Vai al contenuto
marconi89

Supercondominio di più palazzine: rapporti tra gli amministratori

Sono l'amministratore di una delle palazzine di un supercondominio in cui in ogni palazzina vi è un amministratore ed il supercondominio ha un suo amministratore. Il servizio di custodia-pulizia-giardinaggio è svolto da un custode alle dipendenze del supercondominio. Il mansionario del custode prevede il servizio presso le singole palazzine ad orari e giorni stabiliti. Durante il servizio presso la palazzina che amministro personalmente sono solito presenziare per assicurarmi che il custode si attenga a quanto stabilito dal mansionario permettendomi di dare suggerimenti su come svolgere il servizio. L'amministratore del supercondominio, essendo venuto a conoscenza di questa prassi, ha inviato una circolare a tutti i singoli amministratori ed ai rappresentanti di ogni palazzina chiedendo che ogni segnalazione sull'operato del custode sia indirizzata per iscritto esclusivamente a lui (l'amministratore) che provvederà ad inoltrare l'eventuale reclamo al custode.

Mi chiedo allora come devo comportarmi...devo solo assistere passivamente all'operato del custode senza poter dare suggerimenti allo stesso limitandomi a fare rapporto scritto all'amministratore del supercondominio?

Grazie per una risposta.

Particolarmente pedante questo amministratore... dove stà scritto che gli altri amministratori non possano suggerire come meglio svolgere il suo compito?

Di solito, in questi casi, il rapporto tra i vari amministratori si basa sulla collaborazione e non sull'accentramento...

secondo me ha ragione l'amministratore del supercondominio visto che il giardiniere e' un dipendente del supercondominio e non un dipendente dei condominii . quindi eventuali lamentele dovranno essere indirizzate all'amministratore del supercondominio .

secondo me ha ragione l'amministratore del supercondominio visto che il giardiniere e' un dipendente del supercondominio e non un dipendente dei condominii . quindi eventuali lamentele dovranno essere indirizzate all'amministratore del supercondominio .

 

e il dipendente segue le direttive del proprio datore di lavoro non le direttive di estranei .

Io non ci vedo nulla di male visto che anche gli altri amministratori lo pagano e si limitano a dare suggerimenti.

Se ci saranno lamentele, è giusto che ci pensi l'amministratore del supercondominio.

veramente gli amministratori dei singoli condomini non pagano proprio nulla ,sono i condomini che formano il supercondominio a pagare .

 

non mi pare che le spese di un supercondominio vengano divise per condominii ma per condomini del supercondominio .

E' così qualora fosse l'amministratore del supercondominio a richiedere direttamente le quote. In altri casi, l'amministratore del supercondominio chiede le quote a ciascun amministratore, che paga, e poi quest'ultimo riscuote le singole quote dai suoi condòmini.

Vorrei precisare che l'amministratore del supercondominio è anche amministratore di 6 delle 8 palazzine...

Il regolamento del supercondominio, senza riferirsi né ai singoli condomini né ai singoli amministratori, dice che tutti i reclami dovranno essere rivolti all'amministratore.

Per quanto riguarda i reclami potrei essere in linea con questa prassi tuttavia non sono d'accordo circa il controllo dell'operato dei servizi svolti dal custode nelle singole palazzine.

×