Vai al contenuto
rosi48

Termini regolamento contrattuale-termini nuovo art. 1129

Salve, con riferimento a quanto riportato dal 'novellato' art. 1129 C.Civ. comma 12/3 circa il termine entro il quale un amministratore è obbligato a convocare l'assemblea annuale e quindi a presentare il rendiconto della gestione (180 giorni dalla chiusura dell'esercizio gestionale):

Considerando che nel mio condominio l'esercizio si è chiuso il 31/12/2013 e che il nostro regolamento contrattuale dispone chiaramente che vorrei sapere se la convocazione assembleare (con presentazione del rendiconto) deve avvenire entro il 30/06/2014 oppure - nel rispetto del regolamento contrattuale - doveva essere effettuata entro i 60 giorni previsti.

In altri termini, se il novellato articolo 1129 (inderogabile, come del resto è sempre stato) "fa testo" anche sulla norma di un regolamento contrattuale.

Comunque, poiché siamo al 18 giugno, se la convocazione non pervenisse entro il 30/06/2014 la nostra amministratrice commetterebbe una irregolarità ritenuta grave, in base alla quale può essere revocata anche con ricorso all'autorità giudiziaria(almeno in teoria....) ?

Grazie per l'informazione che qualcuno vorrà gentilmente fornire.

Ciao,

se il regolamento condominiale prevede entro 60 giorni, è questo il termine entro il quale va convocata l'assemblea.Se non viene convocata entro i termini l'amministratore commette grave irregolarità e quindi può essere revocato anche dall'autorità giudiziaria su ricorso di ciascun condomino. Comunque, sarebbe opportuno prima di fare ricorsi all a.g. inviare all'amministratore una comunicazione nella quale si richiede che l'assemblea venga convocata entro i termini previsti dal r.c. Se continua a non convocarla cambiate amministratore, fate prima.Un saluto

Convengo con Lanfranco che, nel caso di specie, l'amministratore è tenuto a rispettare la norma del regolamento contrattuale (convocazione assemblea entro 60 gg. dalla chiusura dell'esercizio). A mio avviso il (nuovo) termine previsto dal novellato articolo 1129 comma 12/3 - ovvero obbligo di convocare l'assemblea entro il 180° giorno dalla chiusura dell'esercizio - vuole "depennare" il precedente termine di 2 esercizi. Laddove si diceva che l'amministratore aveva l'obbligo di presentare il conto della sua gestione entro e non oltre la chiusura del secondo esercizio; proprio per non incorrere in una irregolarità tale da costargli la revoca. Accorciando i termini a soli 180 giorni, il legislatore ha voluto evitare che si creassero situazioni di arretrato e quindi di possibile contenzioso fra amministrazioni e condòmini/amministrati.

×