Vai al contenuto
ardesia

Termosifoni vs termoconvettori. Risparmio energetico

Buongiorno a tutti. Abito in Lombardia, in un condominio col riscaldamento centralizzato e dove ci apprestiamo ad implementare la contabilizzazione. Su 80 alloggi almeno una ventina hanno ancora i termoconvettori mentre gli altri hanno i termosifoni.Per far funzionare i termoconvettori l'acqua calda in ricircolo è sui 70/75 gradi .Temperature più basse porterebbero a situazione di freddo per chi ha i termoconvettori.

In seguito vorremmo passare alla sostituzione caldaie col tipo a condensazione.Questo richiede la sostituzione dei termoconvettori con termosifoni onde poter riscaldare con acqua calda a temperature non più alte di 55°C.

La domanda: esiste qualche legge che ci possa aiutare a convincere i possesori dei termoconvettori al cambiamento o essendo il condominio nato con i termoconvettori ed essendo gli stessi di proprietà privata, dobbiamo puntare solo su opera di convincimento? Appellarci ai futuri risparmi energetici e ad una migliore equilibratura dell'impianto di funzionamento e contabilizzazione ha un valore legale?

Scritto da ardesia il 13 Mar 2013 - 11:07:26: Buongiorno a tutti. Abito in Lombardia, in un condominio col riscaldamento centralizzato e dove ci apprestiamo ad implementare la contabilizzazione. Su 80 alloggi almeno una ventina hanno ancora i termoconvettori mentre gli altri hanno i termosifoni.Per far funzionare i termoconvettori l'acqua calda in ricircolo è sui 70/75 gradi .Temperature più basse porterebbero a situazione di freddo per chi ha i termoconvettori.

In seguito vorremmo passare alla sostituzione caldaie col tipo a condensazione.Questo richiede la sostituzione dei termoconvetto [...]

Buongiorno,

i due tipi di corpo scaldante hanno curve di risposta diverse, ma tale squilibrio può essere compensato da adeguata preregolazione ed azione della termostatica, semplicissime operazioni.

Le caldaie a condensazione non funzionano bene solo a bassa temperatura, ma invece condensano se hanno ritorno al di sotto di 51° C.

Questo tipo di generatore di calore deve avere salto termico elevato pari a circa 30° C (80 in mandata e 50 in ritorno) per funzionare al meglio con i radiatori esistenti.

Chi dice che le caldaie a condensazione funzionano solo bene solo a basse temperature non ha coretta informazione.

Il mio consiglio è di informarvi presso un termotecnico esperto che potrà darvi le migliori indicazioni per ottenere il miglior risultato con le minime modifiche.

 

1KGrazie,

 

 

 

 

Nanojoule

 

il mare è fatto di gocce

Molte grazie per la risposta tecnica. Spero che qualche altro esperto al tuo pari possa darmi quella comportamentale/giuridica

 

Dino lavagna

Scritto da ardesia il 13 Mar 2013 - 15:35:57: Molte grazie per la risposta tecnica. Spero che qualche altro esperto al tuo pari possa darmi quella comportamentale/giuridica

 

Dino lavagna

Buonasera,

vorrei ribadire che la posa delle termostatiche/ripartitori non obbliga alla sostituizione dei convettori, nemmeno in un futuro con caldaia a condensazione.

L'impianto non sarà sbilanciato perchè in fase di progettazione sarà adeguatamente predisposto ed ogni utenza avrà la propria ripartizione.

Minori spese, minor tempo d'ammortamento e maggiori guadagni.

 

1KGgrazie

 

 

 

Nanojoule

 

il mare è fatto di gocce

×