Vai al contenuto
nicki

Stalking verso amministratore?

Salve!

Mi ripresento con altro caso, e relativo quesito, al quale spero possiate dare prezioso contributo come precedenti.

L'amministratore non risponde a quesiti, anche importanti, che vengono posti dai condomini.

Dal momento che questo atteggiamento continua, con sicuro avvallo dei consiglieri, alcuni condomini (me inclusa) hanno pensato di pubblicare, sulla bacheca del sito condominiale, le diverse situazioni che si verificano nel condominio. Meglio un esempio: personalmente ho pubblicato una foto che dimostrava come, e soprattutto dove, erano 'custodite' le chiavi di ogni appartamento consegnate all'amministratore (alla rinfusa in contenitori aperti in locale accessibile).

Ebbene la bacheca risulta ora disattivata. È stato richiesto più volte il ripristino ma i messaggi, misteriosamente, scompaiono...

Per arrivare al quesito: siccome i messaggi da parte nostra continuano e continuano le non risposte, mi hanno riferito che un consigliere ha ravvisato un possibile reato di stalking da parte nostra verso l'amministratore.

Mi pare un tentativo eccessivo di intimidazione dal momento che è per primo l'amministratore ad essere in difetto.

In attesa di ricevere i vostri graditi pareri ringrazio.

Cordiali saluti

ciao

 

ma se l'amministratore non risposnde alle vostre richieste, organizzatevi, e sostituitelo se ne avete i numeri.

 

Una curiosità, a che titolo tutti avete dovuto consegnare le chiavi dell'appartamento all'amministratore ? Se il regolamento contrattuale lo avesse previsto ( ma non penso proprio, salvo qualche caso assai sporadico) questo avrà anche previsto delle modalità di conservazione e sicurezza delle stesse. Pretendetele.

 

L'uso della bacheca può essere regolamentato, per cui, se nulla è scritto o deliberato, regolate la cosa.

... L'uso della bacheca può essere regolamentato, per cui, se nulla è scritto o deliberato, regolate la cosa.

Probabilmente si tratta di bacheca "on line" messa a disposizione dall'amministratore gratuitamente all'interno del proprio sito condominiale.

Si possono comunque stampare le foto e metterle nelle cassette postali di ciascun condòmino.

 

Naturalmente se il comportamento dell'amministratore non è gradito e c'è la sufficiente maggioranza assembleare, è empre possibile "disattivare" in ogni momento l'incarico all'amministratore ed "attivare" un nuovo amministratore. 🙂

Grazie, magari poterlo cambiare. Purtroppo non abbiamo i numeri per sostituirlo nonostante incompetenza, indisponibilità ecc.

Le chiavi sono state richieste dall'amministratore in occasione del rifacimento impianto di riscaldamento (condominio di villeggiatura). Dopo due anni i lavori sono ancora in piedi con problemi non risolti e non viene riferito quando è necessario entrare per intervenire negli appartamenti né tantomeno viene fatto resoconto.

Io sicuramente, come consigliato, chiederò la restituzione delle chiavi ma devo trovare persona di fiducia che poi, se necessario, possa essere disponibile ad aprire casa.

Comunque, secondo voi i nostri interventi scritti, confermo trattasi di bacheca on line, potrebbero essere considerati stalking?

Grazie e cordiali saluti

ciao

 

se non offendete nessuno e segnalate problematiche, compresa anche la mancata risposta dell'amministratore, e non avete limitato in qualche modo l'uso della stessa, non ci vedo niente di male e nessuna violazione.

 

Per le chiavi, regolamentatene l'uso possibile, previo avviso di accesso.

Grazie mille! Certo da parte nostra non offendiamo a parole l'amministratore. Con tutta probabilità lo 'colpiamo' sul vivo nelle sue carenze.

Ora proverò ad applicare il consiglio per le chiavi e chiederò di regolmentarne sia la custodia che l'utilizzo con relativo preavviso dando comunicazione a tutti i condomini.

Vi farò sapere quando e se otterrò risposta.

Cordiali saluti

Salve a tutti!

Una curiosità per gradire: il mio accesso al sito è stato rimosso da qualcuno! Le mie credenziali non ci sono più.

Ho appena rivolto la richiesta di ripristino immediato o chiarimenti sulle motivazioni

🤔

Dimenticavo di dire che per il sito, sotto la voce 'canone visualizzazione on line', paghiamo € 533,00/anno...

Ho chiesto fattura e contratto...nessuna risposta. Per di più non tutti i documenti di spesa sono resi pubblici, come dovrebbe essere.

Mah!!!

Cordiali saluti

ciao

 

quindi, solo per visualizzare il sito, spendete € 533 all'anno, oltre a quelli che richiederà l'amministratore per il maggior lavoro.

