Vai al contenuto
Papinoso

Spese lucernario piano cantinato

Salve, un quesito mi rende dubbioso: lo scantinato del mio condominio e' adibito ad autorimessa e pertanto suddiviso in 13 box auto. Vi sono due punti ingresso luce dotati di grate e dalle quali entra luce e aria fondamentali per l'intero piano cantinato, anche in funzione della certificazione prevenzione incendi.

I due lucernari si trovano all'interno, rispettivamente, di due box con accesso esclusivo.

Purtroppo, a causa della cattiva manutenzione della parte sotto il lucernario il canale di scolo delle acque piovane si è intasato e si sono causate infiltrazioni ai box. Dovendo intervenire per ripristinare il tutto le spese a chi devono essere imputate?

Il mio Ingegnere sostiene che debbano essere sostenute dai proprietari dei box collettivamente poichè la funzione di aerazione e lucernario e funzionale solo a loro e non al condominio, voi che ne dite??

Grazie. Quindi significa che dovrò ripartire la spesa tra i proprietari dei box? In parti uguali o sempre in proporzione alle tabelle millesimali??

Grazie. Quindi significa che dovrò ripartire la spesa tra i proprietari dei box? In parti uguali o sempre in proporzione alle tabelle millesimali??

Ma che domande!!!!

Dal 1942 il codice civile nel suo articolo 1123cc dispone il criterio legale per eccellenza.

Basterebbe leggerlo.

Conosco benissimo l'art. ma quello che mi chiedevo se è giusto ritenere che il condominio non abbia nessun interesse nel piano cantinato. Volevo solo un suggerimento, serve a questo il forum o no? Penso che se tutti conoscessimo ogni dettaglio dei codici, della loro interpretazione e della loro applicazione il forum si potrebbe chiudere. Mentre il confronto, anche sulle cose più semplici, serve solo ad arricchire. Cmq grazie per l'illuminazione super moderator

Conosco benissimo l'art. ma quello che mi chiedevo se è giusto ritenere che il condominio non abbia nessun interesse nel piano cantinato. Volevo solo un suggerimento, serve a questo il forum o no? Penso che se tutti conoscessimo ogni dettaglio dei codici, della loro interpretazione e della loro applicazione il forum si potrebbe chiudere. Mentre il confronto, anche sulle cose più semplici, serve solo ad arricchire. Cmq grazie per l'illuminazione super moderator

Il criterio legale di riparto non è un dettaglio,è la base.

Mi dispiace, ma continuo a non capire la risposta

Vabbè facciano un esempio.

Hai presente un cuoco che non sa cucinare neppure un uovo sodo?

Ecco la stessa cosa è un amministratore che non sa che il riparto è per millesimi (art.1123cc dal 1942) ,chiamato criterio legale, è il crieterio per eccellenza salvo diversa convenzione.

Un conto è avere un dubbio su quali soggetti sono interessati al riparto,solo i proprietari box o tutti,un altro e non sapere che il riparto in parti uguali non è previsto dalla normativa quindi può esser adottato solo ed ECCEZIONALMENTE con un consenso unanime 1000/mill.

Questa è l'abc dell'amministrare ed il suggerimento è quello di approfondire la materia.

Il forum può esser di aiuto per un confronto non per altro.

Leggo e rileggo la discussione e non riesco a pervenire al motivo della Sua critica che mi sembra, mi scusi, supponente e a volte offensiva in quanto è chiaro che mi sta dando dell'incompetente. Probabilmente sono stato poco chiaro ma la mia domanda si riferiva alla possibilità di capire se il condominio può essere visto come soggetto passivo nella distribuzione delle spese e non mi è sembrato di chiedere come si dovessero dividere le stesse poichè lo so benissimo. Il punto sta nel fatto che, come suggerito da "Kurt Cobain" se la quota deve essere distribuita tra i proprietari dei box la quota millesimale deve essere ulteriormente ripartita (in quanto non esistono tabelle millesimali esclusive per i box) in maniera proporzionale rispetto alle quote possedute o, in alternativa, può chiedersi all'assemblea di votare un criterio di ripartizione differente. Ma la domanda sulla quale chiedevo un confronto era: posto che nei locali del box il condominio agisce in quanto titolare delle servitù condominiale e nella manutenzione delle parti comuni, è possibile che le quote per la riparazione del lucernario possano entrare in quota parte anche allo stesso? Semplicemente questo. Grazie

×