Vai al contenuto
walter pidgeon

TROPPE " SPESE VARIE": c'è una regola?

L'amministratore riporta nel preventivo un totale di 1100 € alla voce "varie" così suddivise: 500 @per " Generali/Proprietà", 100 € per " Generali abitanti "; 200 € per "Scale"; 300 € per " Autoclave addolcitore ". Considerato che la spesa da consuntivo precedente si aggira sui 12000 €, queste "varie" mi sembrano eccessive. Sono giustificate ? Oltre a questo, dobbiamo pagare ( siamo 8 condomini ) 2200€ per "Fondo per il condomino moroso" e un " Fondo di riserva " di 520 € che solo nel preventivo di quest'anno è menzionato che serve per " eventuali imprevisti " e " quando l'assemblea lo delibererà, per pagare lavori che interessano le parti comuni" . Questa dicitura è stata aggiunta nel preventivo solo quest'anno, perchè l'amministratore è stato sollecitato: prima non si sapeva a cosa questo fondo servisse: se lo scopo è questo, le varie andrebbero eliminate? Cosa ne pensate? Ho l'assemblea fra pochi giorni e vorrei andarci ben ferrato sull'argomento

Grazie

Walter!

ciao

la dizione "varie", secondo me, è usata impropriamente dal tuo amministratore, ma ciò non toglie che tutto potrebbe essere corretto, visto che tra le varie elenca una serie di spee relative a scale autoclave ecc.. , che potrebbe catalogare in modo più appropriato, ma forse è vincolato a qualche programma obsoleto ad una autoproduzione di un foglio elettronico.

Il tutto però puo' essere facilete risolto leggendo il libro cassa dove le spese sono analiticamente descritte e circostanziate.

la possibilità di controllo , è il grimaldello, in mano ai condomini:

 

1130-bis

Rendiconto condominiale

Il rendiconto condominiale contiene le voci di entrata e di uscita ed ogni altro dato inerente alla situazione

patrimoniale del condominio, ai fondi disponibili ed alle eventuali riserve, che devono essere espressi in

modo da consentire l'immediata verifica. Si compone di un registro di contabilità, di un riepilogo finanziario,

nonché di una nota sintetica esplicativa della gestione con l'indicazione anche dei rapporti in corso e delle

questioni pendenti. L'assemblea condominiale può, in qualsiasi momento o per più annualità specificamente

identificate, nominare un revisore che verifichi la contabilità del condominio. La deliberazione è assunta con

la maggioranza prevista per la nomina dell'amministratore e la relativa spesa è ripartita fra tutti i condomini

sulla base dei millesimi di proprietà. I condomini e i titolari di diritti reali o di godimento sulle unità immobiliari

possono prendere visione dei documenti giustificativi di spesa in ogni tempo ed estrarne copia a proprie

spese. Le scritture e i documenti giustificativi devono essere conservati per dieci anni dalla data della

relativa registrazione.

quindi di cosa stiamo parlando ? se avete dubbi sull'operato dell'amministratore, stategli con il fiato sul collo !

L'amministratore riporta nel preventivo un totale di 1100 € alla voce "varie" così suddivise: 500 @per " Generali/Proprietà", 100 € per " Generali abitanti "; 200 € per "Scale"; 300 € per " Autoclave addolcitore ". ...

Evidentemente sul preventivo ha ritenuto genralizzare anzichè scrivere, per esempio,

cancelleria €. 100;

tinteggiatura androne €. 500;

piccola manutenzione (serrature... sostizione luci androne...) €. 200;

sostituzione luci scale €. 200

sostituzione filtri autoclave €. 300

 

Trattandosì di un PREVENTIVO, si tratta comunque di una previsione fatta sulla base dell'anno precedente ma non si può calcolare al centesimo se e quante lampadine si fulmineranno, se e quante convocazioni dovrà fare durante l'anno...

E' al CONSUNTIVO che bisogna stare molto attenti; il consuntivo, infatti, essendo il reso conto di quanto effettivamente speso nell'anno, riporta al centesimo tutte le entrate, le uscite, eventuali quote non incassate e fatture non pagate.

Nel consuntivo potrete sapere con certezza cosa avete pagato con le vostre quote e potrete conoscere nel dettaglio tutte le uscite "VARIE".

×