Vai al contenuto
minnianto

Tempo massimo trasmissione copia verbale assemblea ordinaria

Buongiorno,

 

come da titolo avrei la necessità di sapere se esiste un tempo massimo entro il quale copia del verbale di un'assemblea ordinaria debba essere trasmesso ai condomini.

 

Il punto è che ad un'assemblea per la quale ho effettuato una delega risalente al 4 febbraio non è ancora giunto a nessun condomino.

 

Dato che devo procedere ad impugnazione il decorso dei 30 giorni parte dalla notifica, giusto?

 

Saluti.

Salve, in realtà non c'è un limite massimo per inviare copia del verbale agli assenti. In questo caso Lei era presente tramite delega e, se ha votato contrario o astenuto, può impugnare entro 30 gg dalla data dell'assemblea. Quindi essendo trascorsi più di 30 gg non può procedere all'impugnazione. Gli assenti invece potranno richiedere copia del verbale e i 30gg decorrono dalla data del ricevimento.

@ minnianto

Tu eri presente per delega, per cui l'amministratore non ha l'onere di inviarti il deliberato (verbale), però tu hai la facoltà di chiedere copia.

Il deliberato viene inviato agli assenti per far decorrere, il termine di decadenza stabilito dall'articolo 1137 del Codice civile per un eventuale ricorso (CdC n. 29386 del 29 dicembre 2011), ma non esiste per legge un tempo limite per l'invio e di solito viene inviato per memoria anche ai presenti, tutto dipende dall'amministratore, caso mai chiedi la copia se sei ancora in tempo per impugnare, però per dirla tutta non è necessaria la copia del verbale per l'impugnazione ovvero tu impugni una anormalità sorta durante l'assemblea e che deve comparire verbalizzata, e l'amministratore con il verbale alla mano dovrà dimostrare che invece è tutto regolare.

A me risulta che i condomini deleganti siano considerati come assenti ai fini del decorso dei termini per l'impugnativa dalla recente giurisprudenza. E in realtà mi è stato confermato anche dall'avvocato al quale mi sono rivolto per procedere.

 

Anche perché il delegato potrebbe non riportare esattamente tutto quello che viene detto in assemblea e che può essere desunto dal verbale assembleare. Sbaglio?

Salve, non mi risulta proprio. Il delegante è come se fosse presente quindi "se un condomino assente è stato rappresentato da un delegato, che ha votato a favore o contro, è come se avesse votato a favore o contro lui".

Salve, non mi risulta proprio. Il delegante è come se fosse presente quindi "se un condomino assente è stato rappresentato da un delegato, che ha votato a favore o contro, è come se avesse votato a favore o contro lui".

Ovviamente solo per le materie all'odg.

A me risulta che i condomini deleganti siano considerati come assenti ai fini del decorso dei termini per l'impugnativa dalla recente giurisprudenza. E in realtà mi è stato confermato anche dall'avvocato al quale mi sono rivolto per procedere.
Se vuoi procedere non posso vietartelo, ma se sono trascorsi 30 giorni dall'assemblea il tuo ricorso non verrà accettato, perchè da delegante sei considerato presente tramite il tuo delegato, come ha detto Lanfranco.

 

Dacc

Art. 67

Ogni condomino puo' intervenire all'assemblea anche a mezzo di rappresentante, munito di delega scritta.

...

 

Se puoi intervenire tramite delegato (rappresentante), significa che risulti presente.

 

Per tua sicurezza ti consiglio di sentire un altro legale.

Se vuoi procedere non posso vietartelo, ma se sono trascorsi 30 giorni dall'assemblea il tuo ricorso non verrà accettato, perchè da delegante sei considerato presente tramite il tuo delegato, come ha detto Lanfranco.

 

Dacc

Art. 67

Ogni condomino puo' intervenire all'assemblea anche a mezzo di rappresentante, munito di delega scritta.

...

 

Se puoi intervenire tramite delegato (rappresentante), significa che risulti presente.

