Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
lorenzo761

Spese conguaglio fine anno

Buongiorno a tutti,

sono il conduttore di un bilocale con un contratto d'affitto che prevede delle spese condominiali annue di 1200 euro salvo conguaglio. Ora, per i primi anni il conguaglio non si è discostato molto dalle spese condominiali previste, ma negli ultimi due anni le cose sono andate diversamente per colpa di una ventina di inquilini morosi. Proprio ieri ho ricevuto una lettera dal proprietario dell'immobile con un maxi conguaglio di 1800 euro circa. Non riesco a spiegarmi una somma del genere! Premesso che chiederò al proprietario stesso o all'amministratore il consuntivo e i criteri di ripartizione delle spese, secondo voi è giusto che l'inquilino debba farsi carico di una somma del genere a causa di spese "gonfiate" per garantirci il gas per il riscaldamento centralizzato e per l'acqua calda o il proprietario ci sta marciando sopra? C'è da aggiungere che tre mesi fa ci staccarono il gas per circa trenta giorni sempre a causa degli inquilini morosi e lo riattivarono di recente grazie ad un accordo tra il nuovo amministratore e ditta fornitrice per spalmare l'ingente debito. Aiutatemi, per favore! Grazie e buon anno a tutti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'inquilino deve pagare solo le spese per i servizi accessori di cui usufruisce e può anche chiedere la documentazione delle spese.

La morosità di alcuni condòmini non è un servizio accessorio per cui se occorre denaro per coprire la morosità, in attesa di decreto ingiuntivo ai morosi, eventuali spese da anticipare per non restare senza servizi sono a carico del proprietario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quindi se il proprietario anticipa i soldi per garantire il servizio, tutto ciò sarebbe una spesa straordinaria non imputabole al conduttore, giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se ne deve occupare il proprietario. Tu devi solo corrispondere le spese di competenza del conduttore che sono elencate al'art. 9 della legge 392/78. Salvo che non ci siano particolari accordi stipulati per contratto con il locatore.

 

Sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le

spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e

all'ordinaria manutenzione dell'ascensore, alla fornitura dell'acqua,

dell'energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento

dell'aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonche' alla

fornitura di altri servizi comuni.

Le spese per il servizio di portineria sono a carico del conduttore

nella misura del 90 per cento, salvo che le parti abbiano convenuto

una misura inferiore.

Il pagamento deve avvenire entro due mesi dalla richiesta. Prima di

effettuare il pagamento il conduttore ha diritto di ottenere

l'indicazione specifica delle spese di cui ai commi precedenti con la

menzione dei criteri di ripartizione. Il conduttore ha inoltre

diritto di prendere visione dei documenti giustificativi delle spese

effettuate.

((Gli oneri di cui al primo comma addebitati dal locatore al

conduttore devono intendersi corrispettivi di prestazioni accessorie

a quella di locazione ai sensi e per gli effetti dell'articolo 12 del

decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633.

La disposizione di cui al quarto comma non si applica ove i servizi

accessori al contratto di locazione forniti siano per loro

particolare natura e caratteristiche riferibili a specifica attivita'

imprenditoriale del locatore e configurino oggetto di un autonomo

contratto di prestazione dei servizi stessi)).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie mille. Siete stati molto gentili e precisi nelle vostre risposte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×