Vai al contenuto
jeans1975

Spese condomino moroso, il costruttore

Buongiorno a tutti,

 

vorrei sottoporre alla Vs cortese attenzione questo articolo:

 

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2013-06-14/fornitore-recupera-crediti-prima-064423.shtml?uuid=AbMv3r4H

 

sulla base di quanto scritto da questo autorevole quotidiano, per quale motivo l'amministratore mi chiede di pagare le spese di condominio non pagate dal costruttore relativamente agli appartamenti invenduti?

 

Preciso che il regolamento condominiale non stabilisce l'esenzione dal pagamento delle spese del costruttore, quindi deve essere considerato come qualunque altro condomino moroso.

 

Allo stesso tempo, mi chiedo, per quale motivo dovrei anticipare tali spese visto che nella peggiore delle ipotesi il creditore andrà a chiedere i soldi al condomino "più solvente".

 

Responsabilità solidale va bene, dopo aver seguito un'apposita procedura: allora per quale motivo gli amministratori parlano solo di responsabilità solidale al fine di obbligare i condomini virtuosi a pagare le spese anche dei condomini irregolari?

 

Già la Cassazione nel 2008 aveva stabilito il principio di parzialità: la decisione è di un organo molto autorevole. La riforma ha parzialmente ridotto tale principio, ma l'indirizzo giurisprundeziale è abbastanza chiaro. Non è affatto detto che future decisioni giurisprundenziali relative all'applicazione della nuova legge di riforma siano per la reintroduzione del principio di parzialità nelle obbligazioni condominiali, anche perché non è affatto giusto che, in estrema ipotesi, il proprietario di un piccolo appartamento debba mantenere un intero condominio, magari di 100 appartamenti.

 

Attendo una vostra autorevole opinione in merito

 

grazie.

Ciao

c'è qualche clausola contrattuale che preveda l'esenzione del costruttore dal partecipare alle spese?

grazie per la risposta. La sentenza in oggetto è del 2011. Ora la riforma ha reintrodotto un principio di solidarietà parziale, come nell'articolo che ho citato nel primo post.

 

Ho un dubbio: l'esecutività di cui si parla nell'articolo, o meglio l'escussione del condomino moroso come si attua nella pratica? basta un decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo o è necessaria una sentenza di condanna civile? Cioè, il decreto ingiuntivo deve essere notificato a breve, ma se il condomino moroso continua a non pagare, si può fare altro o i condomini regolari devono cominciare a pagare?

×