Vai al contenuto
F58

Tubo colonna sfiato wc

Se un condomino all'ultimo piano apporta delle modifiche al tubo colonna sfiato wc senza aver informato nessuno, ancora grave se tolto, l'Amministratore deve intervenire tramite l'Assemblea per l'immediato ripristino a regola d'arte? (Gravi disagi per i condomini ai piani sottostanti: odori NON gradevoli. Grazie per la risposta.

Il condomino non può intervenire sulle parti comuni e l'amministratore, appena venuto a conoscenza del fatto, deve provvedere al ripristino della situazione originaria e addebitare le spese al condomino che ha effettuato le modifiche.

Salve,

di per sè il condomino può intervenire sulle aprti comuni a patto che non leda i diritti altrui e la destinazione. Quindi bisogna capire innanzitutto che tipo di intervento ha effettuato e come lo ha effettuato. Successivamente si interverrà se necessario e l'addebito delle spese sarà a totale carico del condomino che ha agito creando il problema.

 

Cordiali saluti.

di per sè il condomino può intervenire sulle parti comuni a patto che non leda i diritti altrui e la destinazione. Quindi bisogna capire innanzitutto che tipo di intervento ha effettuato e come lo ha effettuato. Successivamente si interverrà se necessario e l'addebito delle spese sarà a totale carico del condomino che ha agito creando il problema.

E' corretto che "...il condomino può intervenire sulle aprti comuni a patto che non leda i diritti altrui e la destinazione" ma, in questo caso, pare evidente che abbia leso i diritti degli altri condomini.

E, a mio parere, intervenendo sulla colonna di sfiato dei wc ha procurato dei danni agli altri.

Come minimo (sempre a mio parere) doveva avvertire i condomini che ricadevano sotto la colonna sfiato wc. Questo è il mio pensiero... e quello che avrei consigliato io. Aspetto altri pareri.

La legittimità dell'intervento sulle parti comuni, teoricamente lecita ai sensi dell'art. 1102 c.c. come detto da chi mi precede, può essere accertata concretamente, nel caso di contrasti, solamente dall'Autorità Giudiziaria. In poche parole: se l'amministratore o l'assemblea ritiene che vi stato un danno, ma il condomino è di parere opposto, la soluzione deve fornirla un giudice (previo esperimento del tentativo di conciliazione).

×