 

Quindi, è come ho sempre sostenuto, una spesa in più per i condomini per una trasparenza virtuale, spesa che potrebbe essere eliminata a fronte di qualche visita presso l'amministratore per vedere la documentazione.

 

So di essere contro corrente, ma... alla fine, le comodità si devono pagare, ed il periodo non è quello di vacche grasse.

ciao

 

quindi, solo per visualizzare il sito, spendete € 533 all'anno, oltre a quelli che richiederà l'amministratore per il maggior lavoro.

 

Quindi, è come ho sempre sostenuto, una spesa in più per i condomini per una trasparenza virtuale, spesa che potrebbe essere eliminata a fronte di qualche visita presso l'amministratore per vedere la documentazione.

 

So di essere contro corrente, ma... alla fine, le comodità si devono pagare, ed il periodo non è quello di vacche grasse.

Sperando che il dominio del sito sia del condominio e resti al condominio anche in caso di cambio amministratori.

 

Molti gestionali comprendono anche la pubblicazione dati via web, compresi nel prezzo di aggiornamento.

Pensa che pacchia incassare 500 euro annui per ciascun condominio per dovere solo fare qualche click sul pulsante "pubblica" per le cose che lui decide di pubblicare e disattivare l'accesso al condòmino rompino.

 

Una vera comodità per l'amministratore che vuole arrotondare.

Magari nei condominii più disinformati, come a volte abbiamo sentito che accade, l'amministratore potrà recitare la parola magica:

"con l'entrata in vigore della riforma è obbligatorio per Legge"

Ciao!

Vero, paghiamo quella cifra per non avere nemmeno tutta la documentazione di spesa...Faccio un esempio: non è mai stata resa pubblica alcuna fattura emessa dall'amministratore...alla faccia della trasparenza (che sia lui che consiglieri vantano in assemblea).

Il dominio non lo so se sia del condominio perché, anche se richiesto, non ha reso disponibile sul sito il fcontratto. Certo potremmo andare presso lo studio ma il tempo non lo permette (distanza e impegni vari). Ma la domanda è sempre stata: se abbiamo, e paghiamo, il sito per quale motivo non trasmettere e pubblicare ciò che dovrebbe interessare i condomini? Senza dover fare 100 km per visionare quanto di nostro diritto?

Ah! Ultima novità: ha riabilitato il mio accesso ma non la bacheca. :-)

Grazie e cordiali saluti

Salve a tutti.

Siccome avrei necessità di avere un vostro sempre gradito parere devo 'annoiare' forse un po' riportando una corrispondenza inviata da me all'amministratore con seguente risposta da parte di uno dei consiglieri che, erroneamente ha indirizzato a me 😉

Considerato che per il sito, completo di tutti i suoi componenti (bacheca inclusa e documenti, attualmente non tutti pubblicati) viene addebitato al condominio l'importo di circa € 533,00 La invito per l'ennesima volta a ripristinare la bacheca con tutti i messaggi in esso contenuti, anche per coloro che non ne avessero preso visione.

Vengono inoltre puntualmente eliminati alcuni dei messaggi da me pubblicati sulla sezione 'guasti e problemi'.

La gestione del sito, così come attuata, non rappresenta la trasparenza che tanto è stata vantata in questi anni....

Che dire, state pagando 533 euro annui per un sito dell'amministratore collegato al suo gestionale ed offerto gratuitamente dalla softwarehouse collegata.

533 euro annui per pochi click.

Se il sito serve solo da bacheca per comunicare tra condòmini, scambiatevi il numero di cellulare, usate what's app e, con la maggioranza di 500 millesimi, dismettete questo sito on line che, così com'è (con bacheca censurata), serve solo ad aumentare il compenso dell'amministratore.

Il problema resta sempre lo stesso:

coinvolgere la maggioranza.

Grazie. Ecco infatti perchè l'amministratore non può pubblicare la fattura del canone...deve essere intestata a suo nome e non al condominio. L'ho chiesta più e più volte insieme al contratto e...ovvio non risponde.

Se non fosse mai stato deliberato l'utilizzo del sito sarebbe comunque necessaria una delibera assembleare?

Grazie. Ecco infatti perchè l'amministratore non può pubblicare la fattura del canone...deve essere intestata a suo nome e non al condominio. L'ho chiesta più e più volte insieme al contratto e...ovvio non risponde.

Se non fosse mai stato deliberato l'utilizzo del sito sarebbe comunque necessaria una delibera assembleare?

Non necessariamente deve esistere una fattura di canone.

Può fatturare lui come compenso per la gestione del sito.

Dovete controllare i preventivi annuali di compenso e spese da voi approvati.

