Vai al contenuto
Lordsandreik

Utente gravemente indebitato ... pago io che compro????

Salve a tutti del forum e grazie anticipatamente dell'aiuto che potrete darmi.

Sto acquistando tra 1000 peripezie un immobile a "saldo e stralcio" inserendomi in una trattativa prima che la banca creditrice del mutuo,sottragga forzatamente l'immobile in questione destinandolo alle case d'asta...

In questa trattativa mi sono imbattuto in nell'attuale proprietario di casa che vanta una morosita' vecchia di almeno 7-8 anni nei confronti dell'amministrazione della palazzina.

Tale amministrazione non ha mai "tagliato" le utenze a questo condomino moroso,ne tantomeno ha prodotto mai decreti ingiuntivi al fine di farsi saldare tale debito.

A quanto pare l'ammontare del debito e' di circa 4000 euro,buona parte di quali dovuti a spese legali...

La mia domanda e' la seguente:

Dovendo IPOTETICAMENTE rogitare a Novembre 2014,le spese che dovro'pagare,secondo la legge 63 del c.c.,saranno quelle già DELIBERATE da dicembre 2013 (e tutto il 2014)e basta???(cercando poi di rifarmi personalmente sul venditore)???

Le cause che l'amministrazione ha intentato all'utenza in questione....datate 2007-2008 o tutti i lavori deliberati negli anni precedenti,non saranno quindi da attribuirsi alla nuova utenza?

Uno dei responsabili dello studio amministrativo che ho contattato,mi ha risposto dicendomi che secondo l'art 1104c.c. la ripartizione dovra' essere equa per tutti ci condomini,ma quell'articolo e' da citarsi solo in caso di suddivisione di lavori deliberati da assemblea....qui si parla di successione!!!!

 

Vi prego aiutatemi perche' VERAMENTE non ci sto capendo nulla!!!!

Tutte le spese ordinarie e straordinarie precedenti la data del rogito devono essere pagate dal venditore, salvo accordi bilaterali con l'acquirente.

 

L'amministratore di solito sceglie il neo condomino perchè è debitore in solido per l'anno della stipula del rogito e l'anno precedente, però quest'ultimo ha il diritto di rivalsa sul venditore.

 

Dopo le normali azioni, l’eventuale debito non recuperato, si suddivide per tutti i condomini per millesimi.

Quindi in soldoni...

Dovro'sopperire personalmente (rifacendomi poi sul venditore in un secondo momento) di tutte le spese ordinarie e straordinarie,deliberate ufficialmente dall'assemble condominiale in un lasso di tempo che va 12 mesi a ritroso dalla data del rogito.

Se quindi rogitero' a Novembre 2014 saro' responsabile della "copertura" di tali spese da dicembre 2013.

 

ESATTO???

 

- - - Aggiornato - - -

 

p.s. off topic.

Sig.Kobain...2 anni fa a Seattle ho visto casa sua ed il parco con la panchina dove era solito comporre! 🙂

Se rogiti a novembre 2014 dovrai tutte le spese 2014 e tutte quelle dell'anno 2013, l'art 63 Dacc dice esattamente;

 

- Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato solidalmente con questo al pagamento dei contributi relativi all’anno in corso e a quello precedente.

p.s. Immagino che stai confondendo persona il, nostro Kurt Cobain è un amministratore condominiale

Beh ci mancherebbe...la mia era una battuta visto che il povero Kurt ci ha lasciato nel 1994! =)

 

Perfetto!

Era quello che cercavo!

La mia problematica era inerente al fatto che il condomino era moroso di MOLTE ANNUALITA' arretrate e volevo semplicemente sapere,QUANTO avrei dovuto sborzare in termini economici....ovviamente 1000 euro per lavori deliberati e manutenzione per gli anni 2013 e 2014 sono un conto....5000 per 8-9 annualita',sono tutt'altro! =)

Beh ci mancherebbe...la mia era una battuta visto che il povero Kurt ci ha lasciato nel 1994! =)

 

Perfetto!

Era quello che cercavo!

La mia problematica era inerente al fatto che il condomino era moroso di MOLTE ANNUALITA' arretrate e volevo semplicemente sapere,QUANTO avrei dovuto sborzare in termini economici....ovviamente 1000 euro per lavori deliberati e manutenzione per gli anni 2013 e 2014 sono un conto....5000 per 8-9 annualita',sono tutt'altro! =)

Ok spero di essere stato utile per quanto mi è stato possibile, così avrai un'idea di quanto dovrai eventualmente corrispondere al condominio.

 

OT riguardo a Kurt Colbain, hai ragione è mancato il 5 aprile 94 all'età di 27 anni

Per me dovresti cercare di ottenere copia dei bilanci consuntivi.

