Vai al contenuto
matrix84

Spese scaldabagno

Buongiorno,

 

volevo un chiarimento riguardo le spese di sostituzione dello scaldabagno,

io affitto da qualche anno un appartamento a degli studenti, circa 4 anni fa ho comprato lo scaldabagno nuovo perchè quello precedente si era rotto, ovviamente le spese sono state interamente a mio carico, ora dopo questi 4 anni lo scaldabagno si è rotto, vorrei sapere se le spese per un ennesimo scaldabagno nuovo sono nuovamente interamente a mio carico o se questa volta, visto che lo scaldabagno era nuovo, le spese possono essere divise fra me e gli affituari o se sono interamente a loro carico.

 

Grazie

 

Ps. specifico che fra gli inquilini ci sono pure io, in quanto affitto ad altri studenti come me, quindi io parteciperei cmq alle spese

4 anni la garanzia copre?...Solo se hai fatto "contratti" particolari.

 

Comunque non cambia nulla. Tu affitti e tu sostituisci la caldaia ...salvo i tuoi inquilino decidano di contribuire (non puoi obbligarli).

 

Cosa diversa se la ripari.

 

Sempre salvo patti diversi stabiliti in contratto.

Già...ma quelle sono opzioni fornite liberamente o con supplemento di prezzo.

Di fatto non sono obbigatorie per Legge e la risposta non uò che essere "generalista".

Comunque la garanzia per Legge è a carico del venditore (quindi nemmeno direttamente il costruttore) per un periodo di 24 mesi.

 

Se poi gli fosse stato installato un prodotto che godeva di garanzia maggiore credo che Matrix84 sia sufficente "adulto" che non sarebbe qui a fare domande ma avrebbe già richiesto tale coperura .

 

Garanzie "tanto lunghe" io le chiamo "Ipoteche sul futuro"...già accampano tante scuse nei 24 mesi...figurati se dopo 4 anni ti sostituiscono una caldaia a "gratis".

Bisogna andare a leggersi le clausolette scritte in minuscolo...dove (forse) si scopre che il valore della garanzia non potrà mai essere superiore alla quotazione del bene (rotto) tenuto conto della svalutazione per il periodo d' uso.

Conferma che non svela nulla di nuovo e non sposta di una virgola quanto ho scritto.

 

Linkare una "googolata" che elenca una miriade di "prodotti" dal valore di anche meno di 200 Euro spacciando una garanzia di 10 anni è illusorio e "compatibile".

 

Se poi si andasse a leggere le condizioni di garanzia se ne potrebbero (condizionale) scoprire delle belle....ma si sà c'è chi come al solito si limita ai titoloni.

 

Davvero qualcuno crede che ci siano ditte disposte a fornirti un bene del prezzo di 200 Euro e dopo 5 se non 10 anni te lo sostituiscono senza nulla sborsare???

 

Allora cominciamo con sbugiardare "piazzisti" e "creduloni":

 

http://www.berettaservice.it/estensione-garanzia

ne ho esperienza diretta...guarda caso la garanzia "lunga" avviene solo se sottoscrivi un piano programmato di manutenzione, praticamente paghi X in anticipo e poi ulteriori "fissi" annuali" per i controlli...praticamente paghi anticipatamente riparazioni di guasti che "forse" non avverranno.

 

la tecnica è comune anche ad altri produttori...pag. 4:

 

http://www.immergas.com/media/catalogo.pdf

 

Le associazioni di categoria "proclamano" i diritti...ma poi basta leggere l' elenco delle lamentele sotto:

 

http://consumatore.tgcom24.it/wpmu/2011/02/09/beni-in-garanzia-come-farsi-valere/

 

Auguratevi solo che gli oggetti che comprate durino almeno per i 24 mesi "legali"...tante volte se si rompono prima diventa comunque un calvario.

 

Ricordate che la garanzia copre i difetti di fabbrica...e se vi garantiscono svariati anni una parte (bruciatore) se ne rompe un' altra (scambiatore o scheda elettronica).

 

Poi come si possa pretendere che aggeggi di poco valore e comunque sottoposti ad usura durino quasi in "eterno"...

Conferma che non svela nulla di nuovo e non sposta di una virgola quanto ho scritto.

 

Linkare una "googolata" che elenca una miriade di "prodotti" dal valore di anche meno di 200 Euro spacciando una garanzia di 10 anni è illusorio e "compatibile".

 

Se poi si andasse a leggere le condizioni di garanzia se ne potrebbero (condizionale) scoprire delle belle....ma si sà c'è chi come al solito si limita ai titoloni.

 

Davvero qualcuno crede che ci siano ditte disposte a fornirti un bene del prezzo di 200 Euro e dopo 5 se non 10 anni te lo sostituiscono senza nulla sborsare???

 

Allora cominciamo con sbugiardare "piazzisti" e "creduloni":

 

http://www.berettaservice.it/estensione-garanzia

ne ho esperienza diretta...guarda caso la garanzia "lunga" avviene solo se sottoscrivi un piano programmato di manutenzione, praticamente paghi X in anticipo e poi ulteriori "fissi" annuali" per i controlli...praticamente paghi anticipatamente riparazioni di guasti che "forse" non avverranno.

 

la tecnica è comune anche ad altri produttori...pag. 4:

 

http://www.immergas.com/media/catalogo.pdf

 

Le associazioni di categoria "proclamano" i diritti...ma poi basta leggere l' elenco delle lamentele sotto:

 

http://consumatore.tgcom24.it/wpmu/2011/02/09/beni-in-garanzia-come-farsi-valere/

 

Auguratevi solo che gli oggetti che comprate durino almeno per i 24 mesi "legali"...tante volte se si rompono prima diventa comunque un calvario.

 

Ricordate che la garanzia copre i difetti di fabbrica...e se vi garantiscono svariati anni una parte (bruciatore) se ne rompe un' altra (scambiatore o scheda elettronica).

 

Poi come si possa pretendere che aggeggi di poco valore e comunque sottoposti ad usura durino quasi in "eterno"...

Io ho letto la garanzia del mio scaldabagno (10 anni), per cui se non ci credi è affar tuo e non mio, ciao e buona giornata.

Salve a tutti,

 

scusate se non mi sono fatto sentire in questi giorni, cmq confermo che il mio scaldabagno è coperto da garanzia solo per due anni, altrimenti è ovvio che mi sarei avvalso della garanzia.

 

A me interessava sapere se era possibile dividere le spese con gli altri inquilini, non trovo giusto che dopo averlo cambiato dopo appena 4 anni mi tocca andare a comprare un nuovo scaldabagno se questo non è riparabile, ma se la legge dice questo cosi sia

 

Volevo cmq ringraziare tutti per le risposte 🙂

Ciao

la sostituzione integrale spetta al proprietario dell'appartamento. Il fatto che dopo 4 anni si sia rotto, non può addossarsi a cattivo utilizzo da parte degli inquilini. Al limite, puoi proporre la partecipazione..

Ma se invece di cambiarlo bastasse ripararlo? le spese sono sempre a carico mio o posso dividerle con gli altri inquilini?

NO...sarebbe a carico del conduttoe (inquilino)...è il paradosso che suggerisco quando si parla di rsostituzione di schede elettriche/elettroniche.

×