Vai al contenuto
grovelli

Usucapione Giardino Parti Comuni

Vorrei far cessare questo possesso uti dominus mascherato da ipotetica disponibilità per gli altri condomini.

Adesso è il tuo turno 😉:

Secondo te, " il soggetto non si opponga ad un uso promiscuo dell'area ed una fruizione anche da parte degli altri condomini" significa che io potrei entrare nel suo lotto e raccogliere i suoi pomodori od i suoi zucchini?

 

grovelli dice:

Vorrei far cessare questo possesso uti dominus mascherato da ipotetica disponibilità per gli altri condomini.

Adesso è il tuo turno 😉:

Secondo te, " il soggetto non si opponga ad un uso promiscuo dell'area ed una fruizione anche da parte degli altri condomini" significa che io potrei entrare nel suo lotto e raccogliere i suoi pomodori od i suoi zucchini?

 

sì, ma non lo farei veramente fossi in te... 😉 👊🤕

 

PS:

il possesso non è uti dominus se tu hai la possibilità, anche teorica, di entrare. Questo la Cassazione l'ha chiarito più volte: in condominio per usucapire non basta essere l'unico che utilizza effettivamente un certo bene, bisogna anche impedire in modo aperto e visibile a tutti gli altri di utilizzarlo, sia in via attuale che potenziale.

Modificato da condo77

"se tu hai la possibilità, anche teorica, di entrare"


Ah, questo cambia tutto... se l'utilizzatore del lotto in questione non mette lucchetto, catene o altri impedimenti all'accesso e all'uso per vent'anni, niente usucapione e quindi non servirebbe neanche modificare/abrogare l'articolo 3 del regolamento.

Modificato da grovelli
grovelli dice:

"se tu hai la possibilità, anche teorica, di entrare"


Ah, questo cambia tutto... se l'utilizzatore del lotto in questione non mette lucchetto, catene o altri impedimenti all'accesso e all'uso per vent'anni, niente usucapione e quindi non servirebbe neanche modificare/abrogare l'articolo 3 del regolamento.

Esatto, secondo me è proprio così.

Magari attendi conferma anche da altri utenti sul punto.

 

V. p.e.:

I giudici di legittimità affermano che, secondo i principi affermati dalla giurisprudenza, in tema di condominio, il condomino può usucapire la quota degli altri senza che sia necessaria una vera e propria interversione del possesso. A tal fine, però, non è sufficiente che gli altri condomini si siano astenuti dall'uso del bene comune, bensì occorre allegare e dimostrare di avere goduto del bene stesso attraverso un proprio possesso esclusivo in modo inconciliabile con la possibilità di godimento altrui e tale da evidenziare un'inequivoca volontà di possedere "uti dominus" e non più "uti condominus", senza opposizione, per il tempo utile ad usucapire (richiamando Cass. 23 luglio 2010 n. 17322).

Il condomino che deduce di avere usucapito la cosa comune, pertanto, deve provare di averla sottratta all'uso comune per il periodo utile all'usucapione, e cioè deve dimostrare una condotta diretta a rivelare in modo inequivoco che si è verificato un mutamento di fatto nel titolo del possesso, costituito da atti univocamente rivolti contro i compossessori, e tale da rendere riconoscibile a costoro l'intenzione di non possedere più come semplice compossessore, non bastando al riguardo la prova del mero non uso da parte degli altri condomini, stante l'imprescrittibilità del diritto in comproprietà.

https://www.altalex.com/documents/news/2016/11/24/condominio-usucapione

×