 

Per tua sicurezza ti consiglio di sentire un altro legale.

Purtroppo ormai i 30 giorni sono trascorsi. Tutte le materie sono soggette ai 30 giorni? Ad esempio una errata imputazione delle spese relative alla manutenzione straordinaria?

Ci sono delle delibere nulle, ovvero non sottoposte al limite dei 30 giorni.

Per errata imputazione delle spese relative a manutenzione straordinaria si può impugnare il consuntivo votando contro, ma sempre nei 30 giorni previsti dall'art 1137 cc che decorrono dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti.

Purtroppo ormai i 30 giorni sono trascorsi. Tutte le materie sono soggette ai 30 giorni? Ad esempio una errata imputazione delle spese relative alla manutenzione straordinaria?

Ti allego sentenza di Cassazione a Sezioni Unite ove viene dettagliata la differenza tra delibere nulle e annullabili.

cassazione a sezioni unite sentenza 4806/2005

 

Estratto:

Devono qualificarsi nulle le delibere prive degli elementi essenziali, le delibere con oggetto impossibile o illecito (contrario all'ordine pubblico, alla morale o al buon costume), le delibere con oggetto che non rientra nella competenza dell'assemblea, le delibere che incidono sui diritti individuali sulle cose o servizi comuni o sulla proprietà esclusiva di ognuno dei condomini, le delibere comunque invalide in relazione all'oggetto. Devono, invece, qualificarsi annullabili le delibere con vizi relativi alla regolare costituzione dell'assemblea, quelle adottate con maggioranza inferiore a quella prescritta dalla legge o dal regolamento condominiale, quelle affette da vizi formali, in violazione di prescrizioni legali, convenzionali, regolamentari, attinenti al procedimento di convocazione o di informazione dell'assemblea, quelle genericamente affette da irregolarità nel procedimento di convocazione, quelle che violano norme che richiedono qualificate maggioranze in relazione all'oggetto.

Comunque spesso catalogare una specifica situazione in deliberato nullo o annullabile è difficile

il giudice potrebbe ritenere nulla una situazione che un altro giudice forse farebbe rientrare in annullabile

ecco del perché molte volte negli atti i legali ipotizzano sia casi di nullità che di annullabilità

 

il consiglio, meglio transare

spesso il gioco non vale la candela

spesso il giudice dispone la compensazione delle spese legali

 

caso capitatomi

un condomino impugna per 70 euro

conclusione di tutto

vince ma le spese vengono compensate quasi tutte

non ti dico le parcelle ......

Infatti, ricordo che un Giudice durante una trasmissione TV diceva che nel dubbio tra una delibera nulla o annullabile è sempre meglio impugnare entro i 30 giorni previsti dall'art. 1137 cc.

Questo perchè?

Perchè pur ritenendo che una delibera sia assolutamente nulla e si impugni dopo i 30 gg, potrebbe capitare che il Giudice la ritenga solo annullabile, così che il ricorrente si ritrovi con un pugno di mosche in mano.

La questione però è che tra giudici non sussiste totale uniformità nel catalogare nulla o annullabile una delibera, anche dopo il parere della cassazione sez unite

Tullio Ts al #3 scrive : ..... casomai chiedi la copia " . Bene, ma in questo caso l'Amministratore può addebitare il costo ? Grazie

No- non è previsto dal preventivo. All'assemblea precedente ho dato la delega ad un condòmino - il quale dopo la registrazione dei presenti e nomina Presidente e Segretario ha dovuto abbandonare l'aula per indisposizione - e quindi non conosciamo lo sviluppo della serata. Sono trascorsi 3 mesi e del verbale neanche l'ombra. Siccome non corrono buoni rapporti con l'Amm.re - non vorrei che ad una mia legittima richiesta (copia del verbale) mi rispondesse legandola ad un vincolo economico. Grazie dell'attenzione.

tullio ts al #3 scrive : ..... Casomai chiedi la copia " . Bene, ma in questo caso l'amministratore può addebitare il costo ? Grazie
si .
×