori di rifacimento dei frontalini dei balconi, dei cornicioni e delle facciate del palazzo. Però in seno all'assemblea condominiale è sorto il dilemma sulla necessità o meno della presenza del direttore dei lavori, per un problema economico. Qual'è l'opinione dell'esperto su tale quesito? Saluti e grazie

L'esperto risponde:

Il responsabile dei lavori in un cantiere è una figura prevista dalla legge. Non è obbligatoria la nomina di un direttore esterno, ma questo ruolo può essere svolto dal committente, quindi, volendo, dall'amministratore o da un condomino appositamente delegato. Chiunque sia a svolgere questo ruolo le responsabilità non cambiano dal punto di vista penale e civile. In particolare tra gli obblighi del direttore, o responsabile dei lavori, rientra quello della verifica del rispetto delle norme di sicurezza nel cantiere. Per quel che riguarda in particolare i lavori in quota, in base all'articolo 107 del Dlgs 81/2008- Testo unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, si intendono con questa definizione quelli effettuati ad una quota posta ad altezza superiore a due metri rispetto ad un piano stabile. E' del tutto indifferente che i lavori siano realizzati tramite ponteggio o piattaforma aerea, dato che quella che conta è l'altezza. Potete, quindi, evitare di nominare un direttore dei lavori esterno al condominio, se l'amministratore o qualcun altro decide di assumersi queste responsabilità. (14 settembre 2011)

http://finanza.repubblica.it/Esperti/Casa.aspx?ID=219516

per quanto riguarda la richiesta di altri preventivi, è nella disponibilità dell'assemblea richiederli;

per quanto riguarda il direttore lavori , che può essere anche il responsabile della sicurezza

"Il responsabile dei lavori in un cantiere è una figura prevista dalla legge. Non è obbligatoria la nomina di un direttore esterno, ma questo ruolo può essere svolto dal committente, quindi, volendo, dall'amministratore o da un condomino appositamente delegato. Chiunque sia a svolgere questo ruolo le responsabilità non cambiano dal punto di vista penale e civile. In particolare tra gli obblighi del direttore, o responsabile dei lavori, rientra quello della verifica del rispetto delle norme di sicurezza nel cantiere. Per quel che riguarda in particolare i lavori in quota, in base all'articolo 107 del Dlgs 81/2008- Testo unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, si intendono con questa definizione quelli effettuati ad una quota posta ad altezza superiore a due metri rispetto ad un piano stabile. E' del tutto indifferente che i lavori siano realizzati tramite ponteggio o piattaforma aerea, dato che quella che conta è l'altezza. Potete, quindi, evitare di nominare un direttore dei lavori esterno al condominio, se l'amministratore o qualcun altro decide di assumersi queste responsabilità. (14 settembre 2011)"(finanzarepubblica.it)

https://www.condominioweb.com/il-direttore-dei-lavori-in-condominio-ha-lobbligo-di-informare-il-condominiocommittente.1711

http://********************/il-condominio-ed-il-direttore-dei-lavori/

Noi lavori privati il direttore dei lavori non è obbligatorio, a meno che non si debba fare una pratica edilizia: in questo caso potreste nominare il DL solo per la parte amministrativa comunale (non seguirà i lavori... ma in questo caso non potrete prendervela con lui se l'impresa eseguirà qualche cavolata).

Il coordinatore della sicurezza è obbligatorio se in cantiere ci saranno più di due imprese, anche non direttamente nominate da voi, cioè serve anche nel caso che l'impresa cui affidiate il lavoro subappalti qualche piccola lavorazione (es. ponteggio, rimozione eternit, ecc.).

Rimuovete l'eternit, per cui l'ASL un giretto in cantiere lo farà di sicuro, perchè superavvisata dall'impresa abilitata alla rimozione (per obbligo normativo, non per volontà dell'impresa). Quindi se serve il coordinatore nominatelo, o con l'ASL saranno dolori!

 

Se in quest'assemblea non avete approvato alcun preventivo, potrete fare un'altra assemblea, in cui potrete portare anche altri preventivi: è nella facoltà dell'assemblea il poterlo fare. Più preventivi avrete, più è facile che qualcuno sia di un coperturista e costi meno. Ma la cosa migliore è far fare un capitolato ad un tecnico in modo che i vari preventivi siano confrontabili tra loro... il lasciare carta bianca alle imprese, normalmente, fa sì che il prezzo finale si discosti anche di molto dal prezzo indicato nel preventivo (misure errate, mancanza di alcune lavorazioni, cambio di materiali in corso d'opera...)

Se vuoi sapere altro chiedimi pure, anche via mail (giuly.malu@tiscali.it).

×