Probabilmente il vostro amministratore chiede un compenso di mille euro per l'amministrazione ordinaria e 533 euro per la pubblicazione dei dati e l'accesso al sul sito.

Se approvate il preventivo non c'è bisogno di nessuna delibera particolare.

Al prossimo preventivo dovete rinunciare al sito e bocciare quei 533 euro.

Ecco, ho verificato ora che nell'estratto conto c'è un bonifico a favore della ditta del software con il riferimento di un n. d'ordine. Ma il programma probabilmente lo utilizzerà anche per altri condominii (?)...e lo addebita a noi? Ma se non risponde...

Mah?! certo che il termine trasparenza non sanno dove sta di casa 😉

... Invece, Leonardo, cosa ne pensa del secondo punto dove il consigliere invita l'amministratore a insistere con la consulenza legale?

E cosa ne devo pensare?

Che i consiglieri sono "pappa e ciccia" con l'amministratore?

 

I consiglieri giuridicamente non hanno alcun potere ma se tutti i condòmini, di fatto, si scaricano di tutto lasciando ampia facoltà ai consiglieri ed approvando sempre il loro operato...

 

... il problema restano sempre e solo i condòmini.

 

O nel condominio fai una rivoluzione culturale coinvolgendo la maggioranza e riappropriandoti del tuo condominio oppure dall'amministratore e dai consiglieri resterai indicato verso gli altri condòmini solo come quel "rompiscatole".

Sarai malvisto da tutti e che non caverai mai un ragno dal buco.

Ehh già! Che peccato! Comunque non credo che l'amministratore possa agire in qualche modo nei miei confronti per vie legali (dato che viene sollecitato a proseguire con la consulenza legale).

Ci mancherebbe anche quella! :-(

Salve a tutti!

Vi vorrei aggiornare sulla situazione bacheca: ho ricevuto dal legale del Condominio, in nome e per conto dell'amministratore, l'invito a 'desistere da ulteriori comportamenti molesti, diffamatori, offensivi, per evitare le denunce che altrimenti l'amministratore sarà tenuto a sporgere anche quale rappresentante del condominio'

Mi addebiterebbero anche le spese legali contro di me? Visto che poi le spese le divide per millesimi? ;-) Mi accusano di avere compromesso la sicurezza dello stabile per aver pubblicato, su sito privato con accesso personale, foto di interesse comune ai condomini. Mi accusano di aver violato la riservatezza degli altri condomini (sempre stesse foto...)!?! Proprio l'amministratore invece poteva compromettere la sicurezza avendo lasciato le chiavi in luogo accessibile ad altri.

La bacheca è stata disattivata da amministratore per colpa mia...

Ora attendo parere legale.

Cordiali saluti

Ho appena letto questo 'avviso' da parte dell'amministratore: Note dell'amministratore: Gentile signora ...(Nicki),la invito a desistere dal suo intento di continuare ad utilizzare impropriamente questo spazio. (ndr 'guasti e problemi' visto che la bacheca è stata disattivata).

Ho già contattato un legale per verificare se i suoi continui invii rientrino nelle molestie oltra ledere la privacy dei condomini (foto delle chiavi che l'amministratore ha lasciato in posto accessibile anche ad estranei).

Le comunico inoltre, che le verranno imputate tutte le spese sotenute dal condominio per il tempo in cui l'amministratore ed il legale del condominio s'impegnao a risolvere le sue "problematiche".

 

A far l'interesse del condominio ci si rimette?Cordiali saluti

Le comunico inoltre, che le verranno imputate tutte le spese sotenute dal condominio per il tempo in cui l'amministratore ed il legale del condominio s'impegnao a risolvere le sue "problematiche".

 

A far l'interesse del condominio ci si rimette?Cordiali saluti

Sarà il tuo avvocato a valutare se esistono gli estremi per le molestie di cui ti accusa l'amministratore.

Una cosa è certa:

Non possono esserti imputate spese personali per il tempo dell'amministratore e la parcella dell'avvocato del condominio senza un processo e senza che sia un Giudice a condannarti al pagamento delle spese.

Se a consuntivo ti vengono addebitate spese personali in tal senso, dovrai impugnare e chiedere tu, il risarcimento anche delle spese legali da te sostenute per il tuo avvocato.

Buongiorno Leonardo, grazie mille!

Una 'buona' notizia dopo poche ore di sonno :-)

Pensavo comunque che al mio comportamento, che non corrisponde alle accuse pesanti rivoltemi, si contrappone invece una censura da parte dell'amministratore nei miei confronti avendo dapprima disabilitato bacheca più volte, cancellato miei messaggio ed infine vietandomi per alcuni giorni l'accesso (ho le prove).

La ringrazio di nuovo,cordiali saluti.

×