Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
skyfall

Unico corpo di fabbrica, comunione o no?

Buonasera abito in un condominio composto da due scale, ognuno dei quali ha accessi separati (sia pedonali che carrabili), essi sono gestiti da amministratori diversi. Oggi una delle due scale necessita di un intervento di rifacimento della facciata, l'amministratore di questa scala (amministratore scala A) ha indetto un'assemblea con i suoi condomini (condomini della scala A) ed hanno deliberato tale rifacimento. Fin qui nessun problema, se non fosse che hanno deciso di rifare il "look dello stabile" cambiando la colorazione dello stesso. Pensate sia fattibile questo se non con l'assenso dell'altra scala B?

Preciso inoltre che gli stabili hanno un'unica ringhiera perimetrale esterna, e quindi tra gli stessi non vi è alcuna separazione materiale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nessuno riesce a darmi un parere professionale sulla questione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La colorazione esterna dei complessi immobiliari deve essere "accettata" dall'ufficio edilizia del comune, previo controllo della deliberazione condominiale in merito.

 

Accertati che questa incombenza burocratica sia stata fatta.

 

Comunque, se il corpo di fabbrica dell'immobile è unico, allora la decisione deve essere presa unitariamente dalle due compagini condominiali.

Se invece i corpi sono "nettamente" separati, ognuno può decidere autonomamente, ci penserà il comune a bloccare eventuali colorazioni non idonee.

 

La ringhiera unica del muretto perimetrale esterno non incide sulla decisione in merito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

"La ringhiera unica del muretto perimetrale esterno non incide sulla decisione in merito."

Credo sia un elemento fondamentale a conferma del fatto che si tratta di un complesso condominiale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×