Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
dotto

TASI casa affittata

Buongiorno. Vorrei un chiarimento da qualcuno più esperto.

In caso di un appartamento dato in affitto (Comune di Roma) ad uso abitazione ad un inquilino che vi ha la residenza e quindi è per lui la prima (e unica) abitazione, quali aliquote bisogna applicare?

Mi spiego meglio: per il proprietario si tratta evidentemente di una seconda casa data in affitto, mentre per l'inquilino si tratta di prima abitazione.

Devono quindi applicare due aliquote diverse per il calcolo delle rispettive TASI?

Se così fosse che senso ha dire che il proprietario paga l'80% e l'inquilino il 20% se la tassa viene determinata diversamente?

 

Oppure essendo una casa utilizzata da qualcuno come prima abitazione, anche il proprietario usufruisce delle aliquote agevolate?

 

Grazie per il chiarimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per te è sicuramente seconda casa ai fini IMU e credo che ROMA, come Napoli, Milano e altre grandi città, abbia già raggiunto l'aliquota massima IMU e quindi per la TASI tu avrai, credo, aliquota 0 per mille. L'inquilino non è proprietario, e spesso, per questi motivi, non paga nulla.....come te del resto. Devi controllare la delibera sulla TASI del Comune di Roma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

A Roma, malgrado l'IMU sia calcolata con l'aliquota massima (10,60 per mille), sulle seconde case è prevista per la TASI l'aliquota dello 0,80 per mille (questo è stato possibile perché si sono riconosciute detrazioni per la prima casa). Di conseguenza il proprietario dovrà pagare l'80% del tributo calcolato con l'aliquota dello 0,80 per mille e l'inquilino il restante 20% tenendo conto che l'importo minimo annuale da versare è di euro 12,00; per importi inferiori nulla è dovuto.

Buona giornata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
A Roma, malgrado l'IMU sia calcolata con l'aliquota massima (10,60 per mille), sulle seconde case è prevista per la TASI l'aliquota dello 0,80 per mille (questo è stato possibile perché si sono riconosciute detrazioni per la prima casa). Di conseguenza il proprietario dovrà pagare l'80% del tributo calcolato con l'aliquota dello 0,80 per mille e l'inquilino il restante 20% tenendo conto che l'importo minimo annuale da versare è di euro 12,00; per importi inferiori nulla è dovuto.

Buona giornata.

Scusate se mi intrometto, l'argomento mi interessa. i miei inquilini hanno disdetto contratto 4+4 il 16 maggio 2014, quindi nel 2014 hanno affittato per 5 mesi e mezzo, devo pagare io quota intera del 100% della tasi, oppure il 20% spetta cmq a loro (se superiore ai 12 euro)? grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In tutti i regolamenti comunali per la TASI che ho avuto modo di consultare si prevede che l'inquilino versi dal 10 al 30% dell'imposta a condizione che il contratto abbia avuto nell'anno una validità superiore a 6 mesi (quindi 7), ovviamente qualora l'importo annuo risulti superiore al limite previsto da ogni Comune. Per la misura della percentuale ed i limiti sulla durata è però necessario verificare il regolamento comunale.

Buona sera.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
A Roma, malgrado l'IMU sia calcolata con l'aliquota massima (10,60 per mille), sulle seconde case è prevista per la TASI l'aliquota dello 0,80 per mille (questo è stato possibile perché si sono riconosciute detrazioni per la prima casa). Di conseguenza il proprietario dovrà pagare l'80% del tributo calcolato con l'aliquota dello 0,80 per mille e l'inquilino il restante 20% tenendo conto che l'importo minimo annuale da versare è di euro 12,00; per importi inferiori nulla è dovuto.

Buona giornata.

Grazie delle info.

-Quindi se ho ben capito, l'imposta va calcolata applicando l'aliquota dello 0,8 per mille (per entrambi) e poi suddivisa 80% e 20%?

-Ho anche letto che per rendite sotto i 1500 euro c'è uno sconto di 30 euro. corretto?

- in pratica devo fare: 1149.12 (rendita) *1.05 (rivalutazione del 5%) * 160 (classe catastale A2) * 0,8/1000=154,44; poi il risultato -30 euro= 124,44 e poi *0.8 per proprietario e *0.2 per inquilino, corretto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La detrazione di 30 euro prevista dal Comune di Roma, compete SOLO per la casa di abitazione principale. Le imposte dovute sono: proprietario 123,55, locatario 30,89.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Roma ha fissato in 10 eruo il minimo per pagare la TASI. Quindi si paga da 11 euro in su

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La detrazione di 30 euro prevista dal Comune di Roma, compete SOLO per la casa di abitazione principale. Le imposte dovute sono: proprietario 123,55, locatario 30,89.

Grazie Nick,

queste quote vanno pagate (ciascuno la sua) entro il 16 ottobre per intero, oppure il 50% entro il 16 ottobre e il resto entro il 16 dicembre?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie Nick,

queste quote vanno pagate (ciascuno la sua) entro il 16 ottobre per intero, oppure il 50% entro il 16 ottobre e il resto entro il 16 dicembre?

Si possono pagare tutte ad ottobre oppure in due rate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie.

Ultime domande:

-se 2 inquilini hanno il contratto cointestato possono/devono fare un solo f24 (firmato da entrambi?) oppure due distinti moduli?

-quale codice tributo devono mettere gli inquilini?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie.

Ultime domande:

-se 2 inquilini hanno il contratto cointestato possono/devono fare un solo f24 (firmato da entrambi?) oppure due distinti moduli?

-quale codice tributo devono mettere gli inquilini?

Ho posto il quesito al mio Comune e mi hanno risposto che "il versamento deve essere ripartito tra tutti gli intestatari del contratto di affitto (ovviamente con un F24 intestato a ciascuno). Qualora la quota annuale da ciascuno dovuta fosse inferiore al minimo previsto, nessun tributo è dovuto". Il codice da utilizzare è quello previsto per le seconde case: 3961. Non sono però a conoscenza se sull'argomento si è già espresso il Ministero; in ogni caso è consigliabile consultare il proprio Comune.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grazie nick, davvero gentilissimo.

e grazie a tutti per il contributo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Roma ha fissato in 10 eruo il minimo per pagare la TASI. Quindi si paga da 11 euro in su

Giusto..per il versamento ..50% entro il 16 ottobre e saldo entro il 16 dicembre

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

...il limite di 10 euro si intende riferito al totale da pagare o alla sola prima rata del 50%?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
attenzione.... non è 10 euro ma 12 euro

 

L'art. 17 comma 10 regolamenta il limite per l'IMU (12 euro) mentre l'art. 26 comma 5 quello per la TASI (euro 10). Il limite deve essere riferito all'imposta annualmente dovuta; ad esempio, se l'importo è di euro 11 si verserà il primo acconto di euro 6 e il saldo di euro 5.

Buona giornata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
attenzione.... non è 10 euro ma 12 euro

 

L'art. 17 comma 10 regolamenta il limite per l'IMU (12 euro) mentre l'art. 26 comma 5 quello per la TASI (euro 10). Il limite deve essere riferito all'imposta annualmente dovuta; ad esempio, se l'importo è di euro 11 si verserà il primo acconto di euro 6 e il saldo di euro 5.

Buona giornata

perfetto. grazie ancora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×