Vai al contenuto
ridarella

Tabelle millesimali - come deve essere considerato ai fini millesimali e di numero di appartamenti dell'edificio?

Buonasera a tutti, vorrei sapere: un appartamento ha collegato con scala interna un sottotetto non abitabile ma lo ha trasformato in abitazione. Come deve essere considerato ai fini millesimali e di numero di appartamenti dell'edificio? un appartamento a sè o altro?

Grazie delle risposte

Salve, di sicuro non è un appartamento a se e non credo (ma è da verificare) che ci siano le condizioni per una modifica delle tabelle millesimali. Piuttosto mi viene da chiedere: ma il sottotetto a chi appartiene? in genere i sottotetti sono condominiali. Occorrerebbe controllare le carte, quindi rogiti, regolamento di condominio e le parti in comune del condominio.

Essendo di pertinenza allora già rientra nella quota millesimale di proprietà e quindi non cambia nulla. Non credo che sia cambiata la destinazione d'uso, sempre sottotetto è.

Aggiungo che servirà anche sanare la modifica se sono divenute camere, il proprietario dell'appartamento dovrebbe contattare un tecnico del settore e verificare se è possibile questa modifica, sempre che non l'abbia già fatto.

Non ha sanato la modifica nè intende farlo, di fatto però lo usa come appartamento. Quindi ai fini millesimali verrà cosiderato tale ma ai fini del calcolo degli appartamenti condominiali lo si può considerare tale?

Al fine del calcolo per la revisione della tabella millesimale di proprietà sarebbe necessario sapere se la modifica è tanto rilevante quanto specifica l'art 69 Dacc;

 

69. I valori proporzionali delle singole unità immobiliari espressi nella tabella millesimale di cui

all'articolo 68 possono essere rettificati o modificati all’unanimità. Tali valori possono essere

rettificati o modificati, anche nell'interesse di un solo condomino, con la maggioranza prevista

dall'articolo 1136, secondo comma, del codice, nei seguenti casi:

1) quando risulta che sono conseguenza di un errore;

2) quando, per le mutate condizioni di una parte dell'edificio, in conseguenza di sopraelevazione, di

incremento di superfici o di incremento o diminuzione delle unità immobiliari, è alterato per più di un

quinto il valore proporzionale dell'unità immobiliare anche di un solo condomino. In tal caso il

relativo costo è sostenuto da chi ha dato luogo alla variazione.

Per la mancanza di messa a norma della modifica puoi fare una segnalazione al Comune il quale probabilmente adotterà i dovuti provvedimenti.

Non ha sanato la modifica nè intende farlo, di fatto però lo usa come appartamento. Quindi ai fini millesimali verrà cosiderato tale ma ai fini del calcolo degli appartamenti condominiali lo si può considerare tale?

Ci ha fatto una scala interna ed accede alla sua pertinenza dall'interno.

Cos'altro ha fatto perchè tu possa poter affermare che il sottotetto è diventato un appartamento e richiedere il cambio di destinazione d'uso forzato?

Hai le prove per poterlo dimostrare in Tribunale?

Se non viene accertata la variazione non può essere richiesta la revisione delle tabelle.

Rovescio della medaglia:

la gelosia incontrollata può portare alla diffamazione.

A proposito di sotto tetto!!! Il proprietario di un villino l'ha trasformat o in 5 appartamenti. L'appartamento su lastrico aveva i vasconi dell'acqua . La proprietaria ha fatto dei lavori eliminando i vasconi ed l"ha trasformato in una camera da letto .sono aumentati i millesimi? ?? O rimane tutto come prima? (Ovv.i millesimi) grazie qualcunoconosce bene il da fare????

Cinque appartamenti nel sottotetto di un villino? A parte il fatto che la cosa mi sembra quanto meno irreale a meno che non si tratti di una villa di almeno 200 - 300 metri quadrati di superficie, ovvero tale da trasformare il sottotetto in 5 appartamenti di circa 50 - 60 m2, o se minore la superficie utilizzabile, ma sia almeno tale per realizzare 5 mimi appartamenti a norma, cosa inverosimile se si tratta di villino.

Comunque se questo ha ottenuto tutti i permessi previsti del Regolamento Edilizio del Comune, poteva farlo, difficile è dimostrare un incremento dei millesimi delle unità immobiliari, e che sia alterato per più di un quinto il valore proporzionale dell'unità immobiliare, se hai questo dubbio contatta un tecnico abilitato oppure in prima battuta puoi vedere al Comune se il condomino ha ottenuto i permessi necessari e poi regolati di conseguenza.

Perdono forse non mi sono espressa bene. Allora ..il proprietario di un villino trasforma il suo villino in 5 appartamenti. L'appartamento sul terrazzo ( abusivo e poi risanato).... aveva un piano rialzato dove c'erano i vasconi x l'acqua . Allora la propr.ha fatto dei lavori eliminando i vasconi e trasformando la (stanza) in una camera da letto. La domanda e cosa avviene x i millesimi???? Grazie;-);-)

Se questo proprietario ha ottenuto tutti i permessi edilizi necessari, non modificando la cubatura del suo villino, e non modificando quanto stabilito dall'art 69 Dacc punto 2. può effettuare la modifica;

 

69. I valori proporzionali delle singole unità immobiliari espressi nella tabella millesimale di cui

all'articolo 68 possono essere rettificati o modificati all’unanimità. Tali valori possono essere

rettificati o modificati, anche nell'interesse di un solo condomino, con la maggioranza prevista

dall'articolo 1136, secondo comma, del codice, nei seguenti casi:

1) quando risulta che sono conseguenza di un errore;

2) quando, per le mutate condizioni di una parte dell'edificio, in conseguenza di sopraelevazione, di

incremento di superfici o di incremento o diminuzione delle unità immobiliari, è alterato per più di un

quinto il valore proporzionale dell'unità immobiliare anche di un solo condomino. In tal caso il

relativo costo è sostenuto da chi ha dato luogo alla variazione.

Nel dubbio, senti un tecnico abilitato, ma sarà difficile l'accesso al villino senza il permesso del proprietario, ma dovrà affidarsi solamente alle piantine catastali se aggiornate.

×