Vai al contenuto
asdasdaro

Spostamento contatore enel al di fuori dell'appartamento

Buongiorno a tutti avrei la necessità di chiarire un piccolo dubbio.

Ho necessità di spostare il contatore enel (servizio elettrico) dall'interno dell'appartamento, all'esterno dell'abitazione (pianerottolo comune). Per ogni pianerottolo è presente solo un'unità abitativa e all'interno del condominio solo 2 condomini su 12 hanno effettuato tale spostamento. Ho chiesto ai condomini che hanno il contatore all'esterno dell'abitazione, se avessero richiesto qualche tipo di autorizzazione, ma tutti mi hanno risposto che quando hanno comprato, il contatore era già presente all'esterno. L'amministratore di condominio non si è opposto alla mia volontà di far spostare il contatore all'esterno dell'appartamento, giacché c'erano già due precedenti, ma un tecnico enel mi ha chiesto che sarebbe preferibile ottenere le autorizzazioni opportune. Qualcuno ha vissuto un'esperienza di questo genere e/o sa suggerirmi come dovrei comportarmi?

 

Grazie

 

Graziano

Mi chiedo: se il contatore è sempre stato all'interno dell'appartamento, che motivo hai di spostarlo considerato che l'operazione non è gratuita ma impegna alcune centinaia di euro (400,00-500,00 €)???

Avevo omesso di dire che vorrei spostarlo perché dovrò abbattere il muro dove attualmente è posizionato il contatore. In casa non ho possibilità di ricavare una nicchia dove poterlo alloggiare; tanto meno vorrei tenerlo a vista.

Ha ragione l'amministratore. Devi avere il permesso del gestore proprietario del contatore. Non solo il permesso, ma anche fare eseguire a loro i lavori. Il contatore ha i sigilli ed ogni manomissione è fonte di guai seri per te (per esempio furto di corrente etc).

Che l'operazione costi soltanto 500 euro mi sembra un po' poco.

 

Secondo non è una brutta cosa avere il contatore in casa. Diventa impossibile ai ladri usare il trucco di staccare la corrente per fare uscire il proprietario di casa per riallaciarla.

×