Vai al contenuto
Pusher

Tubature ghiacciate casa di montagna

Ciao a tutti,

 

ho un quesito che riguarda la casa di montagna. Lo stabile è formato da 6 blocchi con 2 appartamenti l'uno, uno sotto ed uno sopra.

Quando d'inverno le temperature scendono il mio appartamento, che è laterale e nella zona più fredda, presenta il problema che si possono ghiacciare i tubi.

 

A suo tempo io ed il proprietario dell'appartamento sotto ci siamo accordati per fare un intervento volto a far si che le tubature del nostro blocco venissero gestire solamente da noi 2, di modo che quando gli altri inquilini venivano ed usavano casa, si evitava che si ghiacciassero i tubi delle case vuote. Tale intervento era stato fatto a nostre spese (nonostante le tubature siano parti comuni). Tale intervento era inoltre stato intrapreso come ultima istanza, vista l'inerzia/non volontà di risolvere il problema, da parte dell'amministratore, nonostante le numerose nostre sollecitazioni.

 

Dopo diversi anni (curiosa la tempistica), l'amministrazione ha deciso (senza una spiegazione scritta da parte di una persona qualificata da dare questo tipo di parere), di proibire questo sistema in quanto poi il tubo di scarico messo da noi era "vicino" ai contatori. Avrebbero potuto apportare delle modifiche invece di chiudere tutto, fattostà che poi negli anni scorsi il problema dei tubi ghiacciati si era ripresentato più sporadicamente (innalzamento delle temperature) e quindi me ne sono stato zitto. In sostanza però, ogni qualvolta le temperature scendono molto, chiunque viene nello stabile ed usa la casa, aprendo i rubinetti fa si che l'acqua passi anche per il nostro blocco, e puntualmente mi si ghiacciano i tubi e restano ghiacciati per diversi giorni, causando l'inagibilità del mio appartamento.

 

Considerato che 1) il problema era stato risolto e che 2) il sistema da noi usato è stato disattivato senza una certificazione scritta da parte di persona autorizzata e qualificata a farlo, è dovere dell'amministratore risolvermi il problema? Posso fare qualcosa per obbligare l'amministrazione ad intervenire? posso esimermi dal pagare la quota annuale?

non c'è relazione tra la "manomissione" della modifica del vs impianto e le quote condominiali da pagare.

piuttosto chiedete nuovamente e formalmente il ripristino della situazione antecedente (che non provocava inconveniente alcuno) e chiedete anche come mai si è fatto fare questo intervento senza autorizzazione dell'assemblea (... o c'è stata ?)

L'assemblea va tipicamente semi deserta e con quasi tutte deleghe, quindi si la manomissione sarà anche stata approvata (senza nessun parere qualificato, hanno deciso e chi s'è visto s'è visto).

 

Ok quindi l'unica strada che ho è sentire un tecnico e farmi fare il progetto, fare richiesta formale all'assemblea e sperare che mi diano l'ok per fare il lavoro?

 

Non è in nessun modo un dovere dell'amministrazione provvedere alla piena agibiità degli appartamenti dello stabile?

 

grazie della risposta

in effetti, rileggendo, voi avete messo mano a parti comuni senza aver avuto autorizzazione e quindi l'azione si può configurare come "ripristino" della parte comune.

convincete l'amministratore a lasciarvi rimettere le cose com'erano: non facevate danni a nessuno e non avete gravato sui costi condominiali.

chiedete a chi ha fatto il lavoro di quanto potreste spostare il tubo di scarico affinchè vada bene per tutti ...visto che era troppo "vicino".

purtroppo è una questione da risolvere in assemblea: fate in modo che vi autorizzino, chiedete che la cosa venda posta in discussione per trovare una soluzione.

Ok grazie mille, cmq specifico che no, non era stato autorizzato. Del resto ci sono una decina di interventi nello stabile fatti dall'amministrazione "per buon senso", senza l'atto di autorizzazione.

 

Tenterò di farmi autorizzare con le buone, ad ogni modo, e tornando alla prima domanda, il dubbio non sarebbe tanto sulla eventuale correlazione se manomissione e quote condominiali, piuttosto tra agibilità del mio appartamento e quote condominiali, ossia se l'amministrazione non sia tenuta con le quote che riceve (ed eventualmente anche chiedendo un extra ai condomini), ad effettuare le opere necessarie a garantire la piena agibilità dello stabile intero e quindi anche del mio appartamento preso singolarmente (assieme a quello di sotto, anche se il proprietario attuale, quasi non usa la casa e quindi non si rende conto del problema e pertanto sono l'unico a farlo presente)

 

Grazie ancora

Scusa ma non potete mettere un rubinetto, magari con lucchetto, all'entrata del vostro blocco da chiudere quando andate via e aprire quando ci siete? Non credo che questo possa dare fastidio a qualcuno.

Scusa ma non potete mettere un rubinetto, magari con lucchetto, all'entrata del vostro blocco da chiudere quando andate via e aprire quando ci siete? Non credo che questo possa dare fastidio a qualcuno.

è proprio quello che avevamo fatto, solamente che la tubatura di per se passa vicino ai contatori e quindi anche il rubinetto (con annesso secchio sotto) era da quelle parti, quindi me lo hanno chiuso.

×