 

Non ricordo la regola cosa dica in proposito, ma se la spesa attribuita al precedente proprietario è sorta ad esempio nel 2005, ma è "rimbalzata" di anno in anno sotto la voce "conguaglio" sino ad oggi, a mio avviso te la trovi lì come conguaglio 2013. Se i conti sono stati regolarmente approvati, non mi risulta che conti la data in cui è sorta la spesa, ma quella di approvazione dei conti.

 

Un distinguo mi pare ci fosse per le spese deliberate prima dell'acquisto (tipo lavori in edilizia), ma effettuate dopo.

 

Peraltro, la questione mi pare oggetto di sentenze discordanti.

 

http://www.casa24.ilsole24ore.com/art/condominio/2012-09-12/spese-arretrate-paga-acquirente-153244.php?uuid=Ab4mGTcG

http://www.altalex.com/index.php?idnot=48160

http://www.lastampa.it/2012/01/26/italia/i-tuoi-diritti/casa-e-condominio/spese-arretrate-paga-il-vecchio-proprietario-dell-appartamento-PHU2wX67G5izQQuJxGrL3M/pagina.html

E' quello che sto cercando di fare compatibilmente con la Privacy,ho visto pero che l'immobile risulta "pulito" e sul possessore non gravavano ancora decreti ingiuntivi,credo quindi che i bilanci approvati siano semplicemente quelli inerenti le spese condominiali "semplici" e nell'ammontare delle spese,siano state aggiunte ad personam,le spese legali.

 

Riguardo a questo infatti volevo chiedere una cosa.

Se una causa intentata dalla societa' che amministra lo stabile viene presentata nel 2008 contro l'utente e viene chiusa nel 2014 dopo anni di peripezie e ricorsi con una sentenza definitiva...ho letto che la date che fanno fede a livello di "riscossione" di tali oneri,sono quelle indicanti la data di INIZIO della peripezia legale. (come da sentenza n°12013 del 1/7/2004)

 

Ergo,per me che comprero'presumibilmente nel 2014,non dovro' elargire spese riguardanti contenziosi legali iniziati 7-8 anni prima e concrettizatisi solo recentemente.

Chiedero' quindi al proprietario o a un altro inquilino dello stabile (visto che sono i soli a poter avere accesso ai consultivi di spese) di poter visionare tali bilanci per poter avere un idea di quello che sara' la mia parte da erogarsi.

 

Per la parte economica che non mi spetta,ma che credo voglia addebitarmi l'amministrazione,come mi consigliate di muovermi?

E' quello che sto cercando di fare compatibilmente con la Privacy,ho visto pero che l'immobile risulta "pulito" e sul possessore non gravavano ancora decreti ingiuntivi,credo quindi che i bilanci approvati siano semplicemente quelli inerenti le spese condominiali "semplici" e nell'ammontare delle spese,siano state aggiunte ad personam,le spese legali.

 

Riguardo a questo infatti volevo chiedere una cosa.

Se una causa intentata dalla societa' che amministra lo stabile viene presentata nel 2008 contro l'utente e viene chiusa nel 2014 dopo anni di peripezie e ricorsi con una sentenza definitiva...ho letto che la date che fanno fede a livello di "riscossione" di tali oneri,sono quelle indicanti la data di INIZIO della peripezia legale. (come da sentenza n°12013 del 1/7/2004)

 

Ergo,per me che comprero'presumibilmente nel 2014,non dovro' elargire spese riguardanti contenziosi legali iniziati 7-8 anni prima e concrettizatisi solo recentemente.

Sulla data, non so risponderti, ma credo sia il caso di capire di quali spese legali si parli. Parte soccombente non mi pare, perchè essendo l'avvocato dell'ex proprietario se lo dovrebbe pagare lui.

Saranno le spese della parte vittoriosa. In tal caso forse sarebbe meglio avere una copia della sentenza-provvedimento, nella quale sono citate le spese riconosciute. In modo da confrontare innanzitutto quanto riconosciuto con quanto eventualmente richiesto. Eventuali differenze sono a carico del condominio (controparte esclusa) e non di singoli.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Chiedero' quindi al proprietario o a un altro inquilino dello stabile (visto che sono i soli a poter avere accesso ai consultivi di spese) di poter visionare tali bilanci per poter avere un idea di quello che sara' la mia parte da erogarsi.

 

Per la parte economica che non mi spetta,ma che credo voglia addebitarmi l'amministrazione,come mi consigliate di muovermi?

Se la cifra lo giustifica, avvocato.

Grazie mille.

Una lettera da parte di un avvocato verso l'amministrazione dello stabile riportante le leggi e le sentenze gia emesse tutelanti la parte acquirente,credo siano sufficienti e credo che l'ammontare della spesa valga il risparmio che mi si prospetta.

Grazie ancora! =)

×