Vai al contenuto
SCORPIO

Spese condominiali relative a un appartamento ancora invenduto

Buon giorno a tutti

condominio in località montana di cinque (5) appartamenti di cui uno ancora di proprietà del costruttore.

Premesso che sul regolamento di condominio contrattuale un articolo prevedeva l'esenzione dal pagamento delle spese condominiali per le proprietà invendute ma NON riportava fino a che data doveva essere valida questa clausola, ora a distanza di oltre 2 anni dal primo rogito l'amministrazione chiede al costruttore il pagamento delle spese condominiali dovute.

La società finora non paga, è corretto o possiamo sostenere che deve pagare in quanto non essendo stata fissata alcuna data di scadenza della clausola la stessa deve intendersi vessatoria e quindi obbliga la società a contribuire al pagamento delle spese ordinarie.

Grazie per una Vostra cortese risposta.

l'esenzione dalle spese può essere inserita nel regolamento ma non può avere durata illimitata. La Cassazione, infatti, ha statuito che essa non può avere validità superiore a due anni.

 

(Cass. Civ. sez. II., Sent. n. 5975/2004).

×