Vai al contenuto
pippo_53

Spese legali - è legittimo coinvolgere i condomini estranei ai fatti citati?

buon giorno,

nel nostro condominio, un condomino lamentando infiltrazioni d'acqua nell'appartamento dovuto ad un cattivo stato di

manutenzione del terrazzo soprastante il suo appartamento ( terrazzo di proprietà del condomino soprastante), dopo innumerevoli

solleciti al proprietario del terrazzo e all'amministratore di condominio, non avendo avuto riscontri in merito, ha citato in giudizio avanti

al giudice il proprietario del terrazzo e l'ammistratore del condominio.

A seguito di ciò. l'amministratore invia a tutti i condomini, raccomandata in cui comunica di aver dato incarico ad un legale a rappresentare

il condominio nel ricorso contro la citazione dell'amministratore, ripartendo la spesa del legale in base ai millesimi di proprietà di ciascun condomino.

La mia domanda è: è legittimo coinvolgere i condomini estranei ai fatti citati? è legalmente corretta la decisione dell'amministratore?

grazie per l'attenzione

saluti

Pippo

Le spese fanno capo a chi è coinvolto, per cui se è coinvolto l'amministratore a nome del condominio è giusto che le spese legali siano dovute dai condomini almeno fino a che un giudice non decida altrimenti.

Secondo me il condomino che ha citato l'amministratore ha errato in quanto se era un terrazzo (nel senso balcone) doveva citare solamente il proprietario, mentre se è un lastrico solale di proprietà esclusiva era coinvolto anche il condominio.

Per cui mancano dati per una risposta completa, comunque alla fine un Giudice saprà dare una risposta e soluzione giusta ed equa.

grazie per la sollecita risposta,

in effetti non di balcone si tratta ma di lastrico solare che funge da copertura al solo appartamento del condomino

ricorrente. La citazione dell'amministratore avanti al giudice non è in quanto rappresentante del condominio ma per non

aver adempiuto agli atti necessari nei confronti del condomino proprietario del lastrico.

saluti

Pippo

Se è lastrico solare ad uso esclusivo è coinvolto anche il condominio, almeno i condomini coperti da questo lastrico e fino alla base dello stabile;

 

cc art. 1126. Lastrici solari di uso esclusivo

Quando l'uso dei lastrici solari o di una parte di essi non è comune a tutti i condomini, quelli che ne hanno

l'uso esclusivo sono tenuti a contribuire per un terzo nella spesa delle riparazioni o ricostruzioni del lastrico:

gli altri due terzi sono a carico di tutti i condomini dell'edificio o della parte di questo a cui il lastrico solare

serve, in proporzione del valore del piano o della porzione di piano di ciascuno.

Perciò l'amministratore rappresenterà tutti questi condomini

salve

si può quindi ritenere, alla luce di quanto scritto, che le spese legali da sostenere non siano da ripartire tra tutti i condomini ma solo tra quelli coinvolti dalla copertura del lastrico?

saluti

Pippo

Dipende anche da chi questo condomino ha citato, citando l'amministratore si potrebbe intendere che ha citato tutto il condominio.

A termine causa si conteranno i feriti, ora secondo me è troppo presto 🙂

grazie di tutto sperando che le ferite siano di lieve entità. saluti Pippo

Purtroppo... HO SERI DUBBI che i feriti siano pochi...

Purtroppo... HO SERI DUBBI che i feriti siano pochi...

Salve

che ci siano dei feriti è certo basta che non siano feriti i passanti..

Premesso che non conosco la normativa specifica, secondo la mia logica, nel caso di riparazione di un lastrico, le spese sono suddivise tra il proprietario del lastrico e i condomini che beneficiano del lastrico come copertura. Non vale la stessa logica per l'addebito di danni in questo caso da infiltrazioni?

I condomini estranei all'oggetto perchè dovrebbero partecipare al rimborso delle spese legali ovvero essere considerati in solido responsabili del danno? La citazione in giudizio riguarda il proprietario del lastrico e l'amministratore per negligenza.

saluti

Pippo

Ma l'amministratore avendo ricevuto l'atto di citazione non doveva convocare l'assemblea dei condòmini affinché fossero costoro ad esaminare la fattispecie e poter esercitare il diritto di dichiararsi dissenzienti rispetto alla lite se dall'atto di citazione merge chiara e prevedibile una condanna del condominio ( se coinvolto direttamente ) .

 

Diversamente se il condomino/danneggiato ha citato in via diretta e personale la persona e non l'amministratore pro tempore quale legale rappresentante del condomino non è ammissibile che nessun tipo di ripartizione delle spese legali in quanto esse sono da imputare alla persona in quanto ritenuto soggetto responsabile .

 

Saluti

 

MarioT

L'amministratore deve convocare l'assemblea se ...;

 

cc art. 1131. Rappresentanza

...

la citazione o il provvedimento abbia un contenuto che esorbita dalle attribuzioni dell'amministratore,

questi è tenuto a darne senza indugio notizia all'assemblea dei condomini.

L'amministratore che non adempie a quest'obbligo può essere revocato ed è tenuto al risarcimento dei

danni.

La polizza professionale , se si ha un amministratore professionale, è una garanzia per i condòmini sia rispetto ad una eventuale condanna alle spese legali per soccombenza e sia per le richieste professionali dello studio legale che è stato officiato del mandato dall'amministratore .

Per fare maggiore chiarezza, abbiamo inviato racc/ta all'amministratore per la convocazione urgente dell'assemblea di condominio.

In quella sede sentiremo le ragioni dell'amministratore e copia dell'atto di citazione che a detta del condomino denunciante non

chiama in causa il condominio.

saluti

Pippo

×