Vai al contenuto
caesar753

Tassa sui rifiuti mai pagata da precedenti conduttori e nuovi inquilini

Salve,

 

ho una domanda semplice: i precedenti conduttori del mio appartamento, nonostante all'inizio della locazione glielo avessi comunicato, non sono mai andati a dichiarare l'occupazione dell'immobile all'ufficio competente per l'erogazione del tributo sui rifiuti (ex TARSU ed ex TARES) (la tassa sui rifiuti era infatti stata sospesa poichè per anni l'immobile era rimasto sfitto e senza nessun occupante), da settembre avrò dei nuovi inquilini e questa volta vigilerò sul fatto che vadano a dichiarare quanto dovuto, ma per il precedente periodo in cui i rifiuti non sono stati pagati subirò qualche sanzione?

Se risulta ancora sospesa,non dovresti subire nessuna conseguenza. Ma è meglio che quando entra un nuovo inquilino anche tu comunichi il cambio.

conduttori del mio appartamento, nonostante all'inizio della locazione glielo avessi comunicato,

non sono mai andati a dichiarare l'occupazione dell'immobile all'ufficio competente per l'erogazione del tributo sui rifiuti

quella Locazione era stata regolarmente denunciata e Registrata alla AdE?

Se afffermativo, tieni a portata di mano la documentazione di inizio e termine della Locazione,

in modo che se mai ti chiameranno qualli dei Rifiuti, potrai agevolmente dimostrare che per quel determinato periodo, non eri tu il responsabile.

 

sospesa poichè per anni l'immobile era rimasto sfitto e senza nessun occupante
Qui da noi, invece, anche se un locale rimane sfitto e vuoto inutilizzato, si deve comunque pagare pur sempre una quota.

Evidentemente i diversi Enti Locali si comportano differentemente, tra la tua zona e la mia.

ma quello che mi importa adesso e': se io vado con i nuovi inqulini all'ufficio per la TARI (perche' questa volta ce li porto per mano) oltre a fare la riattivazione dell'utenza faranno storie fin da subito o per il momento manderanno avanti la pratica e poi, se capita, fanno il controllo sul pregresso?

Se funziona come da me, il Comune fra qualche mese si accorgerà delle "caselle vuote".

 

A quel punto tu in quanto proprietario riceverai una iscrizione a ruolo (o similare). Ed ecco che tu informerai il Comune che per quei determinati periodi di "caselle vuote" non sei tu l'obbligato alla tassa rifiuti, bensì Tizio Caio Sempronio.

Ognuno per un ben determinato periodo, definito dal corrispondente contratto di locazione che tu esibirai in visione o in copia.

Tu non devi pagare nessuna tassa, perché è il conduttore che deve pagare.Infatti quando vanno via devono farlo sapere all'ufficio.

Ogni comune ha il suo regolamento. Vai all'ufficio tributi e spiega la situazione. Potresti dover pagare tu che avevi sospeso il tributo e non più riattivato.

(la tassa sui rifiuti era infatti stata sospesa poichè per anni l'immobile era rimasto sfitto e senza nessun occupante),
Come dicevo prima, questo concetto di "sospensione" della tassa, mi suonava strano.

E rimane strano anche dopo aver, velocemente, letto il vostro regolamento

 

"Articolo 26

Riduzioni della tassa sui rifiuti per particolari condizioni d’uso

...

b) abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo,

comunque non superiore a 183 giorni nel corso dello stesso anno solare, a condizione che non

siano cedute in locazione o in comodato, anche temporaneamente, nel corso dell’anno solare

oggetto dell’agevolazione: riduzione del 25 per cento;"

 

Altre Agevolazioni, potrebbero sommarsi in caso di un eventuale indicatore Isee basso,

ma si tratterebbe pur sempre di agevolazioni in percentuale.

O forse, più semplicemente, non sono riuscito ad individuare il paragrafo specifico

che tratti i casi di /sospensione/ ... ;-)

Anche nel mio comune, se l'appartamento non risulta allacciato a nessuna utenza, si ha la sospensione della TARI

Ma se volessi regolarizzare la posizione (e poi rifarmi sugli inquilini) possono essere applicate anche alla Tares le sanzioni relative al "ravvedimento operoso", anche con le modifiche approvate a partire dal 2015 (quindi ravvedimento possibile anche oltre l'anno dalla scadenza dell'imposta?)

Inoltre fino al 2012 per la TARSU, che non prevedeva il pagamento a mezzo F24, e' possibile fare il ravvedimento operoso?

Inoltre fino al 2012 per la TARSU, che non prevedeva il pagamento a mezzo F24,

e' possibile fare il ravvedimento operoso?

Bella domanda !!!

 

se qualcheduno sa la risposta, o almeno, un approccio ad un tentaivo di risposta...

penso potrebbe interessare a molti...

 

Non credo se sia discriminante la forma materiale del modello,

cioè se F24 o F23 o bollettino postale,

magari la natura del tipo di Tassa o Imposta,

comunque, il quesito mi pare interessante

ma quindi per la prima domanda (ravvedimento operoso oltre l'anno anche per la TARES, come sancito dalla scorsa legge finanziaria), e' possibile o no?

La risposta (o una parvenza di risposta) la puoi rintracciare solo andandoti a spulciare le relative disposizioni (ed eventuali aggiornamenti) emanate per le annualità di tuo interesse dal Comune competente per territorio.

La TARSU era una imposta di competenza comunale, quindi a prescindere dalle direttive nazionali, l'ultima parola, ergo la disposizione attuativa, spettava al Comune competente per territorio o all'ente al quale il Comune aveva delegato l'onere della riscossione del tributo.

Ciao, io direi che più che all'ente predisposto alla riscossione (in quanto questi si occupa solo di questo) si deve andare, proprio e soltanto, al Comune competente per territorio, come di ci te, appunto, in virtù del fatto che la TARSU è di competenza esclusivamente comunale.

Ciao

×