Vai al contenuto
soggy_acres

Spese di mediazione detraibili

Ciao.

Le spese di mediazione sostenute dal condominio sono detraibili dal 770 ? Mi è stato comunicato questo dall'ente di mediazione 

soggy_acres dice:

Ciao.

Le spese di mediazione sostenute dal condominio sono detraibili dal 770 ? Mi è stato comunicato questo dall'ente di mediazione 

🤔 770? Forse non sono stati chiari, perchè nel 770 indichi solo le ritenute pagate nell'anno.

 

I costi di mediazione danno diritto ad un credito di imposta di € 500,00 nel caso di mediazione "favorevole", di € 250,00 in caso di mediazione "persa".

Il credito di imposta è una cifra che si puo' portare a diminuzione dell'Irpef pagata in denuncia dei redditi, quindi nel caso sia l'intero condomìnio a sostenere le spese di mediazione, il credito sarà suddiviso, anche se non esplicitamente previsto dalla normativa fiscale, fra tutti i condòmini in base a millesimi di proprietà.

L'ammontare del credito di imposta è indicato nella comunicazione inviata dal ministero di Giustizia entro il 30 maggio di ogni anno all'interessato.

Non è detto, pero', che tutti possano usufruirne, perchè per finanziare tale credito ogni anno viene stanziata una cifra che potrebbe non essere sufficiente per tutte le mediazioni concluse.

  • Mi piace 1
  • Grazie 2
Danielabi dice:

🤔 770? Forse non sono stati chiari, perchè nel 770 indichi solo le ritenute pagate nell'anno. 

 

I costi di mediazione danno diritto ad un credito di imposta di € 500,00 nel caso di mediazione "favorevole", di € 250,00 in caso di mediazione "persa". 

Il credito di imposta è una cifra che si puo' portare a diminuzione dell'Irpef pagata in denuncia dei redditi, quindi nel caso sia l'intero condomìnio a sostenere le spese di mediazione, il credito sarà suddiviso, anche se non esplicitamente previsto dalla normativa fiscale, fra tutti i condòmini in base a millesimi di proprietà.

L'ammontare del credito di imposta è indicato nella comunicazione inviata dal ministero di Giustizia entro il 30 maggio di ogni anno all'interessato.

Non è detto, pero', che tutti possano usufruirne, perchè per finanziare tale credito ogni anno viene stanziata una cifra che potrebbe non essere sufficiente per tutte le mediazioni concluse.

Il caso di mancato accordo e successiva causa cosa avviene?

Perché in un mio condominio siamo in causa con l'ex amministratore e abbiamo pagato l'adesione della mediazione a dicembre 2017 e la conclusione senza esito a gennaio 2018 ma non è arrivato nulla dal ministero, né ci hanno prospettato una detrazione fiscale.

davidino1978 dice:

Il caso di mancato accordo e successiva causa cosa avviene?

Perché in un mio condominio siamo in causa con l'ex amministratore e abbiamo pagato l'adesione della mediazione a dicembre 2017 e la conclusione senza esito a gennaio 2018 ma non è arrivato nulla dal ministero, né ci hanno prospettato una detrazione fiscale.

L'art. 20 del Dlgs 28/2010 (della mediazione) indica espressamente il "successo" e "l'insuccesso" della mediazione per accedere al credito. La mia interpretazione è che, per il credito, la questione si debba risolvere con la mediazione; il credito di imposta dovrebbe essere un incentivo per non continuare la lite.

 

davidino1978 dice:

Il caso di mancato accordo e successiva causa cosa avviene?

Perché in un mio condominio siamo in causa con l'ex amministratore e abbiamo pagato l'adesione della mediazione a dicembre 2017 e la conclusione senza esito a gennaio 2018 ma non è arrivato nulla dal ministero, né ci hanno prospettato una detrazione fiscale.

una cosa è corrispondere il compenso al mediatore (il cui importo può essere portato in detrazione), un'altra è versare le c.d. spese di segreteria all'Organismo di mediazione al momento in cui si comunica di aderire alla procedura di mediazione (€ 48,80 di solito), per le quali invece non può essere riconosciuto alcun credito d'imposta.

Nel nostro caso, sarà perché c'è stato verbale negativo, abbiamo pagato due fatture all'organismo di mediazione, non è stato specificato se era un compenso per il mediatore.

Comunque come dice Daniela non c'è stata la risoluzione del contenzioso (l'avvocato dell'ex amministratore ha detto chiaramente che il suo compenso lo quantifica superiore al valore del contenzioso e quindi voleva andare avanti in ogni caso), ergo nessuna detrazione?

Modificato da davidino1978

"Il credito è riconosciuto entro il limite massimo di euro 500 in caso di successo della mediazione, in caso di insuccesso, invece, il credito è ridotto della metà" (Circolare AdE n. 7/E del 04/04/2017).

Il che significa che, anche se la mediazione non impedisce la lite, il fisco vuole comunque premiare in parte il tentativo di risoluzione che ha determinato l'esborso di una somma di denaro in favore del mediatore (sono esclusi invece gli importi versati all'avvocato).

L'andare in causa successivamente alla mediazione infruttuosa non vuol dire perdere il beneficio (sempre nei limiti stabiliti dalle norme e dei fondi determinati dal Ministero)

In fattura deve essere indicata la ragione del pagamento all'Organismo.

davidino1978 dice:

ergo nessuna detrazione?

Forse, piu' semplicemente, sono finiti i soldi....pagamento ed esito sono capitati fra fine e inizio anno: soldi finiti e non ancora stanziati.

Peraltro a chi si chiede per informazioni? La cancelleria del tribunale? @Thorwald ne sai nulla?

 

 

Perbaccolina......i soldi non ci sono mai stati, altro che finiti!! Ho trovato questo "avviso" sul sito della camera di commercio di Lucca (organismo di mediazione):

Ad oggi non è ancora stato possibile usufruire del credito d'imposta, in quanto il Ministero della giustizia non ha assegnato le risorse necessarie al “Fondo unico giustizia” (art. 20 D.Lgs. 28/2010). Il Ministero ha tuttavia invitato le parti a conservare le fatture delle indennità di mediazione, anche se riferite ad anni precedenti, in attesa del finanziamento del fondo.

 

Be', @davidino1978 sei prenotato.......🤞

Modificato da Danielabi
  • Mi piace 1
Danielabi dice:

Il Ministero ha tuttavia invitato le parti a conservare le fatture delle indennità di mediazione, anche se riferite ad anni precedenti, in attesa del finanziamento del fondo.

Aspetta e spera... che poi s'avvera!!!

 

 

×