Vai al contenuto
Gianni1973

Spese per la Sostituzione della caldaia

Buongiorno a tutto il forum.

Sono nuovo di qui e vorrei avere delle delucidazioni sulle spese di sostituzione della caldaia.

Faccio presente che ho un regolare contratto di affitto stipulato 14 anni fa e di non aver mai avuto problemi

Con il mio proprietario di casa.

Ora purtroppo dopo 18 anni di vita la caldaia, che era già presente all'epoca della stipula del contratto di locazione, ha smesso di funzionare. Dopo la consultazione dell'operario della ditta con cui ho la manutenzione annuale della caldaia, lo stesso mi ha riferimto che la scheda elettronica della caldaia è andata in corto e che bisogna sostituire la stessa che ha un costo complessivo tra materiali e manodopera di euro 480,00.

Prima di far procedere con i lavori ho contattato il proprietario di casa riferendo dell'accaduto e chiedendogli se per lui potesse andare bene questo preventivo o se lui volesse sentire qualcuno di sua fiducia, facendogli presente dell'urgenza in quanto avendo due bambini avevo bisogno della messa in funzione della caldaia. Il proprietario di tutta risposta mi riferisce che visto l'età avanzata della caldaia per lui sarebbe meglio cambiarla con una nuova e che per la sostituzione della caldaia dobbiamo dividerci la spesa in parti uguali in quanto io ho usato la caldaia installata per 14 anni e quindi vi è una questione di uso e usura. Per me questo non credo che sia una cosa giusta. Voi cosa ne pensate?

Fatto salvo accordi contrattuali la sostituzione della caldaia spetta al proprietario, vedi questa tabella;

--link_rimosso--

Buongiorno a tutto il forum.

Sono nuovo di qui e vorrei avere delle delucidazioni sulle spese di sostituzione della caldaia.

Faccio presente che ho un regolare contratto di affitto stipulato 14 anni fa e di non aver mai avuto problemi

Con il mio proprietario di casa.

Ora purtroppo dopo 18 anni di vita la caldaia, che era già presente all'epoca della stipula del contratto di locazione, ha smesso di funzionare. Dopo la consultazione dell'operario della ditta con cui ho la manutenzione annuale della caldaia, lo stesso mi ha riferimto che la scheda elettronica della caldaia è andata in corto e che bisogna sostituire la stessa che ha un costo complessivo tra materiali e manodopera di euro 480,00.

Prima di far procedere con i lavori ho contattato il proprietario di casa riferendo dell'accaduto e chiedendogli se per lui potesse andare bene questo preventivo o se lui volesse sentire qualcuno di sua fiducia, facendogli presente dell'urgenza in quanto avendo due bambini avevo bisogno della messa in funzione della caldaia. Il proprietario di tutta risposta mi riferisce che visto l'età avanzata della caldaia per lui sarebbe meglio cambiarla con una nuova e che per la sostituzione della caldaia dobbiamo dividerci la spesa in parti uguali in quanto io ho usato la caldaia installata per 14 anni e quindi vi è una questione di uso e usura. Per me questo non credo che sia una cosa giusta. Voi cosa ne pensate?

Ma scherziamo? Tu hai pagato l'affitto per 14 anni e l'affitto includeva l'uso della caldaia.

 

La spesa per la caldaia spetta al proprietario, anche perché se tu te ne vai, la caldaia resta a lui.

Le manutenzioni ordinarie riguardanti verifiche periodiche, messa in funzionamento e riparazioni dovute al normale uso sono sempre a carico del conduttore, tanto che si tratti di impianto autonomo, quanto che l'edificio sia dotato di riscaldamento centralizzato.

La sostituzione della caldaia, invece, dev'essere considerata opera di manutenzione straordinaria. In tal senso, la Cassazione, nella sentenza n. 11353, ha specificato che “in tema di locazione di immobili urbani, nella categoria delle riparazioni di piccola manutenzione, a carico del conduttore ex art. 1609 c.c., non rientrano quelle relative agli impianti interni alla struttura dell'immobile (elettrico, idrico, termico) per l'erogazione dei servizi indispensabili al suo godimento (Cass. 14 marzo 2006, n. 5459)” (Cass. 22 maggio 2014 n. 11353).

La massima riportata qui sopra è fin troppo ampia rispetto all'oggetto della lite; non va mai dimenticato, infatti, che una cosa sono le riparazioni necessarie per l'uso, altro quelle che si sono rese necessarie a causa dell'uso medesimo. Queste ultime, com'è giusto che sia, sono sempre a carico del conduttore.

Fonte /a-chi-spettano-le-spese-per-la-sostituzione-della-caldaia.11201#ixzz4B61egSa7https://www.condominioweb.com/a-chi-spettano-le-spese-per-la-sostituzione-della-caldaia.11201#ixzz4B61egSa7

https://www.condominioweb.com

La giurisprudenza ormai è chiara sulla questione della sostituzione caldaia: paga il proprietario e suddivide il costo, in base ai millesimi di proprietà, con i proprietari degli altri appartamenti.

La giurisprudenza ormai è chiara sulla questione della sostituzione caldaia: paga il proprietario e suddivide il costo, in base ai millesimi di proprietà, con i proprietari degli altri appartamenti.
Il principio è lo stesso che hai detto, ma da quanto ho capito io, in questo caso specifico, non si tratta di una caldaia per il riscaldamento centralizzato da ripartire tra tutti i condomini, ma si tratta di una caldaia per il riscaldamento autonomo.
Il principio è lo stesso che hai detto, ma da quanto ho capito io, in questo caso specifico, non si tratta di una caldaia per il riscaldamento centralizzato da ripartire tra tutti i condomini, ma si tratta di una caldaia per il riscaldamento autonomo.

E' uguale, la caldaia per il riscaldamento autonomo rientra negli impianti interni alla struttura dell'immobile (elettrico, idrico, ecc.) e la paga il proprietario.

 

Le spese per l'uso (e, quindi, l'usura della caldaia) rientrano nell'affitto che il conduttore paga ogni mese.

 

Quindi Gianni1973 ha pagato al proprietario, per l'usura della caldaia, per 14 anni.

E' uguale, la caldaia per il riscaldamento autonomo rientra negli impianti interni alla struttura dell'immobile (elettrico, idrico, ecc.) e la paga il proprietario.

 

Le spese per l'uso (e, quindi, l'usura della caldaia) rientrano nell'affitto che il conduttore paga ogni mese.

 

Quindi Gianni1973 ha pagato al proprietario, per l'usura della caldaia, per 14 anni.

Infatti è uguale, l'avevo scritto che il principio è lo stesso, ma probabilmente la caldaia è autonoma e non come ha detto giorgio11e la spesa si divide tra tutti i condomini, perchè se è autonoma la sostituzione la paga solo il condomino locatore e non tutti i condomini.
×