Vai al contenuto
elenapanta

Validità assemblea - l'annullamento della seduta?

Buonasera, oggi si è svolta la canonica assemblea condominiale. Dopo aver trattato vari punti, nelle "varie ed eventuali" ho chiesto permesso circa l'affissione sul muro condominiale della targhetta di B&B, in quanto il regolamento prevede il benestare dell'Assemblea per affiggere targhe o insegne. Per legge regionale sono obbligata ad esporla. In ogni caso, a tale mia richiesta, per colpa di due/tre condomini si è scatenata una lite furibonda, cosicché gli altri presenti se ne sono andati e non si è potuto né votare né verbalizzare la mia richiesta. A questo punto potrei chiedere l'annullamento della seduta? Cosa potrei fare? Grazie. Gio'

Innanzi tutto nelle "varie ed eventuali" di norma non si vota.

E perchè chiedere l'annullamento di tutte le delibere? Magari tutte regolari con conseguente rigetto della tua richiesta, quando senza chiedere nulla a nessuno, fatto salvo non sia previsto dal RdC Contrattuale, puoi affiggere la targa B&B o qualsiasi altra attività tu possa svolgere?

 

Ciascuno dei condomini può servirsi dei muri perimetrali dell'edificio condominiale per quelle utilità accessorie che ineriscono al godimento della sua proprietà esclusiva, qual è l'utilità del risalto pubblicitario dell'attività professionale o commerciale svolta, che si realizza normalmente mediante l'apposizione di insegne, targhe, cartelli e simili. Consegue che - poiché la utilizzazione del muro perimetrale comune mediante tale apposizione non ne altera la naturale e precipua destinazione di sostegno dell'edificio condominiale - l'utilizzazione stessa, ove non impedisca l'esercizio concorrente del diritto degli altri partecipanti di fare eguale uso del muro, costituisce normale esercizio del diritto di usare la cosa comune. (Cass. civ., sez. III, 24 ottobre 1986, n. 6229)

E solo con voto unanime già approvato e sul Regolamento Contrattuale è possibile limitare questa libertà, ovviamente l'unanimità non si raggiungerà mai fatto salvo che tu non voti contro l'affissione della targa.

In tema di condominio di edifici, i partecipanti con voto unanime possono sottoporre a limitazioni, nell'ambito dell'autonomia negoziale, l'esercizio dei poteri e delle facoltà che normalmente caratterizzano il contenuto del diritto di proprietà sulle cose comuni, vertendosi in materia disponibile, con la conseguenza che con regolamento contrattuale possono vietare l'apposizione di insegne, targhe e simili sui muri perimetrali comuni, ovvero subordinarla al consenso dell'amministrazione. (Cass. 03/09/93 n. 9311)

Grazie. Se ho ben capito, essendo che il mio condominio ha un regolamento ordinario, anche se prevede l'autorizzazione dell'assemblea per posizionare targhe/insegne, posso metterla ugualmente sulla base dell'art 1102 cc, poiché ciò costituisce godimento della cosa comune e non altera il decoro del palazzo. Forse non mi è chiara la differenza tra regolamento assembleare e contrattuale. Grazie per l'aiuto.

Il regolamento contrattuale, di solito proposto dal costruttore ed allegato al rogito, può derogare dalle norme del Codice Civile, eccetto quelle inderogabili, mentre i RdC assembleare non può derogare, come in questo caso, potrebbe regolamentare l'uso delle parti comuni, come ad esempio la facciata dove hai intenzione di affiggere la targa, ma non vietare la messa in opera.

Per cui leggi il Regolamento cosa prevede oltre l'autorizzazione, che deve essere concessa perchè tu o qualsiasi altro condomino ne avete diritto, potrebbe stabilire il colore e foggia oppure che sia uguale per dimensioni e tipo a quelle già esistenti, ma come detto, non può vietare.

OK capito. Oggi è arrivato anche il verbale di condominio e ho notato che non è stata assolutamente verbalizzata la mia richiesta di apposizione della targa, con tutta la lite che ne è conseguita. È corretta la mancata verbalizzazione della mia domanda? In più il fatto che il Presidente dell'Assemblea abbia in più occasioni aizzato l'attacco verso di me è normale? Non mi sembra un comportamento corretto né da parte dell'amministratore né da parte del Presidente, in più di quello successo non rimarrà mai una traccia.

OK capito. Oggi è arrivato anche il verbale di condominio e ho notato che non è stata assolutamente verbalizzata la mia richiesta di apposizione della targa, con tutta la lite che ne è conseguita. È corretta la mancata verbalizzazione della mia domanda? In più il fatto che il Presidente dell'Assemblea abbia in più occasioni aizzato l'attacco verso di me è normale? Non mi sembra un comportamento corretto né da parte dell'amministratore né da parte del Presidente, in più di quello successo non rimarrà mai una traccia.
Visto che non è stato verbalizzato nulla ed è stato chiesto il benestare e discusso in merito, secondo me va a tuo favore, apponi la targa e poi vediamo cosa succede.
×